Se non lo offri come libero professionista / agenzia di WordPress, stai lasciando soldi sul tavolo

Certo, WordPress si guasta raramente da solo … come fa una macchina o il tuo frigorifero. Ma ogni tanto vengono scoperti nuovi problemi di sicurezza o bug, alcuni plug-in iniziano a comportarsi in modo instabile e anche il database stesso necessita di alcune pulizie di primavera.


Quindi, per quanto WordPress sia, non è un prodotto che non richiede manutenzione.

E i problemi tendono ad aumentare nel tempo. L’indicazione più comune che qualcosa non va, e la più semplice da individuare, è la velocità del sito che scende. Questo è sempre un campanello d’allarme per il webmaster per fare un po ‘di manutenzione.

Tuttavia, cosa succede se il webmaster non è esperto di WordPress? E se fosse un tuo cliente che vuole solo che il loro maledetto sito funzioni correttamente (!) E non gliene frega molto del lavoro amministrativo.
How-to-get-Your-client-to-Pay-You-a-mensile-Fermo

Bene, questo è dove puoi entrare nella foto e offri loro un pacchetto di check-up per WordPress a un costo mensile.

Pertanto, ecco cosa tratterò in questo post:

  • come introdurre un pacchetto di check-up di WordPress nella tua offerta,
  • come renderlo un reddito ricorrente sicuro sulla tua linea di fondo,
  • come impostare le cose in un modo che ti permetta anche di fare soldi extra lungo la strada,
  • e soprattutto, come rendere felice il cliente lungo la strada.

Quindi! Cominciamo affrontando la prima obiezione:

"WordPress non è abbastanza facile da usare da consentire ai clienti di gestirlo da soli?"

Per quanto vorremmo credere che WordPress possa essere gestito da chiunque, non è del tutto vero.

Diamo un’occhiata al compito di manutenzione più basilare di tutti: l’aggiornamento del core di WordPress. Come possiamo vedere dal statistiche ufficiali, la versione più popolare di WordPress è la 4.1, ma è ancora utilizzata solo da circa il 46 percento di tutti i siti WordPress. Ciò significa che l’altro 54% viene eseguito su software obsoleto.
statistiche

Perché? Le ragioni possono essere molte. In un’altra nota, sono sicuro che alcuni di questi siti lo fanno apposta (potrebbero eseguire versioni modificate del core, ecc.). Ma suppongo che la maggior parte delle persone sedute su WordPress obsoleto non siano nemmeno consapevoli della possibilità / necessità di aggiornarlo.

Forse non sanno che dovrebbero eseguire un aggiornamento. Forse non sanno come farlo. E forse non sanno che esiste la possibilità (alcuni sviluppatori offrono ai loro clienti solo account Editor, anziché Amministratore, oltre a un’interfaccia di amministrazione semplificata).

Pertanto, poiché la maggior parte delle persone non è in grado di eseguire da sola nemmeno le attività di manutenzione di base, ciò che ti fa pensare che non abbiano bisogno del tuo aiuto?

Perché vendere un pacchetto di check-up

Prima di tutto, ti fa risparmiare molto stress.

Ecco cosa intendo. Chi pensi che il tuo cliente chiamerà se il suo sito si interrompe all’improvviso, o quando ci sono problemi con esso?

Ovviamente tu.

E il problema è che quelle chiamate tendono ad arrivare quando i problemi sono già più che gravi.

Pertanto, puoi praticamente prevenire tutto ciò essendo il primo a raggiungere e offrendo un servizio continuo fin dall’inizio. Questo ti dà anche una grande opportunità per stabilire le giuste aspettative e descrivere esattamente di cosa tratta il tuo servizio, di cosa fa parte e di cosa non lo è. Tutto ciò può essere detto nel contratto.

Ma in realtà ci sono più ragioni per cui un pacchetto di check-up è una buona idea.

Ad esempio, la vita di un libero professionista di WordPress a volte può essere dura.

In questa linea di carriera, è facile ritrovarsi a lavorare così tanto che non hai nemmeno il tempo di fare il caffè, e poi tornare a non lavorare affatto il mese successivo. Questo può essere un killer sulla tua linea di fondo e sulla tua capacità di tenere accese le luci.

Introdurre alcune entrate ricorrenti in questo quadro può essere enorme. Anche se l’importo non è affatto enorme. Ciò che ti dà, tuttavia, è la certezza che, qualunque cosa accada, puoi ancora aspettarti che $ X arrivi il 30.

Ma questo è solo un vantaggio.

Direi che un aspetto ancora più importante è il fatto che, offrendo qualsiasi tipo di servizio continuo, rimani effettivamente in contatto con i tuoi clienti e costruisci relazioni. Questo crea un’enorme opportunità di offrire loro qualcosa di nuovo di tanto in tanto senza sembrare come se stessi gettando cose contro il muro.

Ad esempio, puoi offrire loro un rinfresco di design ogni anno. O un audit SEO. Qualunque cosa possa essere, il cliente sarà molto più reattivo se rimani in contatto con loro durante tutto l’anno.

