WordPress S3 Tutorial: come collegare WordPress ad Amazon S3 Bucket

WordPress S3 Tutorial: come collegare WordPress ad Amazon S3 Bucket

WordPress S3 Tutorial: come collegare WordPress ad Amazon S3 Bucket
СОДЕРЖАНИЕ
02 июня 2020

Cerchi un tutorial su WordPress S3 per rendere operativo il tuo sito WordPress con Amazon S3? In questo post, ti illustrerò tutto ciò che devi sapere su WordPress e Amazon S3.


Innanzitutto, inizierò con una panoramica di ciò che Amazon S3 * in realtà * è e di come può beneficiare il tuo sito WordPress. Quindi ti illustrerò l’esatto processo che devi seguire per iniziare a scaricare i file del tuo sito WordPress su Amazon S3.

C’è molto da coprire, quindi tuffiamoci in …

Tutorial WordPress S3

Che cos’è Amazon S3?

Amazon S3 è un servizio di archiviazione oggetti di Amazon Web Services. Potresti non rendertene conto, ma un enorme pezzo di Internet si basa su Amazon S3, motivo per cui anche una breve interruzione di S3 in una posizione può causare l’intera Internet a …, fuori di testa.

Non sono super interessato a entrare nei dettagli specifici di cosa sia l’archiviazione di oggetti (Wikipedia può aiutarti). Invece, mi interessa di più come Amazon S3 e la memorizzazione degli oggetti si collegano al tuo sito WordPress.

L’uso più comune di Amazon S3 è archiviare tutti i file che di solito memorizzeresti nella tua libreria multimediale di WordPress nel cloud. In sostanza, puoi archiviare ("scaricare") il tuo:

  • ��️ immagini
  • �� video
  • �� file audio
  • �� documenti PDF
  • eccetera.

Oltre a ciò, alcune persone usano anche S3 per archiviare risorse come CSS, JavaScript, ecc.

Ogni area di archiviazione di Amazon S3 è chiamata a "secchio". Un secchio è fondamentalmente una raccolta di file (puoi leggere informazioni sulla memorizzazione degli oggetti se vuoi sapere come sono effettivamente archiviati).

Quindi, essenzialmente, anziché archiviare i file sul tuo server, li archiverai in un bucket in Amazon S3.

Quali sono i vantaggi dell’utilizzo di Amazon S3 per il tuo sito WordPress?

  • Richieste ridotte al server – poiché il server non deve più consegnare file multimediali (o potenzialmente risorse), è possibile ridurre i tempi di caricamento della pagina.
  • Spazio di archiviazione più conveniente – se ti stai confrontando con i limiti di archiviazione del tuo host, posso quasi garantire che i prezzi di archiviazione di S3 sono più economici di quanto verrà addebitato dal tuo host.
  • Media distaccato – poiché i tuoi file multimediali sono distaccati dal tuo sito, è molto più facile spostare il tuo sito WordPress (come tra host). Fondamentalmente stai solo spostando i file PHP, il che non occupa quasi spazio.
  • scalabilità – poiché Amazon S3 alimenta l’intera Internet (ok, è un po ‘di iperbole), puoi essere abbastanza sicuro che Amazon possa adattarsi a qualsiasi cosa accada al tuo sito.

Ed ecco la parte divertente:

Amazon S3 è gratuito per il tuo primo anno (fino a 5 GB di spazio di archiviazione). E anche dopo, lo è sorprendentemente conveniente.

Qual è la differenza tra Amazon S3 e un CDN?

Molte persone parlano di Amazon S3 come se fosse lo stesso di una CDN. Capisco perché – ci sono sicuramente alcune somiglianze a livello di superficie che rendono facile confondere le due cose.

Cioè, come una CDN, puoi scegliere di caricare immagini da Amazon S3 anziché dal server del tuo sito WordPress.

Ma ecco cosa non è come un CDN:

Quando crei un bucket in Amazon S3, si trova in una posizione fisica (che puoi scegliere).

Un CDN, d’altra parte, ha distribuito sedi in tutto il mondo.

Quindi, a questo proposito, Amazon S3 ha in realtà più cose in comune con il tuo server (una singola posizione fisica) rispetto a una CDN (molte località in tutto il mondo).

In breve:

Amazon S3: Mentre puoi sicuramente pubblicare file da S3 ai tuoi visitatori, S3 il focus principale è lo storage.

CDN: Un CDN è focalizzato sulla consegna dei file il più rapidamente possibile, piuttosto che conservarli in modo economico (come S3).

Perché non usare solo un CDN, quindi?

Bene, ecco il punto:

Puoi ancora usare un CDN. È sorprendentemente semplice collegare il tuo bucket Amazon S3 alla tua CDN preferita. Puoi usarlo con qualsiasi cosa, da Cloudflare a KeyCDN a Stackpath.

