10+ trucchi WP-CLI per gestire il tuo sito WordPress (aggiornato per WP-CLI 2.3.0)

Nota. WP-CLI 2.3.0 è appena stato rilasciato, il che rende il momento perfetto per uno sguardo più approfondito a ciò che WP-CLI ha da offrire in generale, oltre a come iniziare a lavorarci al meglio. Lascia che ti avverta, tuttavia, se non hai ancora sperimentato con WP-CLI, preparati a essere colpito quando vedi cosa è possibile.


WordPress è un progetto meraviglioso, ma come con qualsiasi software potresti trovarti a desiderare di avere una sorta di accesso backdoor al tuo codice e database. Quelli di voi che hanno mai provato reimpostazione delle credenziali di amministratore con un link di reimpostazione della password interrotto, sai di cosa stiamo parlando!

Per fortuna, c’è una soluzione che può aiutare. WP-CLI progetto ti dà accesso da riga di comando all’installazione di WordPress, il che significa che puoi gestire la maggior parte del tuo sito Web usando alcune brevi istruzioni all’interno del terminale.

Ad esempio, se il tuo "Resetta la password" il collegamento è interrotto, puoi semplicemente cambiare la tua password usando WP-CLI. Ci sono molte situazioni simili in cui WP-CLI è utile. Inoltre, adoriamo semplicemente la sensazione simile a un hacker che deriva dal lavorare nella riga di comando.

In questo articolo, presenteremo alcune delle attività in genere fastidiose che WP-CLI rende un’esperienza quasi divertente e ti mostreremo come eseguirle utilizzando lo strumento. Facciamo crack!

WP-CLI

TL; DR sul progetto WP-CLI

WP-CLI sta per WordPress Command Line (homepage), poiché questo strumento ti dà accesso al sistema di gestione di WordPress tramite la riga di comando.

In genere, è necessario utilizzare l’interfaccia utente online per gestire manualmente un sito Web WordPress (wp-admin). E con ciò, prendersi cura di un sito rotto o gestire periodi di transizione spesso comporta la ricerca di file tramite FTP o il tentativo di scrivere codice PHP personalizzato. WP-CLI semplifica il processo di lavoro sul tuo sito dandoti una scorciatoia ad accesso diretto, evitando la necessità di plugin aggiuntivi.

Homepage di WP-CLI

Se non hai mai usato la riga di comando prima, c’è una piccola curva di apprendimento. Tuttavia, una volta iniziato, WP-CLI può velocizzare notevolmente il modo in cui lavori con il tuo sito web. Sarai in grado di gestire complesse modifiche al database, al plug-in e al tema con pochi tasti. Se ti piace l’interfaccia in testo semplice, puoi persino usarla per moderare commenti, opzioni e menu. (Tutto ciò che tratteremo ulteriormente in questa guida.)

Per farla breve, WP-CLI rende molti compiti difficili semplici e veloci. Inoltre, WP-CLI è anche estensibile. Se hai esigenze personalizzate, è possibile scrivere script unici eseguito con WP-CLI secondo le tue specifiche.

Prima di andare avanti, è importante rendersene conto WP-CLI non è un plug-in per il tuo sito WordPress, ma uno strumento installato sul tuo server. In altre parole, se si desidera utilizzare WP-CLI, sarà necessario installarlo sia nell’ambiente di sviluppo locale che nel server di hosting live per un accesso coerente. Ciò può significare trovare un host che offra WP-CLI preinstallato.

(Nota; tra le nostre migliori opzioni di web hosting consigliate per WordPress, SiteGround, A2 Hosting e WP Engine tutti hanno WP-CLI installato per impostazione predefinita per i loro clienti; in altre parole, puoi iniziare a utilizzare WP-CLI non appena ‘ hai finito di configurare il tuo account di hosting con quelle aziende).

Qualche ulteriore lettura sulle basi del WP-CLI:

Come gestire il tuo sito WordPress usando WP-CLI

Una volta installato WP-CLI, puoi utilizzare la riga di comando per aprire la cartella per il sito Web WordPress che desideri gestire. Se lavori dal vivo sul tuo server di hosting, avrai bisogno accesso sicuro alla shell.

