Determinare il miglior posizionamento per le icone dei social media

Determinare il miglior posizionamento per le icone dei social media

Determinare il miglior posizionamento per le icone dei social media
СОДЕРЖАНИЕ
02 июня 2020

Quanti siti web sei stato in cui stai cercando i pulsanti dei social media e non riesci a trovarli? Quindi, non è fino a quando non si scorre fino in fondo in fondo alla pagina che li vedi incastonati nel piè di pagina. A volte, sono così piccoli che potrebbero anche non esserci affatto.


I social media sono troppo grandi e troppo importanti per retrocedere in fondo ai siti dei tuoi clienti. I pulsanti dei social media meritano una posizione di rilievo da qualche parte. Non deve essere in faccia, ma dovrebbe sicuramente essere accattivante e facile da trovare. Fondamentalmente, se a un visitatore del sito piacciono i contenuti del tuo cliente e vuole seguirli su Twitter o Facebook, dovrebbero essere in grado di farlo senza dover cercare le icone o i collegamenti.

Con questo in mente, passiamo un po ‘di tempo oggi a parlare di tutto ciò che riguarda le icone dei social media, dai tipi disponibili a dove dovrebbero apparire sul sito a ciò che l’industria del cliente ha a che fare con il processo decisionale in questo senso.

Perché i pulsanti dei social media sono importanti?

I pulsanti dei social media sono in circolazione da un po ‘di tempo. All’inizio, nessuno sapeva quale valore avrebbero potuto apportare esattamente, a parte essere una bella aggiunta a un design pulito. Oggi sappiamo che la presenza di tali pulsanti comporta ulteriori menzioni e condivisioni, e i numeri sono molto reali. Ad esempio, nel 2011, HubSpot segnalato che l’inclusione di un pulsante di condivisione su Twitter ha aumentato di sette volte il riferimento a Twitter. È enorme!

Ma per non anticipare noi stessi, allo stesso tempo, troppi pulsanti dei social media tendono ad avere l’effetto opposto, riducendo il numero di condivisioni complessive a causa della paralisi delle decisioni. Solo per darti un esempio, Neil Patel di QuickSprout una volta condiviso che quando ha aggiunto due nuovi pulsanti sui social media per LinkedIn e Pinterest (in cima ai tre originali – Facebook, Twitter e Google+) ha sperimentato un calo delle quote del 29 percento.

Quindi progettare l’aspetto giusto dei social media di un sito Web, se vuoi, è tutto nei dettagli. Si tratta di trovare il giusto equilibrio tra la rapidità con cui il visitatore può notare le icone rispetto a quanto sia facile condividere senza dover scegliere tra troppe opzioni.

Con quale frequenza i visitatori li usano?

Ovviamente, il nostro obiettivo principale con i pulsanti dei social media è non solo farli sedere da qualche parte, ma convincere i visitatori a usarli e condividere ciò che stanno leggendo in questo momento.

Quindi, le persone fanno davvero clic su quei pulsanti di condivisione?

Insomma sì. Ma i risultati specifici dipendono fortemente dalla nicchia e dal tipo di sito su cui vengono visualizzati. In generale, possiamo aspettarci che dal 5% al ​​40% dei tweet per ogni dato contenuto provenga da pulsanti tweet visualizzati accanto al contenuto stesso.

Questo grafico di Joshua Benton illustra i risultati dei social media da 37 siti di notizie:

sociale 5

Per citare la fonte originale:

L’asse Y è la percentuale dei 1000 tweet più recenti che Twitter afferma siano stati generati da un pulsante Tweet. Quindi, il 16,3 percento di quei tweet su nytimes.com (The New York Times) proveniva da un tale pulsante, rispetto al 20,2 percento di wsj.com (The Wall Street Journal).

Perciò. Dovremmo abilitare una qualche forma di pulsanti dei social media sui siti dei nostri clienti? Sì certamente.

Tipi di icone social media

Al momento sono disponibili due tipi di icone di social media: collegamenti al profilo e pulsanti di condivisione.

