Abbiamo chiesto a 32 agenzie dei loro migliori e peggiori tipi di clienti con cui lavorare; Ecco cosa hanno detto

Abbiamo chiesto a 32 agenzie dei loro migliori e peggiori tipi di clienti con cui lavorare; Ecco cosa hanno detto

Abbiamo chiesto a 32 agenzie dei loro migliori e peggiori tipi di clienti con cui lavorare; Ecco cosa hanno detto
СОДЕРЖАНИЕ
02 июня 2020

Avere qualche "cliente dall’inferno" storie? Molti designer e sviluppatori lo fanno. Diamine, probabilmente lo fanno anche la maggior parte degli idraulici.


Ad ogni modo, quando lavori con i clienti, spesso ti ritrovi ad atterrare su entrambi i lati del fiume. E il lato etichettato "amare il tuo cliente" è molto più desiderabile.

Anche se la maggior parte dei designer e degli sviluppatori ha la libertà di scegliere con chi lavorare, a volte non è così facile leggere le intenzioni di qualcuno o prevedere quanto sarà facile lavorare con loro.

O forse puoi davvero prevedere queste cose … con abbastanza pratica?

Vediamo; per scoprirlo, abbiamo chiesto a 32 agenzie diverse e liberi professionisti nel segmento dev-design-tech per dirci cosa rende un buon cliente nel loro libro e cosa li fa impazzire quando le cose non vanno come previsto.

Per essere più specifici, la nostra domanda era,

Qual è il tuo tipo di client * preferito *? Che dire del cliente con cui ti piace lavorare * il minimo *?

Se lavori con i clienti, sicuramente capirai e farai riferimento ai consigli che questi professionisti hanno condiviso di seguito.
Cosa rende un cliente buono o cattivo / cliente dall'inferno: TARIFFE

Di fretta? Ecco un breve riepilogo video delle persone client più frequenti ��

Come identificare tutti i tipi di client

Se stai mirando al successo come libero professionista o lavori solo con i clienti, allora abbiamo una guida essenziale per te. La nostra guida per i clienti ti aiuterà a identificare rapidamente tutti i clienti, il che ti aiuterà a lavorare con loro in modo efficace. O, per niente ��

Pubblicato da ThemeIsle venerdì 18 maggio 2018

Ciò che rende un cliente buono o cattivo: 32 agenzie condividono approfondimenti in base alla loro esperienza nel corso degli anni

dominik sauter

Dominik Sauter
COO presso SAU / CAL
Quando avevamo appena iniziato, una donna che gestiva un asilo fuori da casa sua ci assunse per costruire un sito web. Mitch e io eravamo ancora in quello "così eccitato che la gente vuole pagarci" fase in cui non ci è nemmeno venuto in mente di pensare davvero a chi dovrebbero essere i nostri clienti e come possiamo aiutarli al meglio.

Ora non c’è niente di sbagliato nei daycares. O i bambini. Mi piacciono i bambini. In effetti, ne ho anche uno me stesso. Potrebbe anche averne un altro. E vedo diversi anni di donare molti dei miei soldi guadagnati duramente a un asilo nido di qualità.

Ma non eravamo quello di cui aveva bisogno. Costruiamo siti Web con incredibili negozi, negozi che aumentano i profitti e contribuiscono alla crescita di un’azienda.

Non avrebbe mai venduto bambini, e poteva solo vendere così tanti punti nella sua scuola materna. Inoltre non capiva affatto il web. Ciò significa che abbiamo dovuto spendere così tanto con lei di persona, circondati da bambini molto rumorosi, cercando di spiegare assolutamente tutto ciò che stavamo facendo, la stavamo praticamente pagando per lavorare al suo progetto.

Questa esperienza ci ha fatto riflettere un po ‘più strategicamente su chi dovrebbero essere i nostri clienti ideali, qualcosa che abbiamo perfezionato nel corso degli anni.

Jordan Brannon

Jordan Brannon
Presidente & COO presso Coalizione
I miei 2 tipi preferiti di clienti:

1. The Ballmers (soprannominato come il famoso CEO di Microsoft). Vale a dire, i clienti che sono appassionati di ciò che fa la loro attività, come lo fanno e perché è importante per il loro cliente finale. Di solito non possono fare a meno di ballare su un palco quando hanno la possibilità di elogiare la loro compagnia, servizio o prodotto. Questi tipi di clienti entusiasmano il nostro team nel lavorare con loro, amano condividere le loro competenze nel loro settore e sono ansiosi di capire come evidenziare le migliori caratteristiche della loro attività nel sito Web o nella creatività con cui stiamo lavorando con loro.

2. I rivoluzionari. I responsabili del cambiamento sono clienti che si concentrano sull’interruzione di ciò che loro o il loro settore hanno fatto per un lungo periodo di tempo. Sono ansiosi di mettere al lavoro tecnologia e creatività e consentire al nostro team di espandere il loro progetto in nuove ed entusiasmanti direzioni che rompono lo schema di “vogliamo farlo in questo modo perché tutti gli altri lo fanno in questo modo”. La creatività è un’infezione e quando le persone vogliono che tu sia creativo, eccita il tuo lavoro in un modo che poche altre cose possono fare.