Amazon Web Services ha anche una propria CDN, chiamata CloudFront, che è anche super facile da connettere ad Amazon S3.

In effetti, è così che ti consiglio di farlo se hai un pubblico globale.

Usando entrambi, tu:

  • ottieni ancora i vantaggi di archiviazione di S3
  • ottieni anche i vantaggi in termini di prestazioni di una CDN

Spiegazione della connessione WordPress S3

Se segui le istruzioni in questo post, ecco come funzionerà il tuo sito WordPress alla fine di questo tutorial di WordPress S3:

  • Carichi i file nella tua libreria multimediale di WordPress come di consueto (ad es. Attraverso il normale Aggiungi media pulsante)
  • Il plug-in WordPress S3 scelto copia o sposta automaticamente quei file su Amazon S3
  • Il tuo sito WordPress offre il file archiviato su S3 o utilizza una rete CDN connessa al tuo bucket S3

Ecco cosa ti serve per configurare l’integrazione di WordPress S3

Per connettere WordPress ad Amazon S3, avrai bisogno di:

  • Un account Amazon Web Services – questo è gratuito per iscriversi.
  • Un secchio pubblico Amazon S3 – questo è gratuito per il tuo primo anno (fino a 5 GB). Ti mostrerò come crearne uno.
  • Un plugin per WordPress S3 – questo ti aiuta a scaricare automaticamente i file che carichi su WordPress sul tuo bucket S3.

Quale plugin per WordPress S3 dovresti usare?

Esistono alcuni plugin WordPress S3 diversi tra cui scegliere:

  • WP Offload Media Lite – ha una versione gratuita abbastanza generosa, ma quella versione funziona solo con i file appena caricati. Se vai su Pro, sarai anche in grado di archiviare e servire le tue risorse da S3 e caricare file esistenti. Inoltre, semplifica l’utilizzo di una CDN in un secondo momento (se rientra nel tuo piano).
  • W3 cache totale – W3 Total Cache include una funzionalità che ti consente di connettere il tuo sito ad Amazon S3 se scegli S3 come CDN nelle impostazioni di W3 Total Cache.
  • Cartelle della libreria multimediale Pro S3 – ti consente di gestire la tua libreria multimediale WordPress con le cartelle scaricando contemporaneamente tutti o parte di quei file su Amazon S3 e mantenendo la stessa struttura di cartelle.
  • Caricamenti di Human Made S3 – senza un’interfaccia reale, questo progetto ospitato da GitHub di Human Made non è realizzato per utenti occasionali. Ma gli sviluppatori dovrebbero apprezzarlo. Puoi Per saperne di più qui.

Il plugin WordPress S3 che userò per questo tutorial

Per questo tutorial, ho intenzione di utilizzare WP Offload Media Lite da Delicious Brains perché è l’opzione più conosciuta al momento in cui sto scrivendo questo articolo.


WP Offload Media Lite per Amazon S3, DigitalOcean Spaces e Google Cloud Storage WP Offload Media Lite per Amazon S3, DigitalOcean Spaces e Google Cloud Storage

Author (s): Cervelli deliziosi

Versione corrente: 2.3.2

Ultimo aggiornamento: 11 marzo 2020

amazon-s3-and-cloudfront.2.3.2.zip


80% di commenti


40.000 + Installa


WP 4.9 + Richiede

Ma ecco la cosa sulla procedura di installazione:

La maggior parte dei passaggi avverrà nell’interfaccia di Amazon S3 e sono identici per tutti i plug-in. Ciò significa che probabilmente puoi seguire la maggior parte di questa guida anche se decidi di utilizzare uno degli altri plugin.

Le uniche differenze saranno le porzioni molto brevi che si verificano nell’interfaccia di ciascun plug-in.

Come usare WordPress con Amazon S3: passo dopo passo

Ecco tutto ciò che devi fare per iniziare a utilizzare Amazon S3 con il tuo sito WordPress:

Probabilmente dovrebbe essere ovvio, ma consiglio vivamente di eseguire il backup del sito prima di iniziare questo processo.

Passaggio 1: installare e attivare il plug-in WP Offload Media Lite

Non hai ancora intenzione di fare nulla nell’interfaccia del plugin. Ma prima di passare all’interfaccia di Amazon S3, è una buona idea assicurarsi di avere il plug-in installato e attivato sul tuo sito.

Quando si attiva WP Offload Media Lite, verrà richiesto Definisci le tue chiavi AWS.

Nei prossimi passaggi seguirai la procedura per generare effettivamente quelle chiavi.

Passaggio 2: crea un nuovo bucket su Amazon S3

Se non hai già creato un account Amazon Web Services gratuito, vai avanti e farlo ora.

