“Impara dagli errori”, dicono. Ecco i nostri errori commerciali e di marketing, i siti non funzionanti, le cose divertenti

“Impara dagli errori”, dicono. Ecco i nostri errori commerciali e di marketing, i siti non funzionanti, le cose divertenti

“Impara dagli errori”, dicono. Ecco i nostri errori commerciali e di marketing, i siti non funzionanti, le cose divertenti
СОДЕРЖАНИЕ
02 июня 2020

Errori commerciali e di marketing, siti non funzionanti, cose non divertenti


Non ci piace fare errori commerciali / di marketing, ma siamo davvero molto bravi con loro. Potresti anche dire che se non fossimo così bravi con loro, non saremmo mai arrivati ​​così lontano. Ecco perché:

Questo potrebbe sorprendere i lettori regolari di questi rapporti sulla trasparenza perché sanno che stiamo andando bene come azienda. Tuttavia, sono stati i nostri errori, grandi e cattivi, che ci hanno aiutato a raggiungere le vette del bene.

Siamo riusciti a prosperare nonostante tutti gli errori commerciali e di marketing "essi" ti dico di non fare. Abbiamo rotto migliaia di siti con un solo aggiornamento e abbiamo gettato nel vento migliaia di dollari pubblicitari. Una volta, abbiamo persino preso il dono dell’omaggio. E, per non parlare di tutti i sogni infranti.

Attraverso tutti questi errori, abbiamo continuato a imparare ed evitato di ripeterli (troppo spesso). Oggi alzerò il sipario e condividerò i più grandi con te. Spero che ti piacerà, ma soprattutto spero che questo post ti aiuti a evitare di commettere errori simili.

Lascia che lo spettacolo abbia inizio:

Errore n. 1: Amico, dov’è il mio punto e virgola?

Inizieremo al vertice con il boss, che è riuscito a commettere uno dei più grandi errori di sempre. Una cosa che dovresti sapere sul nostro amato leader è che gli piace fare le cose velocemente. Così veloce, che considera il "muoviti velocemente e spezza le cose" la filosofia per essere un tocco troppo conservativo per essere un modello di business fattibile.

Ionut ha deciso di apportare una modifica rapida a un tema. Zerif Lite era attivo su oltre duecentomila siti. Tuttavia, poiché la modifica era minuscola, decise di saltare e farlo immediatamente.

Ionut ha spinto l’aggiornamento … che mancava un punto e virgola.

Il risultato? Migliaia e migliaia di errori fatali in tutto il mondo.

Quando parla dell’errore, ammette che ha interessato * molte * persone. Tuttavia, nessuno sa con precisione quanti siti "noi" ha rotto con questo di base, e alcuni potrebbero dire un classico errore di codifica. Sapevamo solo che dovevamo impedire che accadesse di nuovo.

Sfortunatamente, non abbiamo imparato a fermarlo del tutto. Abbiamo appena imparato alcune cose sul flusso di lavoro e su come limitare l’impatto dei nostri errori.

�� Cosa abbiamo imparato da questo errore?

  1. Il primo passo è stato quello di proteggere il ramo di produzione. Lo conserviamo in una posizione sconosciuta lontano dalle mani di Ionut.
  2. Il secondo passo è stato quello di sposta il nostro flusso di lavoro verso l’implementazione automatica utilizzando Travis per gestire i test.

Errore n. 2: ogni sogno termina con un biglietto

Trovare un modo per aiutare i tuoi utenti da frustrati a soddisfatti è una sfida. Se non offri un buon mix di delicatezza e tatto, è possibile rovinare il sogno di qualcuno. Sfortunatamente, l’abbiamo fatto alcune volte.

Per uno, prendi la storia di un oratore motivazionale che è venuto da noi quando voleva creare una sezione riservata ai membri sul suo sito. Devi lavorare molto duramente per distruggere la fiducia di un oratore motivazionale. In questo caso, puoi vedere quanto abbiamo gestito male le cose.

Non indirizzare un cliente verso un articolo utile è uno dei nostri errori commerciali.

Questo utente ha rinunciato completamente a WordPress e è passato a Wix.

Un’altra volta, abbiamo inviato 5-7 risposte per aiutare un altro utente a utilizzare Hestia Free. Voleva cambiare i suoi caratteri mobili. Abbiamo anche creato un catalogo di errori in quel biglietto perché non abbiamo capito o risolto il problema prima di indirizzarlo verso i forum di WordPress.org.

Sfortunatamente, il cliente non è andato a ripetere la sua domanda sul forum. Peggio ancora, non ha fatto molto di più con il suo sito, che sembra abbandonato.

In entrambi questi esempi, abbiamo perso clienti perché non abbiamo effettuato una ricerca attraverso la nostra base di conoscenze.

