5 dei migliori strumenti di sviluppo WordPress locali confrontati per il 2020

Se sei uno sviluppatore di WordPress, probabilmente svolgi gran parte del tuo lavoro in ambienti di test. In questo modo, puoi armeggiare con i tuoi plugin, temi e siti tutto ciò che desideri senza rompere nulla per davvero. L’unica domanda è: quali strumenti di sviluppo WordPress locali sono più adatti alle tue esigenze?


La scelta di una configurazione può diventare complicata, perché ci sono molte opzioni disponibili. Ancora più importante, il flusso di lavoro varierà a seconda della scelta, quindi è importante sapere quali sono le opzioni e quali funzionalità ti offrono.

In questo articolo, ti presenteremo cinque dei nostri strumenti di sviluppo WordPress locali preferiti, tra cui:

  • DesktopServer
  • XAMPP
  • MAMP
  • Vagabondo
  • Local by Flywheel

Ti diremo come funzionano e confronteremo la loro facilità d’uso, funzionalità e prezzi. Portiamo questo spettacolo in viaggio!

Strumenti di sviluppo WordPress locali

Perché è fondamentale scegliere gli strumenti di sviluppo WordPress locali giusti

Imparare a programmare è abbastanza difficile e cercare aiuto online non ti guida sempre sulla strada giusta.

Ma anche prendendo in considerazione ciò, gli strumenti di sviluppo WordPress locali sono ancora qualcosa di cui anche i principianti dello sviluppo di WordPress possono trarre vantaggio.

L’implementazione delle modifiche in un ambiente live senza prima verificarle è una ricetta per il disastro. Se uno dei tuoi aggiornamenti rompe il tuo sito, non avrai altra scelta che ripristinarlo da un backup precedente o provare a risolvere il problema manualmente.

Ad ogni modo, è il momento in cui il tuo sito web non funziona come dovrebbe e gli utenti potrebbero notare il problema.

Ecco perché molti sviluppatori di WordPress esperti preferiscono utilizzare sia locali che ambienti di stadiazione a scopo di test. Entrambi gli strumenti possono raggiungere lo stesso obiettivo, ma non sono esattamente gli stessi. Ad esempio, è possibile accedere agli ambienti locali solo all’interno di una rete e non è necessaria una connessione Internet per configurarne una o utilizzarla. I siti Web di gestione temporanea, invece, sono impostati su server live, il che li rende migliori per i test delle prestazioni.

In questo articolo, ci concentreremo sugli strumenti di sviluppo WordPress locali. Se non hai ancora una soluzione preferita, ecco alcune delle funzionalità che vorresti tenere d’occhio quando ne scegli una:

Supporto per più siti Web locali.

Uno dei vantaggi degli strumenti locali è che puoi configurare tutti i siti simultanei che desideri. In questo modo, puoi lavorare su più progetti contemporaneamente.

Ambienti indipendenti per ogni sito Web.

Alcuni strumenti consentono di impostare ambienti compartimentati per ogni sito WordPress. Ad esempio, puoi avere un sito che esegue PHP 5 e un altro utilizzando PHP 7, lavorando fianco a fianco senza problemi.

Gestione del progetto semplice.

Idealmente, qualunque strumento di sviluppo locale tu scelga dovrebbe rendere il più semplice possibile aggiungere ed eliminare nuovi progetti WordPress. In questo modo, non perderai molto tempo a configurare nuovi ambienti o pulire dopo i test completati.

Mappatura del dominio semplice.

Nella maggior parte dei casi, ti consigliamo di associare ogni sito Web locale a un nome di dominio facile da ricordare. Puoi sempre farlo manualmente, ma è meglio se lo strumento scelto ti aiuta nel processo.

Infine, è importante notare che se fai parte di un team di sviluppo, ti consigliamo di consultarli prima di prendere una decisione. Dopotutto, è probabile che l’intero team finirà per utilizzare uno strumento, quindi avrai tutti accesso allo stesso set di funzionalità. Quando ogni membro del tuo team utilizza strumenti di sviluppo locale diversi, il risultato può essere un incubo logistico.

