Rapporto sulla trasparenza n. 48 – L’ultimo

relazione sulla trasparenza 48


Benvenuti alla 48a edizione del rapporto mensile sulla trasparenza (per gennaio 2019). Questa serie è incentrata sul funzionamento interno di questo business: i nostri piani, strategie, passi successivi, cose buone e cattive. Clicca qui per vedere i rapporti precedenti.

A prima vista, il numero 48 potrebbe non sembrare una pietra miliare significativa. Tuttavia, sono passati davvero quattro anni interi da quando ho scritto il primo di questi rapporti! È tempo di guardare indietro a ciò che è accaduto da allora e alle cose che possiamo imparare per il futuro:

�� Fantasmi di rapporti passati, presenti e ancora a venire

Ho iniziato questa serie nel tentativo di condividere il nostro viaggio attraverso le prime fasi della crescita del business dei temi WordPress e di altri progetti correlati, incluso questo blog. Sapevo di avere qualcosa da condividere dopo tre anni di difficoltà come libero professionista in vari siti di concerti, per poi finalmente passare al settore tematico e scoprire che è possibile superare di 3 volte le tue entrate.

Volevo condividere tutte queste esperienze poiché ho immaginato che probabilmente ci sono molte persone là fuori che potrebbero trarre vantaggio da tali intuizioni. Dopotutto, non ero l’unica persona che andava dal libero professionista al business dei temi WordPress, quindi probabilmente ci sono altre persone che lottano con molte delle stesse sfide.

È stato sicuramente un viaggio difficile. Mentre le prime fasi non erano altro che la crescita – che puoi vedere chiaramente guardando i numeri dai rapporti iniziali – ci sono stati anche periodi più difficili. In particolare il momento in cui abbiamo perso circa il 50% delle nostre entrate. Giusto per mostrarti l’impatto complessivo di tutti questi alti e bassi, ecco dove siamo oggi:

statistiche

Sì, stai leggendo bene. Attualmente stiamo generando all’incirca gli stessi guadagni di aprile-maggio 2016.

Per quanto riguarda le relazioni sulla trasparenza, a un certo punto ho deciso di non condividere più i ricavi. (L’ho fatto prima delle gocce.) Non pensavo che condividere i numeri avesse apportato valore al lettore poiché non condividevo altre informazioni di base o analisi su ciò che stava causando le fluttuazioni.

I rapporti hanno anche avuto per me uno scopo duplice o addirittura triplo. Oltre ad essere un modo per condividere i miei pensieri, idee e lezioni che altri imprenditori possono usare, l’ho anche trattato come una specie di diario personale in cui posso in qualche modo "disco" il mio stato d’animo in una determinata fase che l’azienda stava attraversando.

Infine, i rapporti erano un modo per il team di vedere nella mia mente, per così dire, e imparare cosa sarebbe potuto succedere dopo. Non è una cosa perfetta, lo so, ma molte volte il team non sapeva davvero cosa stavo facendo. Da quando ho lavorato da solo, le relazioni erano spesso il loro modo principale di scoprirlo.

Fortunatamente, sono riuscito a cambiarlo, il che ha avuto un impatto positivo sull’azienda e sulla nostra cultura del lavoro generale. Ma i cambiamenti non erano solo i miei interni, anche lo spazio di mercato è cambiato, le dimensioni della nostra attività sono cambiate e l’ecosistema in cui ci trovavamo è cambiato (rete, partner).

Di conseguenza, quello che sto realizzando è che molte delle cose che condivido in questi rapporti, anche se ti sto dando una prospettiva in prima persona senza dettagli omessi, potrebbero non funzionare per te. Ciò è particolarmente valido quando si tratta di discutere di marketing, dal momento che ciò che stiamo facendo è altamente ottimizzato su misura per la nostra attività e lo stadio in cui si trova adesso. E so che il marketing è la prima cosa di cui vuoi sentire parlare (ho fatto un sondaggio qualche tempo fa su Twitter).