�� Cosa abbiamo imparato da questi errori dell’assistenza clienti?

  1. Limita e reindirizza: Ora offriamo agli utenti di temi gratuiti un tutorial prima di reindirizzarli ai forum di WordPress. Li aiutiamo a iniziare senza influire sul servizio per i nostri utenti Pro.
  2. Politica di supporto più chiara: Abbiamo scritto una nuova politica di supporto che chiarisce sia ai clienti che al team di supporto cosa forniamo e come individuare le alternative.

Errore n. 3: tutti prendiamo e non diamo

Tutti cercano trazione quando rilasciano un nuovo prodotto e abbiamo fallito in diversi modi.

Abbiamo sperimentato e incasinato la pubblicità su alcune grandi piattaforme: Trucchi CSS (ero io), Google Ads e Facebook sono quelli che vengono in mente. Se ti piace buttare soldi nel vento, le pubblicità sono una buona opzione.

Se ti piace gettare il tuo tempo nel vento, la divulgazione è per te. Trascorri del tempo alla ricerca di influenzatori, crea e-mail e poi aspetta, aspetta, aspettare per una (no) risposta.

In breve, questi errori di marketing ci hanno insegnato questo mettere il prodotto nelle mani degli utenti era più importante che sensibilizzare l’opinione pubblica. Per tale motivo, abbiamo deciso di distribuire licenze annuali al Componente aggiuntivo Pro per il nostro tema, Neve. Ma … abbiamo sbagliato anche quello.

Anche se abbiamo trascorso del tempo a trovare gli elementi giusti, abbiamo perso un passo. Avevamo una stupenda landing page e preparato post per tutti i giusti gruppi di Facebook. Ne abbiamo parlato anche in un’edizione speciale della nostra newsletter. Ma non abbiamo mai testato il flusso di lavoro degli acquisti.

Inizialmente, le cose sono andate bene. Molte persone hanno saltato i piani, ma solo pochi hanno ricevuto i dettagli di accesso.

Gli utenti di Facebook ci informano che abbiamo avuto un problema con il nostro omaggio: non ha funzionato.

Coloro che hanno ricevuto l’email di accesso non sono stati in grado di accedere.

E se potevano accedere, non potevano vedere il prodotto.

Gli utenti che hanno ottenuto una licenza gratuita per Neve hanno scoperto di non poter scaricare il prodotto.

Coloro che hanno potuto vedere il prodotto hanno notato che la licenza è scaduta in 24 ore.

E così, tutti questi utenti sono stati costretti ad attendere un aggiornamento manuale del loro account.

Alla fine, siamo stati in grado di correggere tutti i problemi anche simultaneamente venendo martellati su Facebook. Tuttavia, pochissime delle osservazioni riguardavano la pesca a traina perché abbiamo spiegato la situazione, ci siamo scusati e abbiamo aggiornato gli utenti quando le loro licenze funzionavano.

Di conseguenza, siamo usciti dalla situazione guardando bene, sentendoci terribili, ma pronti a lanciare un accordo più grande e di maggior successo su AppSumo.

�� Come evitare l’anti-omaggio?

  1. Prova tutto: Questo non dovrebbe richiedere alcuna spiegazione, ma abbiamo saltato alcuni passaggi durante l’impostazione dell’omaggio. Avremmo dovuto testare l’intero processo dall’inizio alla fine con qualche idea su come sottoporre a stress il nostro flusso di acquisti.
  2. Sii onesto con gli utenti: Le persone possono essere piuttosto tranquille quando sanno che stai lavorando al loro problema. In altre parole, dì loro cosa è successo, fai sapere loro che sta arrivando la correzione e poi fai loro sapere quando tutto funziona.

Errore n. 4: prendi i nostri errori commerciali, per favore

Ci siamo concentrati su come impacchettiamo i nostri temi e plugin parecchie volte. Inizialmente, abbiamo offerto temi singoli per l’acquisto; tuttavia, l’abbiamo modificato per fornire pacchetti che contenessero tutti i temi e alcuni plugin.

Per gli utenti di un solo sito, avere trenta temi non era così utile. Se ti piace un tema e vuoi acquistarlo, allora vuoi comprarlo *. * Se stai creando un sito Web aziendale, avere accesso a una gamma di temi di nicchia non è utile.

Questo ci porta al secondo punto, non tutti i temi erano ugualmente buoni. Molti di loro erano nella media. Gli utenti non volevano un pacchetto di cianfrusaglie. Si aspettavano di avere un tema che fosse pronto all’uso senza un mucchio di altri prodotti che presentavano una varietà di problemi.