Cinque strumenti di sviluppo WordPress locali confrontati (in breve)

Abbiamo un sacco di terreno da trattare in questo post. Quindi, se stai cercando un rapido confronto, dai un’occhiata alla seguente tabella:

Migliori strumenti di sviluppo WordPress locali rispetto

DesktopServer
XAMPP
MAMP
Vagabondo
Local by Flywheel

Utilizza macchine virtuali?
Puoi configurare più siti Web WordPress?Fino a tre (utilizzando la versione gratuita)✅ (con qualche aggiustamento)✅ (con qualche aggiustamento)
È facile da usare?Moderatamente difficileModeratamente difficileModeratamente difficile
Ti consente di impostare diversi tipi di ambienti?✅ (fino a un certo punto)✅ (fino a un certo punto)
Puoi avviare e interrompere i siti Web a piacimento?
Ti aiuta a mappare i nomi di dominio su siti Web locali?
Include una dashboard che puoi usare?
PrezzoDisponibili versioni gratuite e premiumGratuitoDisponibili versioni gratuite e premiumGratuitoGratuito

Se pensi di poter prendere una decisione informata sulla base di queste informazioni, sentiti libero di fermarti qui. Tuttavia, ti invitiamo a continuare a leggere, in modo da avere un’idea più chiara di ciò che ciascuno di questi strumenti può offrirti.

Cinque strumenti di sviluppo WordPress locali confrontati (per intero)

Quando si tratta di strumenti di sviluppo WordPress locali, ci sono quattro aspetti principali che devi considerare:

  • come funzionano,
  • quanto sono facili da usare,
  • quali caratteristiche offrono,
  • la loro fascia di prezzo.

Se confronti ciascuno degli strumenti utilizzando tali criteri, che è esattamente ciò che faremo nelle seguenti sezioni, avrai tutte le informazioni necessarie per fare una scelta intelligente. Scaviamo dentro!

1. DesktopServer

DesktopServer

DesktopServer è uno strumento di Windows e macOS che ti consente di creare più siti Web WordPress locali utilizzando una semplice procedura guidata. Nonostante ci sia una versione gratuita dello strumento, è comunque necessario registrarsi per scaricarlo, che è un piccolo prezzo da pagare.

Per quanto riguarda la facilità d’uso, gli strumenti di sviluppo WordPress locali non sono molto più semplici di Desktop Server. Quando lo configuri per la prima volta, installerà tutto il software necessario per alimentare WordPress localmente. Quindi, è possibile rieseguire il programma ogni volta che si desidera creare o eliminare un sito Web WordPress locale.

Durante il processo di creazione, puoi scegliere quale versione di WordPress installare per il tuo sito, nonché assegnargli un nome di dominio.

Utilizzando DesktopServer.

Nel complesso, DesktopServer offre un’esperienza funzionale con pochissimi fronzoli, ma non è necessariamente una cosa negativa. Se tutto ciò che stai cercando è uno strumento semplice che funzioni in modo affidabile, questa può essere un’opzione solida.

�� Caratteristiche principali:

  • Include una procedura guidata per aiutarti a configurare nuovi siti Web WordPress locali.
  • Consente di mappare i domini ai siti locali.
  • Ti consente di duplicare o eliminare i tuoi siti in qualsiasi momento.
  • Consente di gestire fino a tre siti locali, utilizzando la versione gratuita del software.
  • supporti Apache, MySQL, e PHP 5.5.

Quando si tratta di funzionalità, la versione gratuita di DesktopServer è leggermente limitata. Esistono molti strumenti di sviluppo WordPress locali che offrono funzionalità più potenti per aiutarti a gestire i tuoi siti (che tratteremo a breve), anche se a volte possono essere eccessivi. Per quanto riguarda i fattori limitanti, diremmo che la più grande delusione è il fatto che DesktopServer supporta solo un singolo tipo di ambiente: un server Apache che esegue PHP 5 e MySQL.

Ad essere onesti, molti siti Web WordPress utilizzano lo stesso ambiente. Tuttavia, come sviluppatore, potresti voler avere un maggiore controllo sul tuo. In tal caso, dovrai selezionare un’altra opzione.

�� Prezzo:

Finora abbiamo parlato solo della versione gratuita di DesktopServer. C’è anche un’alternativa premium, che inizia a $ 99,95 all’anno. Per quei soldi, hai accesso a diverse funzionalità extra, incluso il supporto per multisito, la possibilità di esportare e archiviare le impostazioni di test e un’opzione per creare “progetti” di WordPress.

