8 email di carrello abbandonate superbe: impara da loro per smettere di perdere 7 acquirenti su 10

Email di carrello abbandonate superbe


Sebbene l’e-commerce stia vivendo una crescita spettacolare ($ 2,3 trilioni di vendite dal 2017, un numero che è dovrebbe raddoppiare entro il 2021!), c’è ancora molto spazio per l’ottimizzazione. È qui che entrano in gioco le e-mail del carrello abbandonate.

Uno dei maggiori problemi che i negozi di e-commerce stanno cercando di risolvere è l’abbandono del carrello. Fino a Il 70% dei carrelli della spesa viene abbandonato, risultante in un Perdita di $ 18 miliardi di entrate annualmente. Ciò significa che anche se stai andando bene con l’e-commerce, in realtà ti stai perdendo la conversione di 7 potenziali acquirenti su 10, in media.

Un modo per porre rimedio a questa parodia è l’invio di e-mail di carrello abbandonate. Ecco cosa devi sapere:

Quali sono le e-mail del carrello abbandonate?

Le email del carrello abbandonate vengono inviate automaticamente ai potenziali acquirenti per ricordare loro gli articoli che hanno indicato un interesse all’acquisto, ma non hanno completato il pagamento per.

I principali motivi per cui i carrelli della spesa online vengono abbandonati coinvolgere costi di spedizione elevati, codice sconto non funzionante, reinserimento delle informazioni sulla carta di credito, ecc.

Ecco i dati:

(Grafico di Visualizer Lite.)

È possibile impostare e-mail di carrello abbandonate per la consegna automatica in base ai trigger, tramite i più diffusi fornitori di servizi di posta elettronica come Mailchimp, AWeber, Infusionsoft o ConvertKit. Le piattaforme di e-commerce aziendali come BigCommerce o Shopify offrono funzionalità integrate per l’invio di e-mail di carrello abbandonate.

Con le e-mail del carrello abbandonate correttamente ottimizzate, il cliente non deve tornare all’inizio del processo di acquisto; possono riprendere immediatamente da dove erano stati interrotti tramite un collegamento personalizzato. Facilitare un processo di pagamento regolare come questo è uno dei modi migliori per massimizzare i tuoi sforzi con le email del carrello abbandonate.

Perché la tua azienda dovrebbe inviare e-mail di carrello abbandonate

Le e-mail del carrello abbandonate, se eseguite correttamente, possono essere molto efficaci per le vendite di e-commerce.

Consideriamo i fatti:

  • Secondo Adobe, Il 71% degli acquisti da mobile è influenzato dalle e-mail del rivenditore.
  • Secondo Salecycle, circa metà di tutte le e-mail del carrello abbandonate vengono aperte e un terzo dei clic riconduce agli acquisti sul sito Web. Inoltre, Salescycle trovato che il 3% delle entrate del commercio elettronico proviene da e-mail di carrello abbandonate.
  • Secondo BigCommerce, $ 5,64 è fatto per email abbandonata in media, rispetto a $ 0,02 dalle email promozionali e $ 0,18 dalle email di benvenuto inviate. Inoltre, BigCommerce ha riscontrato che alcuni marchi hanno segnalato un aumento delle entrate dall’8 al 20% dopo l’invio di e-mail di carrello abbandonate.

Otto fantastiche e-mail abbandonate nel carrello (e cosa puoi imparare da esse)

Sai cosa dicono: rubare come un artista.

Per creare e-mail di carrello abbandonate ad alta conversione, dovresti prima guardare ai marchi che stanno facendo un ottimo lavoro, quindi utilizzare i loro esempi come punto di partenza per ispirare i tuoi sforzi.

Diamo un’occhiata a otto fantastiche e-mail di carrello abbandonate e alle lezioni che puoi prendere da loro:

1. Invia le e-mail del carrello abbandonate al più presto, come BaubleBar

Per cominciare, il 75% delle persone che hanno abbandonato i loro carrelli di solito hanno intenzione di tornare per completare i loro acquisti, quindi l’invio di un’e-mail di carrello abbandonata APPENA POSSIBILE può aiutare ad aggiornare la memoria di un cliente e ad ottenere la vendita.