Ad esempio, non credo davvero che il mio account onesto e sincero al 100% su ciò che abbiamo fatto per promuovere tre dei nostri prodotti recenti ti avrebbe aiutato se lo avessi applicato. Lascia che ti mostri cosa intendo. Quindi ecco i nostri risultati:

  • Optimole (il nostro nuovo servizio di ottimizzazione delle immagini) – 10.000 utenti attivi in ​​tre mesi e molti di loro hanno pagato
  • Ruota del dominio – classifica tra i primi 3 per "generatore di nomi di dominio" dopo solo un paio di mesi
  • neve – il nostro ultimo tema – nella top 10 di WordPress.org e ha 10.000 installazioni attive; è sul mercato da meno di tre mesi

Come abbiamo fatto? Ecco l’intera strategia:

  1. Invia una newsletter menzionando la cosa.
  2. Outreach; contattare 20 siti con cui abbiamo una relazione.
  3. Elaborare idee di contenuto intorno agli argomenti correlati al prodotto → scrivere e pubblicare sui blog. Inoltre, cerca i modi per menzionare i nuovi prodotti nei contenuti precedenti e promuovi in ​​modo incrociato i nostri prodotti esistenti.

Fare quanto sopra quando hai appena iniziato porterà 0 risultati. Ma a un certo punto siamo in questo momento, una strategia di base come questa si traduce in un lancio riuscito.

Anche il nostro set di competenze / approccio generale come azienda è molto diverso da quello di quattro anni fa. Non si tratta tanto di seccature e fortuna in questo momento, ma piuttosto di coerenza ed esecuzione deliberata. Ok, forse solo il 10% di fortuna.

Anch’io sono una persona molto diversa. Quei quattro anni fa mi ero prefissato di raggiungere il maggior numero possibile e gestire tutto da solo. Ora sono più concentrato sulla strutturazione delle cose, sulla libertà degli altri e sulla lotta con l’impulso di farlo "lavorare sempre." Sto anche cercando di scoprire ed entusiasmarmi per altri argomenti, cose che non sono legate al mondo degli affari.

Quando abbiamo lanciato ThemeIsle più di cinque anni fa, il mio principale tipo di sogno era quello di essere in grado di portare l’intera squadra in una posizione esotica lontana e lavorare da lì – da qui l’intero tema pirata che è stato con ThemeIsle sin dall’inizio.

Ad ogni modo, sono passati cinque anni e siamo finalmente riusciti a trasformare quell’idea in realtà! Lo scrivo mentre mi godo le spiagge di Goa e mi diverto molto con la squadra. Soprattutto, abbiamo finalmente incontrato i nostri compagni di squadra indiani!

Eccoci a WordCamp Pune:

wcpune

goa

L’unico fatto di essere qui è davvero un grande risultato per me personalmente. È bello poterlo cancellare dall’elenco. Tuttavia, guardandolo ora, questa non è una pietra miliare nel grande schema delle cose, e provo la stessa gioia quando passo il tempo con la squadra in ufficio.

Torna ai rapporti sulla trasparenza; ciò che è molto importante è che non è più necessario che io tratti i rapporti come un modo per comunicare con il team. Ora abbiamo un set di piani a cui cerco di attenermi. C’è un manuale interno e non mi affretto molto nelle decisioni.

Con tutti quei cambiamenti, sviluppi e io che sto cambiando lungo la strada come persona, ho capito che anche questo formato deve cambiare.

Non sono sicuro che avrò qualcosa di prezioso da condividere con te ogni mese, all’orologio. Preferirei spostare questa serie in articoli fuori programma che arrivano solo quando sento davvero di voler condividere qualcosa e che tu, il lettore, puoi anche trarne beneficio in qualche modo. Forse è anche un periodo diverso per me personalmente. Sono più umile ora, disposto a imparare e discutere, piuttosto che parlare continuamente delle mie idee.

Per farla breve, i rapporti sulla trasparenza non stanno davvero andando via, ma lo sono. ��♂️

Ma aspetta, non partire ancora! Ho alcune informazioni reali qui, non solo le mie divagazioni su cose:

�� Riprogettazione e modifiche di ThemeIsle in arrivo

Qualcosa di cui ti ho parlato nei precedenti rapporti è l’imminente riprogettazione di ThemeIsle. Mettendo da parte le modifiche visive, introdurremo anche un nuovo modello di prezzi con alcune modifiche significative:

a) Non è più necessario vendere pacchetti di prodotti generici

Un presupposto che abbiamo testato con i nostri prezzi attuali è che se un utente riceve più prodotti da noi, dovrebbe avere maggiori probabilità di rimanere abbonato e rinnovare per gli anni successivi. Questo è un modello simile a un club, in cui la persona ottiene una tonnellata di prodotti che non sono necessariamente correlati – tranne per il fatto che sono tutti "per WordPress." Questa ipotesi si è rivelata falsa, quindi dobbiamo cambiare le cose.

