Blog WordPress SEO – Da dove iniziare se sei un principiante

Blog WordPress SEO – Da dove iniziare se sei un principiante

Blog WordPress SEO – Da dove iniziare se sei un principiante
СОДЕРЖАНИЕ
02 июня 2020

Quando si tratta di avviare un blog, non è possibile saltare l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO). In altre parole, il blog di WordPress SEO è fondamentale se vuoi che le persone scoprano il tuo blog.


Ma non preoccuparti: non è così complicato come potresti pensare. Tratteremo rapidamente le basi in modo da poter iniziare a bloggare con il piede giusto.
Questo è capitolo 9 di una guida più grande su come avviare un blog di successo.

In particolare, parleremo di:

  • ��‍�� Ricerca per parole chiave
  • �� SEO on-page
  • �� SEO mobile
  • �� Architettura del sito
  • �� Link building

Ricerca per parola chiave: la chiave per il blog SEO di WordPress ��‍��

Ogni pagina e post sul tuo blog dovrebbe avere una parola chiave target. Ognuno!

Ma come fai a sapere quale parola chiave scegliere come target?

Il modo più semplice è quello di cui abbiamo parlato in uno dei capitoli precedenti: basta iniziare con la concorrenza.

Trova i loro post più performanti collegando il loro URL in BuzzSumo, quindi prendi l’URL del loro post principale e collegalo a Google Keyword Planner (GKP) per vedere quali parole chiave classificano.

Ricerca di parole chiave con Google Keyword Planner - il primo elemento del blog SEO di WordPress

Se ne vedi di buoni, rubali!

�� SUGGERIMENTO PRO: Il "concorrenza" riga in GKP si riferisce alla pubblicità a pagamento, non alle classifiche organiche, quindi non preoccuparti di ciò quando scegli una parola chiave.

  • Puoi consultare questa guida per ulteriori informazioni sulla ricerca di un argomento comprovato e buone parole chiave per il tuo blog WordPress SEO.

SEO on-page: una rapida & visione sporca ��

Il SEO on-page è la pratica di includere la tua parola chiave (e parole chiave LSI – parole o frasi che sono semanticamente correlate tra loro) in posizioni strategiche sulla tua pagina. È importante dire a Google di cosa parlano i tuoi contenuti.

In particolare, è necessario includere la parola chiave principale in:

  • Il titolo della pagina
  • L’URL della pagina
  • Almeno una sottovoce (H2 o H3) nella pagina
  • Almeno un testo alternativo di un’immagine
  • Il meta titolo
  • La meta descrizione
  • Il contenuto del corpo (una manciata di volte)

Ad esempio, se stai prendendo di mira "Suggerimenti SEO" come parola chiave principale, la tua pagina sarebbe ottimizzata in questo modo:

Esempio (a)

  • Titolo: "5 Suggerimenti SEO far crescere le tue classifiche (veloce!)"
  • URL: yoursite.com/seo-tips
  • H2: Il Suggerimenti SEO Quello in realtà conta
  • Testo alternativo all’immagine: "Suggerimenti SEO per principianti"
  • Meta titolo: "5 Suggerimenti SEO far crescere le tue classifiche (veloce!)"
  • Meta Description: "Cercando Suggerimenti SEO? Queste 5 tattiche ci hanno aiutato a passare da 0 a 1.000 visitatori giornalieri in meno di 6 mesi!"
  • E ovviamente nei contenuti, useresti "Suggerimenti SEO" alcune volte. Raccomando almeno 3-5 per 1000 parole, ma non esagerare, perché Google ti penalizzerà per il riempimento delle parole chiave.

Sembra molto da ricordare, giusto?

È qui che entra in gioco il plug-in Yoast SEO! La migliore soluzione all-in-one per il blog SEO di WordPress (e anche uno dei plugin che abbiamo raccomandato come must-have in un capitolo precedente).

Yoast ti ricorda di mettere la parola chiave nei posti giusti e ti avvisa se stai facendo qualcosa di sbagliato. Quindi assicurati di averlo "tutte le luci verdi" da Yoast prima di pubblicare qualsiasi cosa!