Link al profilo può assumere qualsiasi numero di moduli dall’icona del social network all’icona più il nome del network. Anche un’icona personalizzata può essere ideata per riflettere meglio il marchio di un cliente. Il tipo di sito e lo spazio assegnato per le icone social determineranno quale sia l’opzione migliore per la situazione del tuo cliente. Tuttavia, questi collegamenti puntano direttamente al profilo dei social media in questione. Ciò offre ai visitatori del sito la possibilità di connettersi direttamente con i tuoi clienti sui vari social network.

Un esempio di collegamenti al profilo:

sociale 1

Pulsanti di condivisione, d’altra parte, non portare il visitatore del sito nei profili social del tuo cliente. Piuttosto, facendo clic su viene richiesto di condividere la pagina corrente su uno specifico social network. Su ogni social network sono disponibili questi pulsanti di condivisione dei social media, che possono essere installati tramite plug-in o anche tramite un servizio esterno come Buffer. Sono importanti per espandere la portata sociale di un sito. E come probabilmente saprai, questa è una componente integrale nella costruzione di un pubblico.

Esempio:

sociale 2

Che dire del posizionamento dell’icona?

Il posizionamento delle icone social può fare la differenza tra la creazione di impegno sociale e le opportunità mancate. In realtà ci sono solo una manciata di posizioni per le icone social che sono considerate prime proprietà immobiliari:

Intestazione: L’intestazione è ciò che attira prima l’attenzione dei visitatori del sito. Insieme al titolo del sito e alla navigazione principale, le icone dei link ai profili social si adattano proprio qui.

Sidebar: Posizionare le icone social nella parte superiore della barra laterale è un altro modo per assicurarsi che i visitatori le vedano. Il vantaggio qui è che possono essere richiamati con un’intestazione di widget prominente come, "Seguimi!"

Post sopra o sotto: Se i tuoi clienti vogliono garantire il coinvolgimento sociale, posizionare i pulsanti di condivisione sopra e / o sotto i post del blog è un buon modo per farlo. Questo è anche il modo più popolare per visualizzare i pulsanti di condivisione. Ne troverai esempi su siti come TechCrunch, The Verge, Mashable e innumerevoli altri.

sociale 3

Barre galleggianti: Per garantire che i siti client ottengano il numero massimo di condivisioni possibile, l’installazione di un plug-in che fornisce una sorta di barra mobile è una buona soluzione. L’idea dietro una barra mobile è che rimane sempre nell’area visibile dello schermo mentre il visitatore scorre su e giù nella pagina.

Il punto qui è mantenere i link di coinvolgimento sociale alla vista del visitatore del sito e il più possibile a portata di mano. Se il contenuto è lungo, quindi avere le icone solo nell’intestazione e nel piè di pagina non si qualifica per tenerle alla vista del visitatore.

C’è davvero un bello esempio di questo su ReadWrite. Se visiti la pagina da un desktop, vedrai la barra sulla destra. Visitandolo dal cellulare verranno visualizzati solo i pulsanti dei social media sopra e sotto il post.

sociale 4

Cerchi qualcosa di ancora più interessante? Che ne dici di un fantastico effetto dissolvenza come quello usato da Upworthy? Questo dà alle icone un’estrema visibilità mentre letteralmente saltano proprio contro di te. Quando scorri verso il basso, viene visualizzato un banner nell’intestazione che richiede ai visitatori di condividere la pagina su Facebook. Ci sono diversi plugin che puoi usare per raggiungere questo obiettivo.

upworthy-social-bar

L’effetto del settore

Mentre ogni azienda in ogni settore può trarre vantaggio dall’impegno dei social media, non tutte sono uguali in termini di utilizzo dei social media. Ad esempio, un sito Web altamente aziendale potrebbe non essere in grado di utilizzare le icone di condivisione in stile barra mobile perché non offrono un aspetto professionale. E un sito basato su un team, ad esempio un gruppo di avvocati, probabilmente non sarebbe in grado di utilizzare le icone della barra laterale perché in genere appaiono sotto una biografia dell’autore e / o un colpo alla testa, facendoli sembrare fuori posto.