L’ultima funzionalità consente di archiviare impostazioni specifiche e quindi di utilizzarle per distribuire i siti più rapidamente. Ad esempio, se ci sono una manciata di plug-in e temi che ti piacerebbe impostare su ciascuno dei tuoi siti, puoi creare un modello di quella configurazione e archiviarlo per un uso successivo.

Una licenza premium DesktopServer dà anche diritto ad aggiornamenti durante tutto l’anno. Inoltre, puoi utilizzare una singola licenza per diversi computer, il che la rende un’opzione decente per i team con un budget limitato.

2. XAMPP

xamp

XAMPP è un acronimo che sta per Apache, MariaDB, PHP e Perl. In altre parole, racchiude tutto il software necessario per eseguire WordPress.

Questo particolare strumento di sviluppo locale è disponibile in due versioni: XAMPP normale e XAMPP-VM.

Il primo installa solo il software che abbiamo menzionato in precedenza in una directory sul tuo computer, mentre il secondo imposta tutto su una macchina virtuale Linux.

La versione normale del software è disponibile per Windows, sistemi basati su Linux e macOS. XAMPP-VM, d’altra parte, è disponibile solo per macOS. Con questo in mente, ci concentreremo sulla normale versione non VM di XAMPP per questo confronto.

Quello che fa XAMPP è impostare uno stack software sul tuo computer, ma non ti aiuta a installare WordPress. La piattaforma offre alcuni installatori autonomi per vari sistemi di gestione dei contenuti (CMS), ma siamo più parziali nel fare le cose manualmente.

Se sei lo stesso, ecco cosa c’è in serbo per te quando si tratta di installare WordPress con XAMPP.

La dashboard di XAMPP.

Per i principianti, dovrai impostare lo stack e verificare che tutti i servizi funzionino. Quindi dovrai farlo creare un database per il tuo sito WordPress, scarica l’ultima versione del CMS, decomprimila e configura manualmente un paio di file. Solo allora riuscirai a eseguire il programma di installazione di WordPress e dovrai comunque mappare il tuo nuovo sito su un dominio che puoi ricordare (se vuoi).

�� Caratteristiche principali:

  • Consente di impostare uno stack software che include Apache, MariaDB, PHP e Perl.
  • Fornisce l’opzione da scegliere tra più versioni di XAMPP, a seconda della versione di PHP che si desidera utilizzare.
  • Offre un’esperienza WordPress locale basata su VM, se sei un utente macOS e scarichi la versione corrispondente.
  • Ti consente di utilizzare un semplice strumento dashboard per gestire tutti i tuoi nuovi servizi.
  • Rende possibile impostare WordPress manualmente o utilizzare un programma di installazione autonomo (se lo si desidera).

Come sviluppatore, potresti apprezzare che XAMPP ti consente di mettere le mani un po ‘più sporche rispetto a strumenti come DesktopServer. In questo caso, avrai il pieno controllo su ciascuno dei componenti del tuo stack. Ad esempio, puoi avviare e arrestare il tuo server Apache in qualsiasi momento con un paio di clic o mappare il servizio su porte diverse. È inoltre possibile accedere a registri dettagliati e altro ancora.

XAMPP ti offre un ambiente perfetto per eseguire WordPress, ma non è un servizio su misura per il CMS. Ciò significa che dovrai armeggiare con alcune opzioni solo per impostare tutto. Inoltre, le cose diventano un po ‘complicate se si desidera utilizzare XAMPP per eseguire più di un singolo sito Web WordPress contemporaneamente. Probabilmente non è nulla che non puoi gestire, ma è più lavoro che utilizzare uno strumento progettato pensando a WordPress.

Nel complesso, XAMPP offre un fantastico livello di personalizzazione che ti consente di fare quasi tutto quello che vuoi, tuttavia non è un ottimo strumento per i principianti e non è la soluzione più semplice con cui lavorare.

�� Prezzo:

XAMPP è un pacchetto open source al 100%. Non esiste una versione premium con funzioni nascoste, quindi sei libero di usarlo come preferisci.

3. MAMP

MAMP

In molti modi, My Apache, MySQL, PHP (MAMP) è molto simile a XAMPP. È anche uno stack di software che ti consente di creare siti Web WordPress (e qualsiasi altro tipo di sito).