Dopo aver creato il tuo account, accedi alla sezione Amazon S3 dalla dashboard dell’account AWS o clicca qui per andare direttamente a S3.

Nell’interfaccia S3, fare clic sul pulsante per Crea secchio:

interfaccia amazon s3

Nell’interfaccia popup:

  • Dai un nome al tuo secchio
  • Scegli un Regione (rendilo il più vicino possibile al tuo pubblico di destinazione, soprattutto se non hai intenzione di utilizzare un CDN)
  • Clic Creare

creare un secchio s3

Passaggio 3: imposta il criterio del bucket

Affinché tutto funzioni correttamente, devi rendere pubblico il tuo bucket S3. Per fare ciò, usi qualcosa chiamato a politica del secchio.

Per aggiungere un criterio bucket, fai clic sul bucket nell’interfaccia S3:

modifica secchio

Nello screenshot qui sopra, puoi vedere che l’altro mio bucket è già pubblico, mentre il codeinwp il bucket che ho creato per questo tutorial è contrassegnato come Non pubblico. Dopo questo passaggio, lo desideri Pubblico indicatore anche per il tuo secchio.

Nella schermata successiva, fai clic su permessi scheda e quindi selezionare Politica della benna:

politica di accesso al bucket

Dovresti vedere un editor di codice JSON. Incolla lo snippet di seguito e salva le modifiche.

Assicurati di sostituire codeinwp con il nome effettivo del tuo bucket:

{
"Versione": "2008-10-17",
"dichiarazione": [
{
"Sid": "AllowPublicRead",
"Effetto": "permettere",
"Principale": {
"AWS": "*"
},
"Azione": "S3: GetObject",
"Risorsa": "ARN: AWS: s3 ::: codeinwp / *"
}
]
}

inserisci la politica del bucket

Una volta salvate le modifiche, dovresti vedere il secchio contrassegnato come Pubblico nella dashboard di Amazon S3:

secchio pubblico

Passaggio 4: creare un utente e un criterio IAM

Ora, devi creare qualcosa chiamato un utente IAM. Questo utente in pratica consente al plug-in di gestire il tuo bucket S3, che è essenziale se vuoi che il plug-in aggiunga automaticamente i file che carichi su WordPress.

Questa è la parte più complicata dell’intero processo, quindi analizzerò tutto passo per passo e userò molti screenshot.

Una volta terminato questo processo ti darà il Chiavi AWS che il plug-in richiede e sei praticamente finito.

Per creare il tuo utente IAM, vai nell’area IAM nel tuo account AWS.

Da lì, selezionare il utenti tab:

Dashboard utente

Quindi fare clic su Aggiungi utente in cima:

crea utente iam

Nel Aggiungi utente interfaccia, devi dare un nome al tuo utente. Quindi, assicurati di selezionare Accesso programmatico sotto Tipo di accesso. Dopo averlo fatto, fai clic su Avanti: Autorizzazioni:

accesso programmatico

Nella pagina successiva, selezionare il Allegare direttamente le politiche esistenti scheda e selezionare Crea politica:

allegare la politica

Ciò avvierà una nuova finestra. In quella nuova finestra, vai su JSON scheda e incolla in questo frammento di codice:

{
"Versione": "2012/10/17",
"dichiarazione": [
{
"Effetto": "permettere",
"Azione": [
"S3: CreateBucket",
"S3: DeleteObject",
"s3: Put *",
"s3: Get *",
"s3: Lista *"
],
"Risorsa": [
"ARN: AWS: s3 ::: codeinwp",
"ARN: AWS: s3 ::: codeinwp / *"
]
}
]
}

Assicurati di sostituire le due istanze di codeinwp con il nome effettivo del tuo bucket Amazon S3.

Quindi fare clic Politica di revisione in fondo:

iam politica dell'utente

Nella schermata successiva, assegnagli un nome e fai clic su Crea politica:

salva la politica

Adesso:

  • Torna alla scheda Aggiungi utente IAM di prima
  • Clic ricaricare
  • Seleziona il criterio che hai appena creato dall’elenco (puoi cercarlo per nome per risparmiare tempo)
  • Clic Avanti: Revisione

cerca la politica utente di iam

Nella schermata successiva, fai clic su Creare un utente:

allega la politica dell'utente di iam

Nella schermata successiva, dovresti vedere:

  • ID chiave di accesso
  • Chiave di accesso segreta (dovrai fare clic Mostrare per vedere effettivamente la chiave segreta)

chiavi di accesso s3

Tieni a portata di mano entrambi questi valori perché nel prossimo passaggio ne avrai bisogno.

Passaggio 5: aggiungere le chiavi di accesso al file wp-config.php

Accidenti! Hai ufficialmente finito con l’interfaccia AWS.

