Tutorial completo: come costruire un sito di appartenenza su WordPress

Tutorial completo: come costruire un sito di appartenenza su WordPress

Tutorial completo: come costruire un sito di appartenenza su WordPress
СОДЕРЖАНИЕ
02 июня 2020

I siti di appartenenza (su WordPress) sono un concetto davvero interessante, soprattutto quando si tratta di trovare un modo unico per offrire contenuti premium al tuo pubblico o ai tuoi clienti.


Quando lo guardi, non c’è quasi nessun altro metodo là fuori che ti darebbe il pieno controllo su quale parte del tuo contenuto gli utenti possono accedere. Ad esempio, con un prodotto standard o un libro, tale controllo non è proprio possibile. Le persone tendono a passare in giro libri e altre forme di prodotti fisici. Ma nella maggior parte dei casi, non passeranno in rassegna i dettagli del sito di appartenenza.

Pertanto, l’idea dei siti di appartenenza su WordPress è eccezionale, a condizione che tu o l’azienda per cui stai costruendo il sito possieda i contenuti giusti da condividere su base di appartenenza.

In questa guida tratteremo tutti i dettagli dei siti di appartenenza e come costruirli su WordPress. Procederemo attraverso l’intero processo, passo dopo passo, direttamente da un sito WordPress vuoto a un sito WordPress di appartenenza completamente funzionale.

Tutorial completo: come costruire un sito di appartenenza su WordPress

La panoramica

Prima di tutto, l’argomento non è così semplice come potresti pensare. Costruire un sito di appartenenza su WordPress è molto più di una semplice installazione e attivazione di un sacco di plugin e quindi sperare che le cose si prendano cura di se stesse.

Ciò che conta davvero qui è scegliere i plugin giusti che gestiscono tutti i loro compiti specifici, quindi configurarli correttamente e quindi creare il contenuto di WordPress per i membri e legarli tutti insieme.

Quindi quello che ho intenzione di fare qui è presente proprio questo – quali plugin di appartenenza scegliere e come configurarli correttamente.

I tratti di un sito di appartenenza adeguato su WordPress

Cominciamo prendendo un minuto per discutere del motivo per cui WordPress inizialmente non era destinato a gestire un sito di appartenenza.

"Aspetta cosa?!"

Aspetta, ciò che intendo in realtà non è che WordPress non può essere utilizzato per gestire un ottimo sito di abbonamento. Intendo solo che non era destinato a tale scopo quando la piattaforma è stata originariamente creata.

Ma possiamo superare le carenze di WordPress creando un bel riassunto e un brainstorming su ciò che vogliamo davvero ottenere con la nostra creazione.

Ecco alcuni dei dettagli su WordPress che devono essere affrontati / risolti:

1. La mancanza di adeguati moduli di accesso, registrazione front-end o pagine del profilo utente in WordPress predefinito.

Ok, so che tutti possono registrare un account su un sito WordPress andando alla sezione /wp-login.php?action=register del sito, ma non è esattamente quello che vogliamo.

Quindi sul nostro sito di appartenenza a WordPress, abbiamo bisogno di un modulo di registrazione front-end che assomigli di più a Facebook (come se fosse pensato per le persone normali) e non come qualcosa destinato agli sviluppatori.

Lo stesso vale per le pagine di accesso e le pagine del profilo utente. Mentre tutti gli utenti di un sito WordPress hanno accesso alla sezione /wp-admin/profile.php del sito, di nuovo, le persone normali potrebbero avere difficoltà a orientarsi nel pannello di amministrazione.

2. La mancanza di ruoli utente aggiuntivi.

In WordPress, ottieni solo un ruolo utente sensibile che puoi assegnare ai tuoi membri: l’abbonato. E se avessi più livelli di abbonamento? Cosa succede se hai più programmi di abbonamento nello stesso sito? Che cosa succede se si desidera dare account di appartenenza ai dipendenti?

Alla fine, dobbiamo semplicemente avere un modo per creare ruoli utente aggiuntivi.