Proprio sotto il tuo blocco di contenuti principale – quando modifichi un post – è dove troverai il blocco Yoast, e al suo interno è dove dovresti cercare l’approvazione delle onnipotenti luci verdi �� (esempio sotto).


Yoast SEO Yoast SEO

Author (s): Team Yoast

Versione corrente: 14.2

Ultimo aggiornamento: 26 maggio 2020

wordpress-seo.14.2.zip


98% di commenti


5.000.000 + Installa


WP 5.3 + Richiede

Yoast Indicatori SEO

E intendo davvero tutti di quelle luci verdi. Ad esempio, l’editor qui a CodeinWP non approverà mai un post finché non sarà tutto verde. So che a volte è una cosa difficile da ottenere in base a quale sia la tua parola chiave, ma a lungo termine paga davvero.

  • Dai un’occhiata a questa guida per saperne di più su come procedere con il tuo SEO on-page.

SEO mobile: l’elemento indispensabile nel 2019 ��

Le visualizzazioni da dispositivi mobili rappresentano oltre il 50% di tutte le visite al sito Web in questo momento (ed è stato così dal 2014). In aggiunta, il 60% + dei visitatori mobili lascerà il tuo sito se hanno un’esperienza di navigazione frustrante.

Quando ci pensi, ha perfettamente senso. Ora tutti e il loro cane hanno uno smartphone e li usano per quasi tutti gli scopi del web.

I cellulari sono dove andiamo a vedere Facebook, guardare un video di YouTube, controllare la posta elettronica, tutto.

Questo è il motivo per cui è fondamentale assicurarsi che le tue pagine web siano belle sui dispositivi mobili. Due ragioni per questo:

  1. pagina ottimizzata per dispositivi mobili significa che per i tuoi lettori sarà più facile consumare i contenuti che stai pubblicando,
  2. Google Now penalizza attivamente siti web non sufficientemente ottimizzati per i dispositivi mobili; o, ancora di più, Google utilizza l’indicizzazione mobile-first, il che significa che è la visualizzazione per dispositivi mobili a decidere il grado di posizionamento della tua pagina su Google.

Ecco cosa puoi fare con queste informazioni e come assicurarti che tutto il tuo sito web, nonché i tuoi singoli post e pagine siano ottimizzati per i dispositivi mobili:

(a) Utilizza lo strumento di cordialità mobile di Google

test ottimizzato per dispositivi mobili
Google ha reso pubblico il proprio strumento in modo che ogni webmaster possa verificare quanto sono ottimizzate le proprie pagine Web per i dispositivi mobili. Puoi accedere allo strumento Qui.

Per usarlo, basta inserire l’URL della pagina che si desidera controllare.

È buona norma testare un paio di tipi di pagine sul tuo sito:

  • la tua homepage
  • una pagina blog standard: qualsiasi pagina standard creata nella sezione Pagine della dashboard di WordPress
  • un post sul blog standard
  • qualsiasi pagina o post personalizzati o altrimenti non standard – testare qualsiasi post e pagina con disegni personalizzati o utilizzare modelli di pagina personalizzati

Fare tutto quanto sopra ti dà una buona panoramica della situazione.

Se qualcuno di questi test restituisce un risultato negativo, è necessario indagare ulteriormente e seguire i suggerimenti di Google su come risolvere i problemi.

Ecco come dovrebbe essere il test quando tutto va bene:

test mobile ok

(b) Utilizza un tema ottimizzato per dispositivi mobili

Poiché WordPress è una piattaforma completamente modulare, per così dire, ciò significa che puoi scambiare i tuoi temi ogni volta che lo ritieni opportuno. Pertanto, puoi sfruttare questa opportunità per assicurarti che il tuo tema funzioni anche su dispositivi mobili.

Ecco come farlo:

  • prova il tuo tema utilizzando il test per dispositivi mobili di Google descritto sopra,
  • emulare diversi dispositivi nel browser Chrome e vedere se il contenuto sembra ancora corretto.