Ora puoi tornare ai confini amichevoli del tuo sito WordPress.

In particolare, è necessario modifica il tuo file wp-config.php. Puoi farlo tramite FTP o tramite il file manager cPanel.

Aggiungi lo snippet di codice seguente al tuo file wp-config.php, assicurandoti di sostituire gli asterischi con le tue chiavi effettive dal passaggio precedente:

define (‘AS3CF_AWS_ACCESS_KEY_ID’, ‘********************’);
define (‘AS3CF_AWS_SECRET_ACCESS_KEY’, ‘*********************’);

Ecco come appare nel file wp-config.php del mio sito:

aggiungi le chiavi di accesso di wordpress s3 a wp-config.php

Assicurati di salvare le modifiche.

Passaggio 6: selezionare il bucket S3 nelle impostazioni di WP Offload Media Lite

Adesso vai a Impostazioni → Scarica S3.

Digita il nome del tuo bucket S3 in Quale secchio ti piacerebbe usare? campo e fare clic Salva secchio:

inserisci il bucket s3 nel plugin

Dopo aver salvato le modifiche, dovresti vedere l’interfaccia del plug-in completo:

interfaccia completa

Nota: a causa di come avevo impostato il criterio utente IAM, i pulsanti per Sfoglia secchi esistenti o Crea un nuovo secchio volere non funziona. Questo è in realtà intenzionale in quanto è più sicuro.

Se non ti piace sacrificare questa funzionalità per motivi di sicurezza, puoi modificare la norma utente IAM alla politica descritta qui. Ma, come vedrai in quello stesso articolo, Delicious Brains raccomanda il metodo che ho usato come approccio più sicuro in RESTRIZIONI ALLE BENI sezione.

Passaggio 7: configurare le impostazioni di Offload S3 (se lo si desidera)

A questo punto, sei praticamente completamente impostato. Tutti i nuovi file caricati verranno automaticamente scaricati su Amazon S3. Inoltre, il plug-in riscriverà automaticamente gli URL dei file per tali file in modo che il file sia offerto da Amazon S3 anziché dal tuo server.

Puoi testarlo caricando un nuovo file multimediale e guardando il codice sorgente quando lo inserisci:

esempio di file multimediale scaricato

Se vuoi che il plug-in carichi file esistenti su Amazon S3, tuttavia, lo farai è necessaria la versione premium.

Se desideri regolare una delle funzionalità del plug-in, puoi apportare modifiche qui. Ma per la maggior parte delle situazioni, le impostazioni predefinite dovrebbero andare bene.

Passaggio 8: (Opzionale) Connetti Amazon S3 a una CDN

Come ho detto all’inizio, è possibile utilizzare un CDN in combinazione con Amazon S3.

Mostrarti come fare questo per ogni singolo provider CDN richiederebbe un lungo post a sé stante, ma posso darti alcuni suggerimenti.

Se vuoi connetterti ad Amazon CloudFront, puoi farlo direttamente dal tuo account AWS entro seguendo questo tutorial.

Per l’origine pull CDN come KeyCDN o Stackpath, praticamente tutto ciò che devi fare è inserire il tuo URL bucket Amazon S3 nel URL di origine quando si configura la CDN.

Per trovare il tuo URL bucket S3, basta seguire questo formato:

https://bucket_name.s3.amazonaws.com/

Per esempio:

https://codeinwp.s3.amazonaws.com/

Ed è anche possibile usare Cloudflare con Amazon S3 (anche se potrebbe essere necessario rinominare il bucket).

Dopo aver configurato la tua CDN, puoi utilizzare WP Offload Media Lite CloudFront o dominio personalizzato opzione per riscrivere gli URL dei file per usare il tuo CDN invece del tuo bucket S3:

usa s3 con un cdn

Se hai scelto di utilizzare uno degli altri plugin WordPress S3, il Enabler CDN il plugin può fare praticamente la stessa cosa.

WordPress S3: una collaborazione utile

Utilizzando un plugin WordPress S3, puoi scaricare facilmente i tuoi file e sfruttare l’infrastruttura dei servizi Web di Amazon.

Anche se il processo potrebbe richiedere circa 30 minuti per essere configurato, una volta eliminato, l’integrazione di WordPress S3 è abbastanza indolore e non dovrebbe richiedere ulteriore lavoro.

Hai altre domande sul collegamento del tuo sito WordPress ad Amazon S3?

Lascia un commento e faremo del nostro meglio per dare una mano!

Non dimenticare di partecipare al nostro corso intensivo per accelerare il tuo sito WordPress. Con alcune semplici correzioni, puoi ridurre i tempi di caricamento anche del 50-80%:

Layout, presentazione e modifica di Karol K.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Это интересно
    Adblock
    detector