La cosa principale che stiamo per sperimentare è la creazione di pacchetti personalizzati per ogni singolo prodotto in base alle funzionalità che il prodotto offre.

Ad esempio, invece di vendere "un unico tema" o "tutti i temi" – e tutto ciò che viene fornito con quei temi già raggruppati, venderemo un tema con entrambi "set di funzionalità A" o "set di funzioni A + B." In questo modo, ogni utente può ottenere una gamma di funzionalità di cui ha bisogno al momento.

Ad esempio, nel Piano personale per i temi, potresti non aver bisogno di altrettanti modelli di siti di partenza o dello stesso livello di supporto, ecc. Complessivamente, penso che questo modello offra all’utente una maggiore libertà di scelta e dovrebbe funzionare meglio.

b) Siti illimitati per Neve Pro

I nostri modelli di prezzo non sono stati troppo amichevoli se sei un’agenzia che costruisce molti siti per i clienti. Vogliamo cambiarlo con Neve Pro.

Tutte e tre le varianti del piano Pro supporteranno siti illimitati.

Non c’è altro modo per aggirarlo nell’attuale fase del mercato. Ad esempio, se sei un’agenzia che costruisce 100 siti di clienti su Hestia, ti costa $ 4.000. Se stai costruendo 100 siti su Astra, questo è $ 59. Una grande differenza, per non dire altro.

c) Sconti solo per il primo anno

Sebbene all’inizio fosse agitato, la comunità di WordPress ora è abbastanza a posto con i modelli di abbonamento annuale. Tuttavia, i tassi di rinnovo non sono enormi (40% nel nostro caso), ma ci aiutano comunque a pianificare a lungo termine e dedicare più risorse umane al supporto e alla manutenzione dei nostri prodotti principali.

Il prossimo passo in questa evoluzione, a quanto pare, sta offrendo sconti per il primo anno. Alcune aziende nello spazio lo stanno già facendo, come WPForms.

Il concetto in sé non è nuovo, questo è certo. Il settore dell’hosting lo abusa da anni. O, ok, forse abusare non è la parola giusta, ma si sono affidati abbastanza pesantemente a questo.

Ad esempio, l’acquisto di un piano di hosting SiteGround per un anno è molto conveniente – circa $ 47 in totale. Ma quando stai per rinnovare per il secondo anno, sono $ 143. Questo è un enorme urto, più di 3 volte!

Non abbiamo intenzione di andare così estremo. Ci accontenteremo di un piccolo sconto per il primo anno, solo per rendere più semplice per l’utente provare il prodotto e vedere se è giusto per loro. Quindi, quando arriva il momento del rinnovo, il piccolo aumento dei prezzi non dovrebbe essere un problema poiché hanno già visto il valore che il prodotto apporta.

Allo stesso tempo, considerando questi cambiamenti, capisco che il cambiamento di progettazione del sito in sé è una mossa enorme e avrà un impatto sulle vendite / sui download da solo. Pertanto, quando aggiungiamo modifiche ai prezzi, diventa davvero difficile attribuire i risultati a un fattore particolare.

Tutto questo è ancora praticamente sul tavolo da disegno, ma spero di poter condividere alcuni apprendimenti non appena saranno implementati il ​​nuovo modello di progettazione e prezzi.

�� Lontra e il futuro dell’editing a blocchi in WordPress

Prima di tutto, potresti voler dare un’occhiata alla nuova versione di lontra – il nostro plug-in gratuito che offre nuovi blocchi Gutenberg e un’intera libreria di modelli per semplificare il lavoro con il nuovo editor di blocchi.


Gutenberg Blocks and Template Library di Otter Gutenberg Blocks and Template Library di Otter

Author (s): ThemeIsle

Versione corrente: 1.5.4

Ultimo aggiornamento: 26 maggio 2020

otter-blocks.zip


98% di commenti


60.000 + Installazioni


WP 5.2 + Richiede

La sola esistenza di questa nuova implementazione del plugin è stata una sorpresa per alcuni di voi. Ad esempio, un giorno un amico mi ha detto qualcosa del genere, "Quindi ragazzi avete detto che non state lavorando a qualcosa di importante per Gutenberg, quindi cos’è questo?!"