Il processo di utilizzo di questo strumento funziona allo stesso modo della nostra scelta precedente. Si imposta lo stack, si crea un database e quindi si passa attraverso i movimenti di impostazione di WordPress manualmente. Con questo in mente, concentriamoci su quali sono le maggiori differenze tra le due pile.

Prima di tutto, MAMP è disponibile solo per Windows e macOS. Esistono più versioni tra cui scegliere per ciascun sistema operativo, a seconda della versione di PHP che si desidera impostare. Inoltre, hai anche accesso a molti software aggiuntivi, tra cui Pitone, Perl, phpMyAdmin e altro.

In pratica, questo si traduce in più opzioni quando si tratta di creare siti Web e applicazioni locali. Per quanto riguarda WordPress, tuttavia, è probabile che non sarà necessario utilizzare nessuno di questi software. Tuttavia, sono alcuni extra interessanti da avere, nel caso in cui lavori su altri tipi di progetti che ne hanno bisogno.

Il più grande svantaggio dell’uso di MAMP rispetto a XAMPP è che il primo non offre programmi di installazione autonomi per applicazioni popolari come WordPress. Ad essere onesti, questa è solo una limitazione se non ti piace impostare manualmente i siti web. In tal caso, probabilmente starai meglio usando uno strumento più snello.

La dashboard di MAMP.

�� Caratteristiche principali:

  • Consente di configurare un ambiente basato su Apache, MySQL e PHP.
  • Consente di utilizzare diverse versioni del software, a seconda della versione di PHP che si desidera impostare.
  • Supporta molte altre lingue, tra cui Python e Perl.
  • Fornisce l’opzione per configurare manualmente i siti Web WordPress locali.

Quando si tratta di funzionalità, MAMP offre un controllo leggermente inferiore su ciascuno dei componenti del tuo ambiente rispetto a XAMPP. Inoltre viene fornito con una propria dashboard, ma offre meno opzioni. Questa differenza, oltre a tutte le altre, la rende una scelta eccellente se stai cercando uno strumento più semplice da gestire. Hai ancora accesso a quasi tutte le stesse funzionalità, ma MAMP è più semplice abituarsi.

�� Prezzo:

In questa sezione, ci siamo concentrati solo sulla versione gratuita di MAMP. Tuttavia, c’è anche un’opzione premium disponibile. Inizia a $ 59 sia per macOS che per Windows, sebbene il primo ottenga aggiornamenti più regolari e un supporto migliore.

MAMP Pro ti offre molte più opzioni, come la possibilità di configurare nginx server, uno strumento di test mobile e un editor integrato. Se tu e il resto del tuo team siete utenti macOS, tutte queste funzionalità rendono MAMP una scelta forte tra i numerosi strumenti di sviluppo WordPress locali disponibili.

4. Vagabondo

vagabondo

Finora, abbiamo coperto diversi strumenti di sviluppo WordPress locali che sono abbastanza simili. Ora è tempo di qualcosa di un po ‘diverso.

Vagabondo è uno strumento che ti consente di eseguire più macchine virtuali sul tuo computer e di utilizzarle come ambienti per i tuoi progetti.

Se non hai mai usato un programma come Vagrant, potresti pensare che sembri troppo disturbo.

Dopo tutto, potresti aver sentito che hai bisogno di un computer molto potente per eseguire più macchine virtuali. Questo è un po ‘vero, ma dipende anche da cosa vuoi usare quelle macchine. Se stiamo parlando dello sviluppo web locale, i requisiti di sistema non sono così ripidi.

Inoltre, Vagrant semplifica l’intero processo di installazione dell’ambiente. Dopo aver installato il software, puoi andare avanti e scaricare uno dei le molte “scatole” preconfigurate la sua comunità ha già creato. Se vuoi installare l’ambiente WordPress perfetto con pochi clic, avrai un sacco di scatole popolari tra cui scegliere. È probabile che troverai un’offerta che offre esattamente ciò di cui hai bisogno.

Uno sguardo a Vagrant dalla riga di comando.

Puoi anche eseguire il provisioning della tua macchina virtuale e utilizzare la riga di comando per impostare le cose esattamente come le desideri. Quindi, puoi condividere il tuo ambiente con tutti gli altri membri del tuo team. In questo modo, non devi tutti giocherellare con la configurazione del software e impilare allo stesso modo – Vagrant fa tutto per te.