Dovresti mirare a invia almeno tre email di carrello abbandonate, invio del primo entro un’ora dall’abbandono del carrello. GoDaddy ti suggerisce di inviare la prima email entro 15 minuti per riceverti tre volte più conversioni.

BaubleBarL’email funziona perché include uno dei due elementi importanti che la tua prima email abbandonata nel carrello deve contenere: Un promemoria di ciò che un cliente ha abbandonato.

L'email del carrello abbandonato di BaubleBar

La prima email non dovrebbe riguardare la chiusura di una vendita. Invece, dovrebbe essere per determinare perché qualcuno ha lasciato il tuo sito Web, quindi mostrare al cliente cosa puoi offrire loro per completare un acquisto.

Tieni presente che non è sempre colpa del cliente quando un carrello è stato abbandonato; a volte può essere il sito Web (o una distrazione esterna durante il processo di pagamento). Circa il 40% dei clienti intervistati ha dichiarato che arresti anomali del sito Web e timeout sono tra i motivi per cui non sono stati in grado di completare un acquisto.

L’email del carrello abbandonato di BaubleBar funziona perché non solo ti ricorda ciò che hai lasciato nel carrello, ma ha anche una grafica eccezionale e include più collegamenti per riportarti al carrello (nota che il titolo, il pulsante di invito all’azione e il le foto sono tutte cliccabili).

2. Usa una copia non generica corrispondente al tuo marchio, come Fab

Ciò che differenzia le incredibili e-mail del carrello abbandonate dagli altri è un’ottima copia. Pensa alle tue e-mail del carrello abbandonate come un’opportunità per un ulteriore marketing. Incorporare un po ‘di personalità nella tua e-mail, in modo che i tuoi clienti possano avere un’idea di chi sei e di come sia la tua azienda.

Questa email da Fab è semplice e diretto, on-brand (con una copia stupida e divertente), include una foto di ciò che l’acquirente stava prendendo in considerazione e fornisce un collegamento al carrello della spesa abbandonato. Fornisce inoltre un incentivo (consegna gratuita) con un codice coupon incluso.

L'email del carrello abbandonato di Fab

L’aggiunta di incentivi come il codice coupon è qualcosa che dovrebbe essere preso in considerazione per la seconda e-mail del carrello abbandonata, che dovrebbe essere inviata entro le prossime 24 ore.

3. Offri uno sconto, come Anese

Se il cliente ha aperto la prima e-mail, la seconda e-mail del carrello abbandonata deve essere inviata 24 ore dopo averla aperta. Se non l’hanno aperto, prova a inviarlo 24 ore dopo aver inviato la prima email del carrello abbandonata.

Usa tattiche psicologiche come l’urgenza e la scarsità per far agire rapidamente un cliente su un acquisto, come Anese sta facendo qui:

L'email del carrello abbandonata di Anese

La seconda e-mail dovrebbe suscitare un senso di urgenza fornendo un’offerta, un avviso o un incentivo sensibile al tempo.

sconti sono un ottimo modo per spingere i clienti ad acquistare e di solito vengono inviati come parte di una seconda (o terza!) email di carrello abbandonata. Non vuoi cannibalizzare il tuo margine di profitto come parte del tuo primo promemoria, che potrebbe essere tutto ciò che è necessario per convincere qualcuno a completare il checkout.

Detto questo, non vuoi addestrare i tuoi clienti ad aspettarsi sempre un codice coupon, ogni volta che abbandonano i loro carrelli. Con questo in mente, segmenta i tuoi sforzi di automazione della posta elettronica in modo che solo i clienti per la prima volta ottengano un’offerta di sconto dopo aver abbandonato il carrello.