Tuttavia, ti consigliamo di provare prima questi comandi in un ambiente di sviluppo! Non esiste un pulsante Annulla, quindi ti consigliamo di sentirti abbastanza a tuo agio con questo strumento prima di usarlo su un server live. Per iniziare, qui ci sono quattro modi utili per esercitarsi con WP-CLI sul tuo sito.

1. Dai una rapida occhiata al file wp-config.php

WP-CLI è sempre stato abbastanza efficiente quando si tratta di consentire la configurazione di un nuovo sito. Per esempio, il pratico Il comando wp config create ti consente di creare un nuovo file di configurazione e di inserirvi tutti i dettagli importanti. Di solito molto più veloce di farlo nel modo tradizionale, soprattutto se sei un digiuno veloce.

Ma WP-CLI fa un ulteriore passo avanti. Esistono due sottocomandi per il comando di configurazione principale di wp.

Il primo è questo:

wp config get

  • elenca costanti e globi come definito nel tuo attuale file wp-config.php.

Ottieni configurazione WP-CLI

L’altro è questo:

percorso di configurazione wp

  • visualizza semplicemente un percorso al file wp-config.php corrente.

Se vuoi avere ancora più pratica con la tua installazione di WordPress, puoi anche usare un altro comando WP-CLI:

wp db size –tables

Molto utile per aiutarti a decidere se hai bisogno di qualche ottimizzazione del database o meno.

Tabelle db WP-CLI

2. Esegui aggiornamenti core

Di solito, l’esecuzione di un aggiornamento comporta l’accesso al proprio amministratore e il clic su un paio di pagine per aggiornare il sito.

Con WP-CLI, gli aggiornamenti vengono eseguiti facilmente con un semplice comando:

aggiornamento core di wp

Ciò che rende unico questo approccio è che può accettare argomenti per personalizzare ciò che accade quando lo si esegue. Supponiamo che tu abbia recentemente aggiornato una versione di WordPress che ha interrotto un plug-in critico sul tuo sito. L’autore di quel plug-in non ha ancora avuto la possibilità di aggiornare, ma è necessario che il tuo sito funzioni correttamente. Mentre è meglio mantenere un sito aggiornato, puoi cambiare il core aggiungendo il flag di versione al tuo comando e tornando al punto in cui non si è verificato un conflitto:

wp core update –version = 4.7.1

Un’altra utile funzionalità di una soluzione basata su script come WP-CLI è che è possibile pianificarne l’esecuzione su base regolare per tutti i siti installati. È incredibilmente scalabile per coloro che gestiscono più siti. Ad esempio, utilizzando un componente aggiuntivo WP-CLI come Strumenti WP di Bluehost ti consente di eseguire automaticamente gli aggiornamenti per ogni sito web sul tuo server.

Comando principale WP-CLIAggiornamento core riuscito tramite WP-CLI.

3. Aggiorna, disabilita ed elimina fastidiosi plugin

Di solito, se un plugin rompe completamente il tuo sito (o addirittura disabilita il tuo amministratore), devi accedere tramite FTP e cambiare il nome della sua cartella per disattivarlo. D’altra parte, c’è un comando WP-CLI semplice per disattivare i plugin:

plugin wp disattiva plugin-nome-esempio

Plug-in WP-CLIDisattivazione del plugin riuscita con WP-CLI.

Se un plugin ti dà seri problemi e deve essere eliminato, puoi invece utilizzare il comando delete:

wp plugin elimina plugin-name-example

Inoltre, puoi saltare gli aggiornamenti manuali per i plugin eseguendo un comando simile alla funzionalità di aggiornamento principale di WordPress:

aggiornamento plugin wp – tutti

E, probabilmente qualcosa che avrei dovuto menzionare all’inizio, WP-CLI ti consente anche di farlo controlla lo stato dei plugin attualmente sul tuo sito. Per questo, usa:

stato del plugin wp

Stato del plugin WP-CLI

Individualmente, potrebbe non sembrare che questi comandi ti facciano risparmiare molto tempo. Tuttavia, è importante ricordare che l’accesso diretto al server è molto più veloce dell’attesa di un browser Web per interpretare tutti gli script e gli stili associati a un’interfaccia utente grafica. Se hai spesso bisogno di gestire questo tipo di attività, potresti essere sorpreso dalla rapidità con cui i tuoi tempi supplementari si sommano.