Per emulare diversi dispositivi in ​​Chrome, avvia gli strumenti per sviluppatori premendo Cmd + Opt + i (Mac) o Ctrl + Shift + i (Win). Vedrai apparire un nuovo pannello sullo schermo. Clicca sul "dispositivo" pulsante:

strumenti di sviluppo

Una volta fatto, avrai la possibilità di selezionare un dispositivo specifico che desideri emulare.

Aggiorna la pagina dopo aver effettuato una selezione.
scegli il dispositivo

Scorri verso l’alto e verso il basso lo schermo per assicurarti che tutto sia in ordine. Puoi anche passare ad altri dispositivi e ripetere.
anteprima del dispositivo

Se ci sono problemi significativi, probabilmente non sarai in grado di risolverli in modo semplice. A questo punto, è meglio cambiare il tema in qualcosa ottimizzato per dispositivi mobili sin dall’inizio.

(c) Passa ad AMP

AMP è l’acronimo di Accelerated Mobile Pages ed è un progetto open source che si descrive come:

"Il progetto AMP (Accelerated Mobile Pages) è un’iniziativa open source che incarna la visione secondo cui gli editori possono creare contenuti ottimizzati per dispositivi mobili una volta e caricarli istantaneamente ovunque."

In pratica, AMP è una tecnologia che consente di caricare le tue pagine alla velocità della luce quando vengono visualizzate da una persona sul cellulare.

La buona notizia è che non devi davvero capire come funziona sotto il cofano per ottenere i benefici. AMP può essere abilitato in WordPress tramite un plugin chiamato AMP per WP.


AMP per WP - Pagine mobili accelerate AMP per WP – Pagine mobili accelerate

Author (s): Ahmed Kaludi, Mohammed Kaludi

Versione corrente: 1.0.52

Ultimo aggiornamento: 28 maggio 2020

accelerated-mobile-pages.1.0.52.zip


88% di commenti


100.000 + Installa


WP 3.0 + Richiede

Con esso, puoi personalizzare il modo in cui il tuo blog gestisce le pagine AMP e persino creare strutture di pagine personalizzate convalidate da AMP per i tuoi post, pagine e homepage.

Con questi tre elementi presi in considerazione – test per l’ottimizzazione mobile, con un buon tema, utilizzando AMP – sei praticamente pronto ad accogliere tutti i visitatori mobili che potrebbero essere interessati ai tuoi contenuti. Avere questo livello di ottimizzazione mobile avrà anche un impatto enorme sul SEO generale del tuo sito.

Architettura del sito: struttura il tuo sito per i lettori e Google ��

Il modo in cui è impostato il tuo sito influisce sulla facilità con cui gli utenti (e i bot del crawler di Google) possono navigarlo.

Ci sono due regole d’oro per l’architettura del sito in termini di SEO del blog WordPress:

  1. Ogni pagina dovrebbe essere entro tre clic da ogni altra pagina.
  2. Il tuo sito dovrebbe essere semplice e scalabile.

Più su quelli più tardi. Innanzitutto, esempio di architettura del sito BAD (ogni blocco è una singola sottopagina):

Architettura del sito SEO scadente

Infrange entrambe le regole. Ci vogliono fino a cinque clic per arrivare al contenuto (vai dall’alto in basso a sinistra) e non è scalabile.

Non solo è povero per la navigazione, ma danneggia anche le tue classifiche di ricerca. Ecco perché:

In genere, la tua home page è la pagina più autorevole sul tuo sito. I collegamenti interni da una pagina del tuo sito a un’altra ne trasmettono una parte "link juice" o "autorità" da una pagina all’altra. Questo era precedentemente chiamato PageRank, ma Google non usa più quel termine.

Visivamente, funziona così:

Collegamento interno SEO

Quindi, se separi i tuoi post in profondità nel tuo sito, stai perdendo l’autorità dalla tua home page. Ecco un altro aspetto:

Spiegare Pagerank

Quindi i tuoi post sul blog perdono su quell’autorità di collegamento.