3. Nessuna possibilità di impostare chi vede cosa sul sito.

WordPress ha solo funzionalità di base per la protezione con password e "contenuto privato" stato quando si tratta di proteggere post e pagine. Questo non è qualcosa su cui possiamo eseguire un buon sito di WordPress per abbonati. Dobbiamo espandere la struttura del contenuto predefinita disponendo di un meccanismo migliore per impostare il contenuto bloccato e ciò che è disponibile per tutti.

4. Nessun controllo avanzato sui menu.

La maggior parte dei siti di appartenenza pubblica molti contenuti e li classifica in vari modi (ad es. In base alla data di disponibilità, all’argomento, ecc.). Tutto ciò significa che dobbiamo anche avere una qualche forma di gestione avanzata dei menu. Qualcosa che ci consentirebbe di mostrare determinate opzioni di menu a gruppi specifici di utenti e nasconderli agli altri.

Bene, quindi abbiamo un elenco di problemi di WordPress che dobbiamo superare se vogliamo persino chiamare il nostro sito un sito di appartenenza. Quindi, discutiamo un’altra cosa, ed è il tipo di sito di appartenenza che costruiremo.

Questo è ciò di cui il 90 percento delle persone ha bisogno da un sito di abbonamento WordPress

Immagino che il modo migliore per affrontare questo argomento – in modo che tutti possano trarne vantaggio – è creare un ambiente di appartenenza standard che probabilmente è quello di cui il 90 percento (suppongo, tra l’altro) di cui i proprietari dei siti hanno bisogno quando hanno in programma di introdurre un abbonamento componente nella loro attività.

Pertanto, ciò che faremo esattamente è il seguente:

  • Crea un sito di appartenenza su WordPress che consenta di erogare / condurre un corso online. Questa è la forma più popolare di un sito di appartenenza. Offre al proprietario del sito la possibilità di fornire contenuti premium / esclusivi solo a coloro che hanno aderito al sito e di non renderli disponibili al pubblico.
  • Ci sarà un tipo principale di utenti associati semplicemente chiamati membri. Tuttavia, la struttura del sito deve consentirci di aggiungere altri livelli di appartenenza in futuro, se necessario.
  • I membri saranno in grado di registrarsi attraverso una pagina di front-end, senza la necessità di accedere a wp-admin.
  • I membri saranno anche in grado di modificare i loro profili e accedere dal front-end.
  • L’accesso verrà effettuato principalmente tramite e-mail.
  • Ogni membro dovrà fornire i dettagli di base su se stesso (ad es. Nome, cognome, paese, e-mail).
  • Ci saranno contenuti esclusivi disponibili solo per i membri.
  • I membri vedranno diverse voci di menu.
  • Abbiamo bisogno della possibilità di personalizzare le e-mail che i nuovi membri ricevono quando si iscrivono.
  • Dopo aver effettuato l’accesso, il membro dovrebbe essere reindirizzato alla homepage dell’area di appartenenza.

Passaggio n. 1: ottenere i plug-in

Nota. La soluzione qui presentata include una combinazione di plugin. Due di questi sono gratuiti e il terzo è una versione PRO di un plug-in gratuito disponibile nella directory di WordPress. Per ottenere la piena funzionalità di cui stiamo discutendo qui, avrai bisogno di quella versione PRO. Se vuoi solo iniziare e imparare come avviare un sito di appartenenza funzionale su WordPress, anche la versione gratuita farà.

Questi sono i plugin con cui lavoreremo:


Membri – Iscrizione & Plugin dell’editor dei ruoli utente

Author (s): MemberPress


94% di commenti


200.000 + Installa


WP 4.7 + Richiede

Ulteriori informazioni

members.3.0.8.zip

Versione corrente: 3.0.8

Ultimo aggiornamento: 30 aprile 2020


94% di commenti


200.000 + Installa


WP 4.7 + Richiede

Pagina del plugin di WordPress.org


Membri – Iscrizione & Plugin dell’editor dei ruoli utente


Registrazione Utente & Profilo utente – Profile Builder

Author (s): Cozmoslabs


94% di commenti


50.000 + Installa


WP 3.1 + Richiede

Ulteriori informazioni

profile-builder.3.1.7.zip

Versione corrente: 3.1.7

Ultimo aggiornamento: 4 maggio 2020


94% di commenti


50.000 + Installa


WP 3.1 + Richiede

Pagina del plugin di WordPress.org


Registrazione Utente & Profilo utente – Profile Builder

Stiamo usando la versione pro per i migliori risultati.