4. Ripristina le password utente

Immagina di aver perso la password dell’amministratore di WordPress. Hai provato il link di reimpostazione della password, ma per qualche motivo l’email di reimpostazione non verrà visualizzata nella tua casella di posta. Sei bloccato fuori dal tuo sito WordPress per sempre? Non con WP-CLI.

WP-CLI offre una rapida gestione degli utenti, inclusa la possibilità di reimpostare le password utilizzando la seguente riga:

wp user update [email protected] –user_pass = esempio-new-password
Utente WP-CLIAggiornamento delle credenziali utente riuscito con WP-CLI.

Con comandi così semplici, non è necessario andare nel panico o preoccuparsi di soluzioni alternative complicate per ottenere nuovamente l’accesso al tuo sito. Sono finiti i giorni in cui è stato eseguito l’hashing manuale della password e l’inserimento direttamente nel database …

Inoltre, poiché tutto ciò avviene tramite una connessione protetta con il tuo server, non stai sacrificando la sicurezza del tuo sito Web utilizzando questo metodo.

5. Backup e manipolazione del database

WordPress non semplifica l’interazione diretta con il tuo database. Questo può essere frustrante quando si desidera eseguire attività apparentemente semplici, come eseguire un aggiornamento senza un plug-in o cercare e sostituire una frase impostata.

È possibile utilizzare WP-CLI per semplificare questi lavori. Te lo permette ottimizzare e riparazione database con comandi semplici come:

ottimizzazione wp db
riparazione dp wp

Se stai scrivendo una query personalizzata, puoi provarla rapidamente usando il comando query:

query wp db "SELEZIONA * DA wp_options"

Tuttavia, prima di diventare troppo soddisfatto del database, è importante sapere come creare i backup. Il comando per creazione di backup SQL in WP-CLI è il seguente:

wp db export

Questo creerà un file SQL * che puoi usare per ripristinare il database del tuo sito se qualcosa va storto. Funziona anche bene se usato in combinazione con plugin di backup.

* Il nome che verrà assegnato al file è piuttosto casuale. Per assegnare il tuo, usa questo:

wp db export yourname.sql
Database WP-CLIWP-CLI semplifica la collaborazione con il database del tuo sito.

6. Pulire le revisioni post

Le revisioni post sono qualcosa con cui abbiamo un po ‘di difficoltà qui a CodeinWP. Alcuni dei nostri post aggiornati più di frequente hanno oltre 200 revisioni, il che rende la gestione delle cose davvero difficile.

Principalmente, quando vai alla pagina di confronto delle revisioni standard in WordPress (schermata successiva), ottieni quella barra in alto. Attraverso di esso, puoi scegliere le due revisioni che desideri confrontare. Questo va bene se hai post-20 revisioni su un post. Ma con più di 100, la barra diventa non cliccabile – voglio dire, non puoi facilmente indicare l’esatta revisione che desideri – richiede la perfezione dei pixel nei tuoi clic. Il bar è troppo denso.

Barra delle revisioni di WordPress

Per contrastare questo in qualche modo, puoi impostare un limite al numero di revisioni consentite per post nel tuo file wp-config.php (ad es. Define (‘WP_POST_REVISIONS’, 40);). Ma questo limita solo le revisioni delle tue azioni future. Rimuovere tutte le revisioni esistenti che si trovano sopra quel segno è su di te. Questo può essere fatto in un paio di modi. Uno di questi è tramite un plugin. L’altro è tramite WP-CLI.