Quando i tuoi clienti interagiscono con un’e-mail del carrello abbandonata e decidono di acquistare, potrebbe essere utile aggiungere automaticamente il codice coupon all’ordine durante il checkout per un processo più semplice.

Poiché la spedizione costosa è spesso la ragione principale dei carrelli abbandonati, un’offerta che offre spedizione gratuita è di solito molto più apprezzato di sconti.

D’altra parte, puoi evocare un senso di scarsità dicendo ai tuoi clienti che manterrai il loro carrello per un numero limitato di giorni. Funziona particolarmente bene quando hai un piccolo negozio che vende prodotti specializzati. I negozi più grandi avranno (quasi) sempre articoli popolari in stock e i clienti lo sanno (e ti risentiranno se insulti altrimenti la loro intelligenza).

4. Invia fino a tre e-mail, come Kate Spade

Alcune aziende inviano una terza e-mail, mentre altre decidono di non segnalarle come spam.

Un buon suggerimento per le incredibili e-mail abbandonate nel carrello è l’invio di un’e-mail finale se una delle prime due e-mail è stata aperta ma i destinatari non hanno risposto nelle ultime 48-72 ore. Questa terza e-mail dovrebbe fornire un ottimo incentivo per la conversione da parte del cliente, come ultimo sforzo per ottenere la vendita.

Prendi questo Kate Spade e-mail come esempio, che offre un incentivo con un senso di urgenza, per incoraggiare i clienti ad agire.

L'email del carrello abbandonato di Kate Spade

Alcune cose da tenere a mente quando si inviano più e-mail di carrello abbandonate:

  • Strutturare le sequenze automatiche di posta elettronica in modo che non continuino a inviare una volta che il cliente si è convertito.
  • Usa i test A / B per vedere quali e-mail del carrello abbandonato (e i loro componenti) sono più efficaci.

5. Mostra prodotti correlati, come Amazon

Se ci sono due cose da tenere a mente e pianificare più di ogni altra cosa quando si tratta di email di carrello abbandonate, sono i tempi e la frequenza. Tutto il resto – come creare l’oggetto perfetto e offrire sconti – dovrebbe essere considerato secondario (sebbene non irrilevante).

In questo caso, Amazon, il capo di upselling e cross-selling, lo rende semplice ma efficace con le loro e-mail automatizzate / personalizzate per i carrelli abbandonati.

Email del carrello abbandonata di Amazon

Offrire suggerimenti per articoli correlati è un ottimo modo per vendere e / o cross-sell, portando a maggiori vendite in cima al carrello abbandonato, anche se invece di concentrarsi sempre sulla vendita di prodotti correlati, le e-mail di Amazon sono uno smorgasbord di prodotti visualizzati di recente.

La condivisione delle recensioni dei clienti può anche essere un ottimo modo per sfruttare la prova sociale nelle e-mail del carrello abbandonate per aumentare le vendite.

6. Fai qualcosa di più del semplice carrello della spesa, come Chubbies Shorts

Se non vuoi lasciare nulla al caso, vorrai ottimizzare TUTTO sulle e-mail del carrello abbandonate – oggetto, copia e immagini incluse – in modo che la tua e-mail si distingua.

Per fare un esempio, questo chubbies letture oggetto e-mail "Di cosa stiamo parlando?", che potrebbe farti pensare a un’e-mail di benvenuto. Ma in realtà è un’e-mail del carrello abbandonata.

Email carrello abbandonata di Chubbies

Nella parte inferiore dell’e-mail, l’acquirente è incentivato con un codice promozionale. Il problema è che il codice è valido solo per un tempo limitato, quindi l’acquirente deve agire immediatamente. Allo stesso tempo, ti collega al carrello abbandonato, esattamente come quando una persona lo ha lasciato.

Questa email include i tre elementi: oggetto, copia e immagini.

Per le righe dell’oggetto, le due cose più importanti da includere sono: dire al destinatario cosa devono guadagnare impegnandosi con l’email e l’allineamento con la sensazione generale del tuo marchio.