Ruoli del menu di navigazione

Author (s): Kathy Darling


98% di commenti


100.000 + Installa


4.5.0Requires

Ulteriori informazioni

nav-menu-roles.1.10.1.zip

Versione corrente: 1.10.1

Ultimo aggiornamento: 26 marzo 2020


98% di commenti


100.000 + Installa


4.5.0Requires

Pagina del plugin di WordPress.org


Ruoli del menu di navigazione

Dopo averli scaricati e attivati, vai al passaggio successivo.

Passaggio 2: creazione di ruoli utente aggiuntivi

Va bene, quindi per impostazione predefinita, WordPress ti offre una manciata di ruoli utente: abbonato, collaboratore, autore, editore, amministratore. Tali ruoli hanno lo scopo di regolare chi può modificare / accedere a ciò che si trova sul back-end di un sito WordPress. Tuttavia, non sono completamente ottimizzati per funzionare con gli utenti front-end (ovvero i tuoi membri), quindi abbiamo bisogno di alcuni ruoli extra.

Questo viene fatto con Membri collegare. In wp-admin, vai a Utenti | ruoli e clicca su Aggiungere nuova.

Chiamiamo il nostro primo membro del ruolo, in questo modo:

1

Sul Capacità di ruolo lista, lascia solo una cosa selezionata: leggi.

A questo punto, dovresti avere il ruolo aggiuntivo visibile nel gestore ruoli in Utenti | ruoli:

3

Passaggio 3: creazione della registrazione e dell’accesso front-end

Qui è dove l’altro plugin – Profile Builder – entra in gioco.

Innanzitutto, andiamo a Profile Builder | impostazioni generali per assicurarsi che tutti i parametri di base siano impostati correttamente. Ecco cosa sono andato con:

4

Come puoi vedere, consento a tutti di accedere con la posta elettronica e il nome utente al nostro sito di abbonamento WordPress. Lasciando questo a "solo e-mail" potrebbe disturbare gli utenti esistenti – editori e autori che potrebbero avere i loro account sul sito.

Inoltre, la cosa con le password. È una mia scelta scegliere un minimo di sei caratteri e almeno la forza della password "debole." Sentiti libero di selezionare qualunque opzione abbia senso per te.

Successivamente, il Profile Builder | Impostazioni della barra di amministrazione scheda. Questo è quello che ti consiglio di selezionare lì:

5

La barra di amministrazione è una cosa nativa di WordPress e non credo che i membri debbano vederla.

Ora è il momento di scegliere i campi del profilo richiesti per i membri. Per fare questo, vai a Profile Builder | Gestisci campi.

Per impostazione predefinita, ci sono molte cose lì, ma ho intenzione di sbarazzarmi di gran parte facendo clic sul link Elimina che si trova nell’ultima colonna della tabella.

6

Quando ho finito, questo è ciò che mi rimane:

7

A questo punto, possiamo creare il nostro primo modulo front-end: il modulo di registrazione.

Dal momento che è WordPress, questo può essere fatto tramite l’interfaccia standard di modifica delle pagine, quindi vai a Pagine | Aggiungere nuova e inserisci le informazioni che desideri (probabilmente un ottimo momento per spiegare a cosa si sta registrando l’utente).

Quello che ho sulla mia pagina di registrazione è piuttosto semplice:

8

Lo shortcode che vedi lì assicura che chiunque si registri sarà assegnato al "Membro" ruolo. Lo shortcode di nuovo:

[ruolo wppb-register ="membro"]

Quando pubblico questa pagina, ecco come appare sul front-end (il tema predefinito):

9

Bene, ora che abbiamo la pagina di registrazione, è ora di visualizzare il modulo di accesso da qualche parte.