E il modo WP-CLI è solo molto più veloce. Per iniziare, è necessario installare un pacchetto WP-CLI aggiuntivo chiamato wp-revisioni-cli.

Questo può essere fatto tramite un semplice comando:

pacchetto wp installa trepmal / wp-revisions-cli

Successivamente, puoi usare una manciata di nuovi fantastici comandi WP-CLI:

revisioni wp pulite

  • rimuove le vecchie revisioni su tutti i post. Il valore predefinito è WP_POST_REVISIONS, mantenendo solo le revisioni più recenti.

In alternativa, se vuoi essere più pratico con le tue revisioni, puoi, ad esempio, controllare le revisioni per un post specifico:

Elenco revisioni wp –post_id = ID

  • ti dà un elenco di tutte le revisioni per un determinato post.

Revisioni WP-CLI

O:

revisioni wp clean –post_id = ID –before-date = DATE

  • rimuove le revisioni di un determinato post pubblicate in una data o prima (AAAA-MM-GG).

Nel complesso, una funzionalità davvero interessante, in particolare se tendi ad aggiornare i tuoi post esistenti abbastanza spesso, il che naturalmente produce molte revisioni. Sono davvero entusiasta di vedere quali nuove funzionalità porterà il pacchetto wp-revisions-cli in futuro.

7. Crea un tema figlio, come, ora (!)

Certo, creare temi per bambini non è difficile. Ma devi ancora andare al riferimento ufficiale al Codex – solo per assicurarsi che alcuni dettagli non siano stati modificati, quindi creare un.php.php e CSS, inserirlo in una nuova directory e così via e così via.

WP-CLI ti dà un metodo più rapido. Tutto ciò che fai è questo:

wp scaffold tema bambini NEW-CHILD-SLUG –parent_theme = SLUG –theme_name = TITLE

… e questo è tutto. Ciò che si ottiene di conseguenza è un tema figlio vuoto e operativo basato su un tema padre impostato.

Tema figlio WP-CLI

Ci sono anche alcuni parametri aggiuntivi disponibili. Ad esempio, puoi farlo:

wp scaffold tema bambini SLUG –parent_theme = SLUG –theme_name = TITLE –author = FULL-NAME –author_uri = URI –theme_uri = URI –activate –force

  • –force sovrascrive i file già esistenti.

8. Creare un sacco di contenuti fittizi per i test

Quando lavori su qualsiasi tipo di progetto WordPress, il contenuto fittizio è qualcosa che probabilmente ti serve relativamente spesso.

  • Forse stai lavorando su alcuni nuovi plug-in che elaborano una serie di post e poi fanno qualcosa per loro.
  • Forse vuoi vedere se la tua impaginazione funziona bene.
  • Forse vuoi mettere più cose nei tuoi menu, a scopo di test.
  • E così via…

Normalmente, ciò che ero solito fare in questi casi era premere Ctrl + F e iniziare a cercare quel fastidioso dump XML di contenuti WordPress di esempio che ho seduto da qualche parte. Ma questo richiede tempo, e mi sembra che stia spostando il file ogni volta in qualche modo.

Ad ogni modo, come puoi immaginare, WP-CLI ha anche alcune opzioni per quello:

wp post generate –count = 10

  • crea 10 post vuoti; ma non è necessario fermarsi a soli 10 – WP-CLI promette che 1000 è anche un valore perfettamente eseguibile.

Oppure, per rendere le cose più concrete:

ricciolo http://loripsum.net/api/4 | wp post generate –post_content –count = 10

  • crea 10 post, ognuno con 4 paragrafi di testo fittizio su lorem ipsum importato da loripsum.net.

9. Svuota il tuo sito

Esiste un comando WP-CLI davvero interessante che ti consente di svuotare il tuo sito da tutti i suoi contenuti (inclusi post, commenti, termini e meta), lasciando intatta la configurazione del sito e gli utenti. È questo:

sito wp vuoto

Se tendi a utilizzare la stessa configurazione di WordPress per la maggior parte dei tuoi test / esperimenti / ecc. allora sai subito quanto tempo ti salverà.