Infine, le entrate ricorrenti tendono ad aumentare nel tempo. In altre parole, se i tuoi clienti trovano il tuo servizio davvero utile, è improbabile che si annullino su di te. In questo caso, ogni nuovo cliente che ti convince a darti una possibilità si aggiunge ai tuoi profitti.

Cosa offrire come parte del pacchetto di check-up

Esistono diverse possibilità, ma la parte buona è che non è necessario offrire tutto sotto il sole. Puoi facilmente scegliere e scegliere le cose che hanno più senso per te – le cose in cui sei competente.

Ancora una volta, l’idea è di semplificare il lavoro da parte tua, in modo che possa essere eseguito relativamente rapidamente e non causare molti mal di testa lungo la strada.

Ecco alcuni sotto-pacchetti individuali da considerare:

1. Il pacchetto di aggiornamenti

  • Prima di tutto, mantieni il sito del cliente in esecuzione sulla versione stabile più recente di WordPress. Ciò è importante per motivi di sicurezza e consente inoltre al client di beneficiare di nuove funzionalità introdotte regolarmente.
  • Successivamente, controlla se i plug-in sono ancora aggiornati. La maggior parte dei webmaster tende a trascurare del tutto i plugin. Voglio dire, tutti noteranno un nuovo prompt di aggiornamento da un plug-in, ma cosa succede se un determinato plug-in non è stato aggiornato da anni? WordPress non te lo comunicherà. Quindi consulta l’elenco dei plug-in installati uno per uno e verifica se sono ancora aggiornati con la versione corrente di WordPress.

2. Il pacchetto di sicurezza e backup

  • Scansioni di sicurezza. Aiuta il tuo cliente a proteggere il proprio sito con scansioni regolari. Puoi usare soluzioni come Sucuri, Sicurezza di Wordfence. Faranno la loro magia in sottofondo e poi ti daranno consigli su cosa fare in caso di problemi.
  • I backup. Gestisci i backup dei tuoi clienti e assicurati che siano effettivamente utilizzabili (qualsiasi backup è valido solo come la possibilità di utilizzarlo effettivamente durante il ripristino di un sito). Esistono alcuni plug-in che puoi utilizzare per gestire i backup. Cose come: BackupBuddy (il nostro preferito).
  • Monitoraggio dei tempi di attività. Tieni d’occhio il tempo di attività del sito.

3. Ottimizzazioni e pacchetto di prestazioni

  • Memorizzazione nella cache e CDN. Integra il sito con un plug-in di cache come W3 cache totale e anche collegarlo a un servizio CDN (ad es. CloudFlare). Ciò renderà il sito veloce e accessibile a tutti i visitatori. Controlla periodicamente se la configurazione funziona e se tutto rimane senza problemi.
  • Ottimizzazione delle immagini. Offri di ottimizzare le immagini che il cliente utilizza sul sito. Questo può essere fatto con una soluzione all-in-one come Optimole. L’intera operazione consente di risparmiare molta larghezza di banda e rende il sito più veloce.
  • Ottimizzare il database. Il database di WordPress tende a diventare disordinato nel tempo. Fare una bella scansione ogni paio di mesi può ridurre il gonfiamento del database e mantenere le cose in salute. Questo può essere fatto con un plugin come WP-Sweep.
  • Ottimizzazione dei plugin.

4. Pacchetto di analisi

Sebbene il tuo cliente probabilmente controllerà regolarmente il suo strumento di analisi / traffico, puoi aiutarlo a farlo in modo più efficace. Ad esempio, puoi offrire quanto segue:

  • Indicare le pagine più visitate e offrire suggerimenti su come renderle ancora migliori (per moltiplicare i risultati).
  • Indicare le pagine meno visualizzate. Inevitabilmente, non tutto sarà un successo in un sito e alcune pagine attireranno solo una manciata di visitatori per tutta la loro durata. Puoi cercare le pagine e i post con le prestazioni peggiori, suggerire al cliente di cancellarli e reindirizzare gli URL a contenuti migliori o di riutilizzare i contenuti per nuovi post o pagine.
  • Trovare collegamenti interrotti. Ogni mese o giù di lì, puoi scansionare il sito del tuo cliente con un plug-in simile Controllo link interrotto e quindi correggere tutti i vicoli ciechi. Questa è un’altra cosa che avrà un impatto positivo sul SEO del sito.

5. Pacchetto di espansione della funzionalità

  • Aiutali a installare nuovi plugin. Di tanto in tanto il tuo client si imbatterà in un plug-in che vorrà testare sul sito. Tuttavia, non tutti i plugin funzionano immediatamente, e alcuni di essi possono causare seri problemi (anche lo schermo bianco della morte). Offri il tuo aiuto per installare questi nuovi plugin in modo sicuro.
  • Consiglia nuovi plug-in di cui il client può beneficiare. Fondamentalmente lo stesso di cui sopra, ma questa volta ti consigliamo i plug-in. Puoi farlo in base alle esigenze del tuo cliente e alle funzioni che ha utilizzato fino a questo punto.
  • Offri plugin premium a prezzi bassi. Alcuni negozi di plug-in offrono i loro prodotti su licenze di agenzie in cui ti è permesso installarli sui siti dei tuoi clienti.