Nonostante le stranezze del settore, il lato in alto a destra della pagina sembra essere il miglior posizionamento per le icone dei profili social, soprattutto. E questo non dovrebbe essere davvero sorprendente. I visitatori online si aspettano che siano gli elementi di una pagina web dove sono abituati a trovarli sulla base dell’esperienza dell’utente precedente. Questo sicuramente supporta l’idea “in alto a destra”.

Le icone e i pulsanti di condivisione potrebbero non essere sufficienti

In realtà hai più opzioni che semplici icone che si collegano ai tuoi profili social e ai pulsanti di condivisione dei social media per rendere più semplice la condivisione dei tuoi contenuti per i visitatori del sito dei tuoi clienti. Puoi anche incorporare feed social, spesso nella barra laterale, per attirare ulteriore attenzione su account social specifici. Ciò ha l’ulteriore vantaggio di collocare contenuti ancora più originali sul sito, il che è un vantaggio decisivo.

Puoi facilmente raccogliere l’API di Twitter per mostrare lo stream di tweet di un cliente o utilizzare la Like Box di Facebook per mostrare i suoi ultimi post proprio in qualsiasi area di un sito su un widget. Una barra laterale è la scelta più comune in termini di posizionamento, ma potresti trovare l’incorporamento di questi contenuti in una pagina dedicata ai feed social per essere il migliore.

Puoi anche usare il Plugin iniziale per social share eliminare gli effetti della prova sociale negativa. Cioè, probabilmente non c’è niente di peggio che mostra le icone di condivisione social solo per mostrarle zeri su ogni singolo contatore di condivisioni. Questo plug-in mostra le tue condivisioni solo quando hai raggiunto una certa soglia e le mostra cumulativamente a quella, per dare una prima impressione più impressionante.

Valutare l’efficacia

Come per qualsiasi cosa sul Web, il posizionamento delle icone sui social media deve essere testato per vedere se è efficace. Le analisi sono uno dei modi migliori per raggiungere questo obiettivo. In realtà, il split test side-by-side è la soluzione migliore per ottenere un’impressione diretta di quanto siano efficaci le icone social sui siti dei tuoi clienti.

Puoi impostare un test diviso in Google Analytics utilizzando Esperimenti sui contenuti. Una versione della pagina potrebbe contenere le icone nell’intestazione e una potrebbe essere presente in una barra laterale. O forse una pagina mostra i pulsanti di condivisione nella parte superiore di un post e vuoi confrontarli con una barra di condivisione mobile. Qualunque siano le specifiche, il test è l’unico modo per vedere cosa funziona, cosa no e cosa devi fare per ottenere un maggiore coinvolgimento degli utenti con i profili social.

Un altro sito analitico, Mouseflow, offre tracciamento in tempo reale, clic e sposta mappe di calore e analisi in-page per offrire una panoramica completa per ogni pagina del sito del tuo cliente. Poiché tutte le pagine Web non sono create uguali, il tipo di contenuto determinerà il tipo di spettatori che il sito del tuo cliente attirerà. Inoltre, il modo in cui navigano nel sito dipenderà dal fatto che si tratti di un sito di recensioni mediche o di un negozio di specialità al dettaglio. Sapere come gli spettatori interagiscono su questi siti, dove fanno clic e dove trascorrono la maggior parte del loro tempo sulla pagina, aiuterà a determinare ulteriormente il miglior posizionamento per le icone dei social media.

Conclusione

Come sono sicuro che ormai saprai, il posizionamento di successo delle icone social e dei pulsanti di condivisione sui social media si basano su una varietà di fattori. Ma solo perché potresti aver bisogno di passare un po ‘di tempo a pensarci non significa che non sia una ricerca utile. Garantire che i tuoi clienti ottengano il numero massimo di condivisioni social possibili, nonché il numero massimo di follower e Mi piace, fa bene agli affari. È reciprocamente vantaggioso, quindi potresti anche impegnarti ad aiutare i tuoi clienti a farlo bene.

Quale hai trovato per essere il posto migliore per presentare le icone social? Che dire dei pulsanti di condivisione? Mi piacerebbe sentire la tua opinione su cosa funziona e cosa no nei commenti qui sotto.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Это интересно
    Adblock
    detector