Mentre puoi ottenere lo stesso effetto esaminando i tuoi contenuti manualmente o usando phpMyAdmin, questo comando WP-CLI è in una lega a sé stante quando si tratta di velocità.

Puoi anche fare:

sito wp vuoto –uploads

  • si sbarazza di tutto ciò che è nel tuo "uploads" cartella anche.

10. Rimuovere tutti i commenti spam

Prima di tutto, WP-CLI ti offre molte possibilità per quanto riguarda la gestione dei commenti. Ad esempio, puoi:

  • crea nuovi commenti con wp comment create
  • aggiorna i commenti con wp comment update
  • approva i commenti con wp comment approva
  • e molto più

Ma forse la cosa più interessante che puoi fare qui è cancellare tutti i commenti spam dal tuo sito contemporaneamente. Ciò è particolarmente utile se mai ti sveglierai con migliaia di nuovi commenti spam nel tuo database.

Il comando è questo:

commento wp elimina $ (elenco commenti wp –status = spam –format = ids)

Questo è un trucco pulito. Il comando di eliminazione commento wp principale prevede un argomento: l’ID / i dei commenti che devono essere eliminati. Quindi, per fornire gli ID, stiamo chiamando un altro comando – wp list comment – che visualizza un elenco di tutti i commenti che sono stati contrassegnati come spam. Abbastanza bello, no??

11. Addomestica wp-cron

Il meccanismo standard di wp-cron non è stato la cosa più affidabile. Più o meno, quando pianifichi un post in WordPress, non puoi mai essere sicuro al 100% che sarà effettivamente pubblicato (almeno la mia esperienza).

WP-CLI può aiutarti a domare cron solo un po ‘con l’uso di questo comando:

wp cron run run –due-now

  • attiva tutti gli eventi cron in questo momento.

WP-CLI wp-cron

Bonus: due "meta" trucchi per WP-CLI

Per quanto WP-CLI sia eccezionale, è ancora un’interfaccia di testo, il che significa che è difficile ricordare sempre come utilizzare questo o quel comando.

Ci sono due cose che puoi fare per aiutarti:

Primo, il comando di aiuto standard:

wp help COMMAND

  • visualizza la guida su qualsiasi comando in WP-CLI.

Il prossimo, c’è l’argomento –prompt che funziona con la maggior parte (o anche con tutti?) i comandi WP-CLI. Ad esempio, se provo a generare alcuni nuovi contenuti come questo:

wp post generate –prompt

WP-CLI elencherà tutti gli argomenti disponibili per il comando generate e lasciami riempire gli spazi vuoti (posso premere Invio sulle cose che sono opzionali – tra parentesi []). Così:

Argomento del prompt WP-CLI

Conclusione

WP-CLI svolge molte attività spesso considerate ingombranti e le rende così semplici che sono quasi divertenti da affrontare. Invece di passare ore a superare gli ostacoli che ti impediscono di risolvere i problemi reali, puoi utilizzare WP-CLI per ottenere rapidamente l’accesso a quasi tutto ciò di cui hai bisogno all’interno del tuo sito WordPress.

Ci sono molte situazioni in cui WP-CLI può tornare utile, e quelle presentate sopra sono solo l’inizio e ci danno solo un assaggio di quanto utile possa essere WP-CLI una volta padroneggiate veramente le sue capacità.

Hai domande su WP-CLI? O forse hai qualche tuo trucco che vorresti condividere con noi? Salta nella sezione commenti qui sotto e facci sapere!

Non dimenticare di partecipare al nostro corso intensivo per accelerare il tuo sito WordPress. Con alcune semplici correzioni, puoi ridurre i tempi di caricamento anche del 50-80%:

Testo originale di John Hughes e Karol K. Layout e presentazione di Karol K.

* Questo post contiene link di affiliazione, il che significa che se fai clic su uno dei link del prodotto e poi acquisti il ​​prodotto, riceveremo una piccola tassa. Non preoccuparti, pagherai comunque l’importo standard in modo che non ci siano costi da parte tua.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map