Non stavo mentendo. Costruire qualsiasi componente aggiuntivo significativo per Gutenberg non era qualcosa che avevamo programmato di fare. Tutto quello che volevamo fare è assicurarci che i nostri plugin attuali siano pronti per Gutenberg e che offrano una buona esperienza utente.

Tuttavia, a Hardeep non importava e prese l’iniziativa. Con la libertà di lavorare praticamente su qualunque cosa voglia lavorare (a parte i compiti del suo team di supporto), ha iniziato a farsi coinvolgere.

Insieme a Marius, hanno iniziato a lavorare e rilasciare integrazioni per i nostri plugin esistenti uno alla volta. Quindi, l’attenzione si è spostata sulla ricostruzione dell’implementazione iniziale di Otter e poi sulla creazione di nuovi elementi per migliorare ulteriormente l’esperienza di Gutenberg.

Quindi, in questo momento, Otter offre una gamma di blocchi interessanti, come Sezione, Intestazione avanzata, Gruppo pulsanti, Servizio, Prezzi, Testimonianza, Google Maps, Informazioni sull’autore, Griglia postale, Carta, Icone fantastiche di caratteri e Icone di condivisione. Oltre a ciò, ci sono anche modelli compatibili con Gutenberg, che puoi importare con un clic. Ogni nuovo blocco consente inoltre all’utente di aggiungere CSS personalizzati e ci sono colonne dinamiche che aiutano a strutturare meglio l’intera pagina.

Con le cose che vanno così velocemente, abbiamo saltato tutti sul carro e abbiamo iniziato a contribuire a Otter e vediamo come possiamo aiutare. Il team dei temi ha svolto numerosi test, mentre mi sono concentrato sul fornire feedback sui prodotti. Quando tutti aggiunti insieme, ora abbiamo un fantastico plug-in aggiuntivo per il nuovo editor di blocchi con una tonnellata di nuove funzionalità, e tutte ottimizzate per funzionare con la maggior parte dei temi.

In questo momento, l’obiettivo con Altro è quello di costruirlo in una piattaforma, non solo in una raccolta di blocchi. Con i blocchi che abbiamo finora + la libreria dei modelli + l’approccio avanzato alle colonne + il CSS personalizzato, stiamo pianificando di costruire un ecosistema di terze parti per gli utenti che vogliono progettare modelli belli oltre a questa esperienza Gutenberg avanzata . Ad esempio, ecco alcuni modelli di blocco originati da Hestia, ora nella libreria Otter:

Blocchi di Estia

Molte persone si lamentano del nuovo editore e per vari motivi, principalmente legati a UX. Tuttavia, non dobbiamo concentrarci troppo su questo, e invece guardare al lato positivo. Il nuovo editor mette in evidenza e standardizza alcuni concetti essenziali e rende complessivamente più semplice per gli utenti occasionali creare pagine di bell’aspetto. Con soluzioni come Otter, possiamo modificare questo o quello e sviluppare ulteriormente ciò che è buono in Gutenberg.

Ok, questo è tutto ciò che ho per te adesso, ma ci sono due domande con cui voglio finire:

Primo: Come vedi il futuro del nuovo editor?

In secondo luogo, e una domanda un po ‘più complessa: Qual è la tua struttura aziendale da un punto di vista legale e dove ti trovi? Hai singole aziende tutte con i propri scopi o è tutto sotto un unico ombrello?

Questo argomento è qualcosa che mi interessa davvero, e lo sono da molto tempo ormai. Non ci sono informazioni sul web che provengono dai fondatori e tutto ciò che è lì sembra un po ‘grigio. Mi piacerebbe che questo fosse più trasparente e più semplice.

Se vuoi condividere, puoi farlo nei commenti qui sotto (in modo pubblico) o inviami un’e-mail a hi @ ionutn dot com.

Questo è tutto ciò che ho per te questo mese! Grazie per aver letto e per averci supportato! Rimani aggiornato e ricevi nuovi rapporti a te abbonandoti qui:

Tutte le modifiche e le riscritte spiritose di Karol K.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map