Il posizionamento più ovvio sarebbe una delle aree del widget del sito. Quindi vado a Aspetto | widget e usa il Widget di accesso a Profile Builder. La configurazione è piuttosto semplice:

10

Inoltre, creerò anche una pagina di accesso personalizzata e inserirò questo shortcode:

[Wppb-login]

Questo si occuperà di visualizzare il modulo di accesso su una pagina separata. (Utilizzeremo quella pagina in un secondo momento.)

Passaggio n. 4: creazione della modifica del profilo front-end

Sebbene solo una manciata di utenti trarrà vantaggio da tale opportunità, è necessario fornire ai membri un modo per modificare le proprie informazioni. Qui entra in gioco la pagina di modifica del profilo.

Ancora una volta, andiamo a Pagine | Aggiungere nuova e crea la pagina del profilo. La mia pagina del profilo è un’altra creazione molto semplice. L’elemento principale su questo è questo shortcode:

[Wppb-edit-profilo]

Faccio anche alcune regolazioni all’interno di uno dei blocchi personalizzati visibili sotto il campo di modifica principale della pagina:

11

Questo farà in modo che solo i membri possano modificare i loro profili.

Il modulo effettivo per la modifica del profilo assomiglia molto al modulo di registrazione, quindi non c’è molto di cui parlare qui.

Passaggio n. 5: creazione di contenuto bloccato

Il nucleo di qualsiasi sito di appartenenza su WordPress è ovviamente il contenuto disponibile esclusivamente per i membri.

Proprio come dimostrazione, ho intenzione di creare una pagina che sarà la mia "Homepage dell’area di appartenenza" e una pagina che funge da sotto-area. Roba semplice … tutto fatto Pagine | Aggiungere nuova. L’unica cosa che devo fare quando si tratta di controllo degli accessi è selezionare la casella giusta in Autorizzazione al contenuto box (vedi l’immagine sopra).

Naturalmente, dipende da quanto ampio o profondo vuoi approfondire il concetto di contenuto associativo. WordPress e i plugin che stiamo utilizzando qui possono gestire qualsiasi dimensione della tua area di appartenenza. Il motivo per cui sto creando solo due semplici pagine è che è sufficiente per dimostrare come funzionano le cose.

Passaggio n. 6: creazione di un menu personalizzato

Il prossimo passo nel nostro elenco è la creazione di un menu personalizzato che visualizzerà tutti i nostri link di appartenenza.

Tuttavia, invece di renderlo un semplice menu, visualizzeremo effettivamente determinati collegamenti in base allo stato di appartenenza della persona che sta attualmente visualizzando il sito. Splendido, no?

È qui che entra in gioco l’ultimo plugin: Ruoli del menu di navigazione.

Il divertimento inizia Aspetto | menu.

Crea normalmente un menu e chiamalo, ad esempio, Area membri. Seleziona tutte le pagine di appartenenza e aggiungile al menu, in questo modo:

14

Ora la parte divertente: rendere disponibili le sottopagine in base ai livelli di appartenenza.

Quando fai clic sulla freccia giù accanto a qualsiasi voce di menu, questo è ciò che vedrai:

15

Tali impostazioni aggiuntive ti consentono di assegnare qualsiasi livello di accesso in base allo stato di appartenenza dell’utente. Ecco le mie impostazioni per ciascuna delle pagine:

  • Accesso abbonamento: Modalità visualizzazione – Utenti disconnessi.
  • Registra: Modalità visualizzazione – Utenti disconnessi.
  • Modifica il tuo profilo: Modalità di visualizzazione – Tutti; Ruolo di accesso – Membro.
  • Pagina principale area di appartenenza: Modalità di visualizzazione – Tutti; Ruolo di accesso – Membro (oltre ai ruoli di autore, editore, amministratore).
  • Sezione di altri membri: Modalità di visualizzazione – Tutti; Ruolo di accesso – Membro (oltre ai ruoli di autore, editore, amministratore).