Potresti anche voler includere il nome dell’articolo che è stato abbandonato nella riga dell’oggetto.

Tieni presente che se stai per utilizzare un argomento che attira l’attenzione, assicurati che sia allineato con il senso dell’umorismo dei tuoi clienti in modo che non venga offensivo o offensivo.

Per le immagini, è importante scegliere immagini che si allineino al tuo marchio, per creare il richiamo del marchio. Inoltre, le persone ricordano gli elementi visivi più facilmente del testo, da soli. Ma non fermarti alle immagini fisse: puoi anche scegliere di includere video e GIF nelle e-mail del carrello abbandonate per attirare l’attenzione.

Non importa cosa, non lasciarti trasportare: il CTA deve essere chiaramente visto come un convertitore efficace!

7. Rendi la tua e-mail pronta per il cellulare, come Bombas

Un altro esempio di e-mail fatta bene è di Bombas: l’email stessa è carina nella sua consegna, fa appello al lettore, menzionando che i calzini sperano di ricevere un buon cassetto per calzini. Tuttavia, la chiave in questo caso è che sembra fantastico sui dispositivi mobili.

La maggior parte delle persone accede alle e-mail dai loro telefoni cellulari e le vendite di e-commerce mobili negli Stati Uniti possono arrivare a $ 333,65 miliardi entro il 2021, così l’ottimizzazione delle e-mail del carrello abbandonate per dispositivi mobili è un must.
Email del carrello abbandonata di Bombas

Ecco alcuni suggerimenti di base che aiuteranno a creare incredibili e-mail di carrello abbandonate che si adattano a diversi dispositivi:

  • Usa modelli di email reattivi.
  • Ridurre le dimensioni dell’immagine perché la velocità di download su dispositivi mobili è inferiore rispetto al desktop.
  • Usa linee tematiche più brevi (circa 25-30 caratteri) in modo che questo testo sia completamente visualizzabile su uno schermo mobile.
  • Aumenta la dimensione dei collegamenti e dei pulsanti CTA. Tre persone su quattro usa solo il pollice toccare lo schermo di un dispositivo. Assicurati che i pulsanti siano più alti e più larghi di 57px di 57px.
  • infine, prova come vengono visualizzate le email prima di inviarli.

8. Personalizza i prodotti e il cliente, American Eagle

Se possibile, incorpora la personalizzazione nella tua email utilizzando tutti i dati rilevanti che hai raccolto fino a questo punto. Un esempio di ciò in azione sarebbe quello di includere sconti per i carrelli di valore elevato o includere il nome dell’articolo lasciato nel carrello all’interno della riga dell’oggetto in quanto questo Aquila americana spettacoli di posta elettronica.

Email di carrello abbandonata di American Eagle

Ottenere questo tipo di informazioni dal tuo software di e-commerce non dovrebbe essere un problema.

Considerazioni finali sulla creazione di e-mail di carrello abbandonate che si convertono

Le e-mail del carrello abbandonate sono una soluzione semplice ed efficace per aiutare le aziende di e-commerce a vendere di più. Il segreto per creare e-mail di carrello abbandonate perfette sta in un paio di cose:

  • tempismo – invia la tua prima email al più presto
  • frequenza: invia fino a tre email di carrello abbandonate
  • grandi immagini: includi le immagini dei prodotti
  • copia on-brand: assicurati di non inviare una copia generica
  • incentivi: dare alle persone un motivo per tornare
  • mobile: assicurati che le tue e-mail appaiano bene sui dispositivi mobili

Hai ricevuto email di carrello abbandonate interessanti ultimamente? Ci piacerebbe vederli! Twitta su @CodeinWP e condivideremo i migliori.

Non dimenticare di partecipare al nostro corso intensivo per accelerare il tuo sito WordPress. Con alcune semplici correzioni, puoi ridurre i tempi di caricamento anche del 50-80%:

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map