Infine, arriviamo alla differenza più importante tra Vagrant e strumenti come XAMPP o MAMP. Con quest’ultimo, corri sempre il rischio di installare un software che interrompe la configurazione del tuo ambiente. Dopotutto, stai usando il tuo computer come server. Con uno strumento come Vagrant, ogni ambiente esiste separatamente all’interno del tuo computer. Ciò significa che puoi avere un server che esegue Nginx e un altro con Apache su due macchine Vagrant separate e non incorrere in alcun problema.

Finora, Vagrant probabilmente suona come un’opzione forte. Questo ha senso: è anche uno dei nostri strumenti preferiti. Tuttavia, non è necessario prendere il nostro giudizio al valore nominale. Ecco una citazione di Primož Cigler, uno sviluppatore full stack e CEO di ProteusThemes, sul suo amore per Vagrant:

Primoz Cigler

Primož Cigler
CEO di ProteusThemes

Quando si tratta dei miei ambienti di sviluppo WordPress locali preferiti, ne ho due, in realtà. Entrambi sono virtualizzazioni gestite da Vagrant. Questo da solo è importante, perché consente a me e all’intero team di ProteusThemes di avere un ambiente di sviluppo coerente su macchine e sistemi operativi diversi.

Il primo che utilizziamo come principale ambiente di sviluppo per i temi che sviluppiamo. È un fork modificato del progetto radici / traliccio. Sta eseguendo uno stack Ubuntu 16.04 nginx + mariadb + php-fpm.

Il secondo che utilizzo sempre più frequentemente è il Wocker. È un ambiente di sviluppo WordPress basato su docker con strumenti come WP-CLI integrato e consente la prototipazione rapida, la creazione di nuove installazioni WP senza effetti collaterali entro 5 secondi e il passaggio tra queste istanze facilmente. Nel complesso, è un ottimo strumento per testare nuove funzionalità, temi, plug-in … senza inquinare l’ambiente di sviluppo “standard”. È come avere istanze WP illimitate locali, nuove e disponibili disponibili in qualsiasi momento.

Uno dei limiti con strumenti come Vagrant, tuttavia, è il fatto che i file system di grandi dimensioni possono richiedere del tempo per la sincronizzazione tra il computer host e le sue macchine virtuali. Ma questo è un problema che non è probabile incontrare, tranne quando si lavora su grandi progetti.

�� Caratteristiche principali:

  • Consente di configurare macchine virtuali per le esigenze di sviluppo locale.
  • Consente di configurare ciascuna VM in base alle proprie specifiche e condividerle con altre persone.
  • Fornisce l’opzione per scaricare caselle preconfigurate ed eseguirle come desideri.
  • Ti aiuta a mantenere separati i tuoi ambienti di test e ad accenderli e spegnerli a piacimento.
  • Semplifica la gestione di tutte le macchine virtuali tramite la riga di comando.

Finora abbiamo citato due volte l’uso della riga di comando, e c’è una ragione per questo. Vagrant è uno strumento interamente a riga di comando disponibile per sistemi basati su Linux, Windows e macOS. Questa volta non ci sono interfacce o dashboard fantasiosi, ma solo tu e la riga di comando.

Se hai esperienza nello sviluppo web, è probabile che tu ti senta a tuo agio nell’utilizzare la riga di comando per la maggior parte delle attività quotidiane. D’altra parte, imparare i comandi necessari per usare Vagrant non è poi così complicato. Se non lo sei familiarità con la riga di comando tuttavia, non dovresti lasciarti fermare.

�� Prezzo:

Vagrant è un progetto open source gratuito. Questo fatto, combinato con tutte le altre sue caratteristiche, lo rende un’opzione fantastica sia per gli sviluppatori che per i team. Anche se hai il budget per acquistare strumenti di sviluppo WordPress locali premium, è probabile che Vagrant possa fare meglio il lavoro.

5. Locale tramite volano

Local by Flywheel

Nessuno degli strumenti di sviluppo WordPress locali che abbiamo trattato finora è ciò che potresti considerare eccessivamente facile da usare. DesktopServer è quello che si avvicina di più, ma è deluso da un’interfaccia arcaica.

Gli altri sono potenti, ma non sono particolarmente facili da usare se non hai un background nello sviluppo.

Ecco perché abbiamo deciso di arrotondare le cose Local by Flywheel.