6. Lavoro WordPress all’ora

  • Offri X ore di qualsiasi lavoro relativo a WordPress come parte del pacchetto di check-up. Forse il cliente ha bisogno di una landing page ottimizzata o qualcosa del genere.

Questo riassume tutti i sotto-pacchetti che mi vengono in mente. Ancora una volta, non sto cercando di dire che dovresti offrirli tutti. Basta scegliere le cose che hanno senso nel tuo caso.

Infine, circa l’elefante nella stanza – il prezzo. Temo che capire questa parte sia interamente su di te. Non sono in grado di dirti quanto dovrebbe valere un’ora del tuo tempo, quindi dovrai accendere Excel e calcolarlo da solo.

Ecco un cheat-sheet che puoi usare:

  1. Prova a stimare quante ore al mese dovrai dedicare a ciascun cliente come parte del pacchetto di check-up.
  2. Una volta che hai questo numero, basta moltiplicarlo per la tariffa oraria desiderata e dovresti avere una buona quantità di palla da cui iniziare.
  3. Nel tempo, adattalo in base al feedback dei clienti.

Come vendere un pacchetto di check-up di WordPress

Come con la maggior parte dei prodotti o servizi, la prima cosa che devi fare è trasmettere il vantaggio principale di avere i tuoi servizi – in altre parole …

Dì loro cosa c’è dentro per loro

Lo direi quello che stai davvero vendendo qui è la tranquillità. Ecco la cosa; mantenere WordPress è un’attività che può richiedere molto tempo, un’attività noiosa e deve essere eseguita con cura (quindi il sito non si arresta durante la manutenzione a causa di alcuni problemi). Inoltre, è tecnico, è importante per il benessere del sito, la velocità e l’accessibilità complessiva sia per i visitatori che per Google.

Pertanto, posizionare il servizio come soluzione che offre tranquillità al cliente trasferendo questa responsabilità su di te può essere un buon punto di vendita.

Adesso, quando è il momento migliore per vendere?

Non sorprende, è quando stai lavorando alla tua proposta iniziale per un nuovo cliente – quando stanno per accontentarti della tua offerta principale (stai costruendo un sito per loro). A quel tempo sono anche più sensibili a qualsiasi aumento che potresti avere.

Tuttavia, il trucco è posizionare abilmente questi upsell.

ho chiesto Ruben Gamez, il fondatore di Bidsketch (software di proposta) e un esperto di proposte dei clienti, per aiutarmi qui e condividere quale sarebbe il suo consiglio di vendita / proposta n. 1 per i liberi professionisti che vogliono offrire ai propri clienti servizi continui. Ecco cosa ha detto:

Ruben Gamez
Offri tre opzioni sulla tua proposta.

  • La prima è l’opzione più semplice e con il prezzo più basso, che non include i servizi in corso.
  • Il livello successivo più costoso include i servizi in corso che sono strettamente correlati al lavoro che hai appena svolto per loro.
  • Il pacchetto più costoso include tutto, dagli altri due, ma un tipo di servizio continuo più completo e vivavoce.

Al livello più costoso puoi anche sperimentare l’inclusione di un servizio o due un po ‘meno direttamente correlati al lavoro che hai realizzato per loro (ma comunque pertinente e utile).

Ecco un esempio di come puoi applicare questo:

  • La prima opzione è il pacchetto di costruzione del sito standard, senza alcun servizio in corso aggiunto. Questo è il pacchetto più economico.
  • La seconda opzione è quella più costosa. È l’opzione n. 1 più, per esempio, il pacchetto di aggiornamenti e il pacchetto di sicurezza e backup di cui abbiamo discusso in precedenza in questo post. Quei due pacchetti sono probabilmente i meno pesanti da parte tua.
  • La terza opzione è l’opzione n. 2 più gli altri pacchetti in corso più completi.

Ora ecco il kicker, offrire le opzioni n. 2 e n. 3 allo stesso prezzo.

Questo è un trucco che ho imparato leggendo Prevedibilmente irrazionale di Dan Ariely. L’idea è di convincere i clienti a prendere sempre il pacchetto più costoso. Se riescono a confrontare direttamente il valore tra due pacchetti e quindi vedere che il prezzo è lo stesso, è molto più probabile che scelgano l’opzione top-of-the-line. Ciò è stato dimostrato da Ariely nelle sue ricerche ed esperimenti.

Okay, suppongo che per ora sia tutto sull’argomento dell’offerta di pacchetti di check-up di WordPress. Sentiti libero di farci sapere se questo tipo di servizio è qualcosa che potrebbe essere una buona idea per la tua attività.

Non dimenticare di partecipare al nostro corso intensivo per accelerare il tuo sito WordPress. Con alcune semplici correzioni, puoi ridurre i tempi di caricamento anche del 50-80%:

* Questo post contiene link di affiliazione, il che significa che se fai clic su uno dei link del prodotto e poi acquisti il ​​prodotto, riceveremo una piccola tassa. Non preoccuparti, pagherai comunque l’importo standard in modo che non ci siano costi da parte tua.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map