Fatto ciò, aggiungiamo il menu alla barra laterale e vediamo come appare. Ecco la versione predefinita – nessuno ha effettuato l’accesso:

17

E con un membro registrato:

16

Passaggio n. 7: personalizzazione dei messaggi di posta elettronica e dei reindirizzamenti

Per far funzionare questo passaggio, dovremo abilitare alcuni moduli aggiuntivi in Profile Builder collegare. Questo è fatto in Profile Builder | moduli. In particolare, avremo bisogno di quelli:

18

Innanzitutto, personalizzare i messaggi di posta elettronica.

Perché questo è fatto? Il motivo è semplice, non vogliamo solo standard, "Benvenuti nel mio sito" e-mail quando qualcuno si abbona. La personalizzazione di questi messaggi è un must per offrire ai tuoi membri un’esperienza davvero ottimizzata e farli sentire i benvenuti fin dal primo giorno.

Quindi, per far sì che ciò accada, vai a Profile Builder | Personalizzatore email utente.

Questa sezione consente di personalizzare i messaggi per diversi scenari di registrazione, come: registrazione predefinita, registrazione con conferma e-mail, registrazione con approvazione amministratore, notifica di approvazione utente, e-mail di reimpostazione password e un altro paio.

19

Quindi, prendiamoci cura dei reindirizzamenti che si verificano dopo determinate azioni eseguite dai membri. Questo viene fatto in Profile Builder | Reindirizzamenti personalizzati sezione.

Ci sono molte cose interessanti che puoi fare lì, ma ho intenzione di sperimentare quanto segue:

20

Qui, sto solo impostando una base "dopo il login" reindirizzamento che porterà il membro alla home page dell’area di appartenenza.

E l’altra parte:

21

Qui, mi occuperò delle pagine di accesso e registrazione predefinite di WordPress. Quello che fa è reindirizzare chiunque tenti di accedere a wp-login.php. Questo è un bel tocco per proteggere il tuo back-end WordPress.

Questo praticamente chiude l’ambito della demo del nostro sito di appartenenza. Ma aspetta …

E gli insegnanti?

Come puoi vedere qui, non ci stiamo concentrando molto sui creatori di contenuti. Penso che questa parte del lavoro sia ancora meglio eseguita all’interno di wp-admin. Il più delle volte, la maggior parte del lavoro sarà comunque gestita da una persona / amministratore.

Tieni presente che con la configurazione attuale non stiamo discutendo su come gestire i pagamenti o altrimenti costruire il tuo sito in un modo che ti consenta di addebitare ai tuoi membri la partecipazione. Al momento, chiunque può registrarsi una volta compilato il modulo di registrazione.

Conclusione

Quindi è tutto! A questo punto, il nostro sito di appartenenza su WordPress è completo e pronto ad accogliere alcuni nuovi membri.

Ad essere sincero con te, mi stavo interessando a questo intero processo curioso di poter davvero creare un sito di appartenenza funzionale con plugin WordPress, nessun aiuto esterno e semplicemente andando attraverso le impostazioni e ottimizzando le cose lungo il percorso. Ma molto presto, sono rimasto davvero colpito dalle capacità di quei tre plugin e da quanto sarebbe funzionale il prodotto finale.

Voglio dire, tutti quei moduli, reindirizzamenti, blocco dei contenuti, ecc. Queste funzionalità sono davvero tutto ciò che serve per creare un sito di abbonamento davvero di qualità per il tuo personale.

Ma hey, questa è solo la mia opinione. Allora, cosa ne pensi? I siti di appartenenza sono qualcosa che sei disposto a metterti alla prova o offrire ai tuoi clienti?

Non dimenticare di partecipare al nostro corso intensivo per accelerare il tuo sito WordPress. Con alcune semplici correzioni, puoi ridurre i tempi di caricamento anche del 50-80%:

Layout, presentazione e modifica di Karol K.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Это интересно
    Adblock
    detector