Abbiamo già scritto su Local da Flywheel nel passato. All’epoca, tuttavia, era disponibile solo per macOS. Ora, sia gli utenti Windows che macOS hanno accesso a questa soluzione, ed è ancora uno degli strumenti di sviluppo WordPress locali più eleganti in circolazione.

Il più grande sorteggio viene dall’interfaccia di facile utilizzo di Local. La creazione di un nuovo sito Web è semplice come fare clic su un pulsante, quindi scegliere alcune configurazioni di base.

Utilizzo di Local by Flywheel.

Durante il processo, puoi scegliere tra server Nginx e Apache, nonché due versioni di PHP (5 e 7). Inoltre, puoi mappare subito il tuo nuovo sito Web locale su un dominio. Una volta impostato il tuo sito, sarai in grado di accedervi da un semplice elenco che include tutti gli altri tuoi progetti. Facendo clic su uno di essi, potrai rivedere le loro impostazioni, accedere al loro database, accedere alle directory locali e altro ancora.

C’è anche un’opzione per creare link live per i tuoi siti Web locali, il che significa che puoi condividere i tuoi progressi con compagni di squadra o clienti. Nel complesso, Local by Flywheel offre di gran lunga l’esperienza più semplice quando si tratta di sviluppo di WordPress locale. Potrebbe non essere potente come Vagrant, ma lo compensa grazie alla sua accessibilità.

�� Caratteristiche principali:

  • Ti consente di configurare siti Web WordPress locali con pochi clic.
  • Consente di monitorare lo stato di tutti i siti esistenti da un elenco.
  • Fornisce l’opzione per accedere a dashboard, database e directory locali dei tuoi siti con un clic.
  • Rende possibile la creazione di collegamenti in tempo reale, per condividere l’accesso ai progetti locali.
  • Offre la possibilità di impostare progetti, per distribuire facilmente siti Web WordPress utilizzando le impostazioni preferite.

Quando si tratta di funzionalità, tutto ciò che offre Local by Flywheel è su misura per i siti WordPress. Basti dire che Local è una gioia da usare se sei un appassionato di WordPress. Potrebbe non offrire tante opzioni di personalizzazione come Vagrant, ad esempio, ma sono due strumenti completamente diversi. Considerando che consigliamo Vagrant di più per i team di professionisti, Local è perfetto per abiti e progetti più piccoli con requisiti meno rigidi.

�� Prezzo:

Local by Flywheel è uno strumento completamente gratuito reso possibile dalla società di hosting gestita WordPress Flywheel. C’è anche una versione premium nelle opere, ma al momento i dettagli sono scarsi. Nel complesso, è uno dei nostri strumenti di sviluppo WordPress locali preferiti.

Potresti anche essere interessato a questi articoli:

  • Aziende costruite con outsourcing di sviluppo software
  • Come costruire il tuo sito web

Conclusione

Non tutti gli strumenti di sviluppo WordPress locali sono uguali. Quello che scegli avrà un grande impatto sul tuo modo di lavorare. Se fai parte di una squadra, ciò influirà anche su tutti quelli con cui lavori. Ecco perché vale la pena fare qualche ricerca sulle opzioni disponibili e sui vantaggi che ciascuna soluzione può offrirti.

Ricapitoliamo i nostri cinque strumenti di sviluppo WordPress locali preferiti e ciò che li rende unici:

DesktopServer

Questo è uno strumento semplice e intuitivo per lo sviluppo locale di WordPress.

XAMPP

Questo stack software è eccezionale se si desidera il pieno controllo del proprio ambiente.

MAMP

Questo strumento è molto simile a XAMPP, ma ha alcune funzionalità in meno ed è leggermente più facile da usare.

Vagabondo

Questo è un eccellente strumento di sviluppo locale basato su VM, che è un must per gli sviluppatori seri.

Local by Flywheel

Questo programma intuitivo è perfetto per progetti medio-piccoli.

Hai domande su come scegliere lo strumento perfetto per le tue esigenze di sviluppo WordPress locale? Ne parliamo nella sezione commenti qui sotto!

Non dimenticare di partecipare al nostro corso intensivo per accelerare il tuo sito WordPress. Con alcune semplici correzioni, puoi ridurre i tempi di caricamento anche del 50-80%:

Layout, presentazione e modifica di Karol K.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map