Offrire ai clienti pacchetti di temi a probabilità e fine è uno dei nostri errori di marketing

Altre volte, gli utenti non si rendevano conto che stavano acquistando un pacchetto e quindi non riuscivano a trovare il tema che avevano acquistato tra le dozzine di temi che avevano ricevuto. Quando i tuoi errori commerciali e di marketing portano minacce legali e controversie su PayPal, allora sai che qualcosa non va …

controversie

Tutto questo riguardava un mucchio di temi e plugin che non generavano entrate indipendenti. Quindi noi "pensionato" quelli inutili, sono tornati alle origini offrendo solo tre temi con siti di partenza che fornivano molteplici progetti che erano aggiornati, veloci e belli.

�� Cosa abbiamo imparato da questi errori commerciali:

  1. Scopri cosa vogliono i tuoi clienti: Pettina attraverso tutti i dati che hai. Tutto, dalle conversioni attraverso i test A-B ai biglietti di supporto, ti dirà cosa vogliono i tuoi potenziali clienti. Non essere troppo testardo quando si tratta di apportare modifiche.
  2. A volte devi uccidere vecchi prodotti: Trascorrere troppo tempo nella manutenzione dei prodotti crea un flusso di cassa negativo. Abbiamo deciso di concentrare le ore di sviluppo sui prodotti che stavano facendo soldi e andare in pensione quelli che erano più costosi che benefici.

Errore n. 5: recensioni negative, ne abbiamo avute alcune

Alcuni dei nostri temi sono stati abbastanza popolari. Zelle aka. Zerif era attivo su centinaia di migliaia di siti durante il suo apice. Invecchiando, abbiamo deciso di fornire un nuovo tema di punta, Hestia. quando sviluppare il tema, abbiamo provato qualcosa di diverso e l’abbiamo realizzato utilizzando un kit UI anziché da zero. Questa sfida ci ha aiutato in molti modi, ma alcuni errori sono scivolati lungo il percorso:

Il modo in cui codifichiamo il nostro tema ha portato a esperienze orribili sul prodotto

Quando si trattava di personalizzazione, anche le persone che conoscevano il codice avevano qualche problema a farlo funzionare.

Abbiamo scoperto che le persone avrebbero scavato nel codice. Rompere alcune cose. Risolvi alcune cose. Alla fine, il loro sito funzionerebbe correttamente. Ma poi ci sarebbe un’altra cosa. E quella sarebbe la cosa che tirerebbe fuori tutte le loro frustrazioni. Come questo recensore che ha avuto molti problemi a convincere Hestia a fare quello che voleva.

La codifica nel tuo tema è la peggiore in assoluto. È assolutamente ridicolo. E il tuo supporto non sa nulla. Mi dispiace aver acquistato il tuo tema.

Un recensore

Uno dei motivi per cui odiamo questa recensione è che si tratta di un reclamo corretto che si è sviluppato dopo alcuni problemi. Nel suo caso, è stata la pagina del carrello a essere il punto di svolta. L’intestazione non aveva un design coerente.

Il design incoerente è uno dei nostri errori commerciali e di marketing

All’utente non è piaciuto e non è stato in grado di risolverlo.

Abbiamo concordato che il titolo era un problema e abbiamo condiviso il codice per risolverlo. Il problema è stato segnalato su GitHub e un aggiornamento è stato rilasciato una settimana dopo. Quando abbiamo chiuso il biglietto, l’utente era grato e ci ha ordinato di trascorrere un fantastico weekend.

�� In che modo ci hanno aiutato queste recensioni?

  1. Segnala problemi e suggerimenti: Abbiamo cambiato il modo di comunicare con i nostri sviluppatori. Ora raccogliamo tutti i suggerimenti e li aggiungiamo al repository GitHub del prodotto.
  2. Ascolta il feedback e integralo: Abbiamo integrato i suggerimenti sul codice quando abbiamo riformattato Hestia.

Conclusione: possiamo superare anche i peggiori errori commerciali e di marketing

Leggere un elenco come questo deve farti sentire abbastanza bene, giusto? Tutti commettiamo errori e le aziende possono persino riprendersi e prosperare nonostante loro.

E sono sicuro che non è la fine della nostra attività o errori di marketing. Sono sicuro che continueremo a crearne di nuovi.

La chiave per noi è stata ammetterli e trarre vantaggio dalle lezioni che avevano per noi. Questo ci ha aiutato a evitare di ripetere gli stessi errori ancora e ancora.

Perché, la verità è che puoi rompere i siti dei tuoi utenti solo una o due volte prima che vengano pubblicati. Chi potrebbe biasimarli?

Hai degli scheletri nell’armadio della tua attività? Condividi nei commenti.

Non dimenticare di partecipare al nostro corso intensivo per accelerare il tuo sito WordPress. Con alcune semplici correzioni, puoi ridurre i tempi di caricamento anche del 50-80%:

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Это интересно
    Adblock
    detector