Invece, imposta il tuo sito in questo modo:

Architettura del sito corretta

Le tue pagine sono collegate insieme come una rete. Questi collegamenti interni aiutano Google a eseguire la scansione di tutte le pagine in modo efficiente, aiutando gli utenti a spostarsi nel tuo sito. Si diffonde anche attorno all’autorità del tuo sito, aiutando tutto il tuo ranking dei contenuti = che è un buon blog SEO per WordPress.

Proprio come i collegamenti interni da una delle tue pagine a un’altra passano l’autorità, così anche i collegamenti dai siti Web di altre persone ai tuoi.

In realtà, i collegamenti da un altro sito Web al tuo sono molto più importanti per classificare il tuo sito Web su Google rispetto ai collegamenti interni. Pensa a collegamenti come voti per Google. Più voti ha il tuo sito Web, maggiori sono le possibilità che abbia un posizionamento elevato.

Tuttavia, non vuoi solo collegamenti alla tua home page. Mentre aiutano, ciò che è più importante sono i collegamenti direttamente ai singoli post del blog che stai cercando di classificare.

Si esibì Matthew Barby, il direttore di HubSpot uno studio sul loro sito e ha scoperto che le pagine con più link hanno ricevuto traffico di ricerca molto più organico rispetto alle pagine con meno link.

Rischierei persino di dire qualcosa del genere:

i collegamenti equivalgono al traffico

Quindi hai capito: i link sono importanti. Ma come li ottieni?

Se stessi iniziando da zero senza connessioni in una nicchia nuova di zecca, lo farei iniziare costruendo relazioni con gli influenzatori del settore.

Queste relazioni non solo porteranno a backlink, ma possono anche portare a partnership, aiutare a condividere i tuoi contenuti e un sacco di apprendimento.

Per trovare quegli influenzatori, inizia con Google. Inizia a cercare gli argomenti che ti interessano. I risultati migliori sono in genere influenzatori.

Come trovare gli influenzatori

Riunisci un elenco di 10-20 di queste persone. Seguili sui social media, condividi i loro contenuti e commentali sui loro blog. Fai tutto ciò che desideri che le persone farebbero per te.

Successivamente, contattali e chiedi il loro feedback sui tuoi contenuti. Sii sincero a riguardo – parla di come li hai trovati, di ciò che ami del loro blog o di ciò che ammiri di loro. Più sei autentico, maggiori sono le possibilità di ottenere una risposta.

Una volta che diventerai migliore dei tuoi conoscenti, chiedi subito se citano i tuoi contenuti sul loro blog. Assicurati che sia prezioso per i loro lettori e che probabilmente saranno più che felici di aiutarti.

�� Ulteriori letture

  • Link Building per SEO di Brian Dean. Brian è uno degli esperti più rispettati nel campo della costruzione di link e sicuramente sa di cosa sta parlando.
  • La sezione relativa all’ottimizzazione off-page nella nostra guida pratica SEO.

E questo è tutto! Ora sai di più sul blog SEO di WordPress dell’80% dei blogger là fuori. Concediti una pacca sulla spalla!

Detto questo, mi rendo conto che parte di questo potrebbe sembrare forse un po ‘troppo semplice e conveniente. Non sembra esserci alcuna salsa segreta qui, giusto?

Bene, non c’è nessun trucco magico che sia sicuro "rompere SEO," purtroppo. La SEO consiste principalmente nel fare molte piccole cose e nel farle regolarmente. Si tratta davvero di mostrarsi e fare il vero lavoro piuttosto che sperare di imbattersi nella prossima tecnica killer.

Questo è fondamentalmente il modo in cui abbiamo costruito la posizione di questo blog nella nicchia di WordPress. Abbiamo fatto rete con le persone, commentato, contattato loro diverse volte, fatto amicizia e così via. Questo, nel tempo, ci ha permesso di ottenere link e quindi migliorare il nostro posizionamento nei motori di ricerca.

Ne parliamo un po ‘di più nel prossimo capitolo, che riguarda tutto promozione efficace del blog, controlla:

Capitolo 10: Come promuovere il tuo blog

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Это интересно
    Adblock
    detector