I miei 2 tipi di client preferiti meno:

1. Lo Yo-yo. Per cliente yo-yo, intendo quelli che si alternano tra essere fortemente interessati e coinvolti nel loro progetto e quindi estremamente non disponibili. Tendono ad iniziare un progetto dicendo cose come, "questo progetto è la nostra priorità n. 1", o "questo sito creerà o distruggerà la nostra attività per il prossimo anno", e poi a metà strada non risponderà a chiamate, email o altre comunicazioni. Tendono ad essere il loro peggior nemico, minando le tempistiche, gli scopi e i risultati del progetto con il loro atto svanente e riapparente.

2. I burocrati. I burocrati di solito non sono il cliente, ma solo il punto di contatto del cliente. Lavorano in un dipartimento misto di un’impresa diversa e potrebbero preoccuparsi meno di un altro progetto vario o del suo esito, purché siano ancora impiegati e vengano ancora pagati. A differenza del cliente appassionato o di quello che cerca di scuotere il proprio settore, il Burocrate è un vampiro di energia e creatività.

diana briceno

Diana Briceno
Proprietario di DGS Studio
Tipo di client preferito:

Il cliente preferito, che è abbastanza raro imbattersi, è ricettivo a nuovi approcci o sa già di aver bisogno esattamente di ciò che offriamo. Essendo uno studio incentrato sui social media, il cliente ideale comprende che i social media non sono misurati allo stesso modo della pubblicità tradizionale e impiega un po ‘di tempo a crescere soprattutto se fatti organicamente.

In genere, questi clienti sono i tipi che hanno già fatto le loro ricerche prima o erano quelli che facevano il loro marketing nei primi giorni della loro attività in modo da capire perché certe cose contano. Uno dei miei attuali clienti è proprio così, capiscono che i test sono essenziali, prove ed errori e consentono una maggiore libertà creativa perché sanno che li gioverà solo a lungo termine.

Il peggior tipo di client:

Il peggior tipo di client è il tipo che dice che vogliono "diventa virale" o fai qualcosa di nuovo ed eccitante solo per rifiutare costantemente ogni idea entusiasmante e dire "facciamo un altro post che annuncia una vendita". Prima che tu lo sappia è costituito l’intero feed "Sconto del 25% solo oggi" tipo di post che sembrano sciocchi. Di solito sono persone anziane che non comprendono i social media e pensano che un post dovrebbe sempre annunciare vendite e mai la cultura dell’azienda, l’umanizzazione del marchio e preziose risorse generatrici di lead per i loro spettatori.

Storia:

Una volta avevo un cliente nel settore del trucco che non poteva separare la famiglia e gli affari. Sua figlia realizzerebbe i disegni più orribili della linea di rossetti del proprietario e, naturalmente, come farebbe una madre amorevole, questi disegni orribili con foto scattate nei peggiori angoli possibili e l’illuminazione sarebbero un must per i nostri social media. Non era nemmeno la parte peggiore. Dato che era rossetto, la figlia disegnava il rossetto che veniva applicato sulle labbra, ma non c’era nient’altro, nessun viso, solo le labbra fluttuanti con rossetto scarsamente disegnate da un bambino. Il disegno sembrava un buco rosso con dentro un bastone, la gente li segnalava spesso come contenuti legati alla pornografia, ma il cliente disse che il problema era rappresentato da chiunque altro, ovviamente non dal disegno.

Potresti anche essere interessato a questi articoli:

  • Ecco come diventare il peggior designer di WordPress sul pianeta (in 8 passaggi o meno)
  • 5 migliori plugin di tipi di posta personalizzati per WordPress a confronto
  • Il miglior hosting WordPress per le agenzie: come scegliere una + 5 opzioni rispetto

mario peshev

Mario Peshev
CEO presso DevriX
Siamo abbastanza contenti di tutti i nostri account esistenti: se non lo fossimo, ciò avrebbe comunque interrotto la relazione.

Ciò che li rende grandi è il livello di fiducia e rispetto per il nostro team tecnico. Con un grande potere derivano grandi responsabilità, ma senza fiducia, dovremmo sempre giustificare ogni piccolo passo del cammino. La comunicazione è chiara e tempestiva e siamo un membro onorato (collettivamente) del loro dipartimento di crescita aziendale. Lavoriamo come uno, pensiamo come uno, agiamo come uno – collaborando e spingendo avanti insieme.

I pochi casi in cui abbiamo dovuto chiudere una relazione erano effettivamente legati alla mancanza di fiducia e rispetto. Sono stato urlato al telefono una volta per ragioni contraddittorie con la nostra tabella di marcia e il nostro piano d’azione. Le emergenze sono state intensificate numerose volte senza motivo apparente. L’ambiente tossico e mettere in discussione ogni mossa hanno portato a un sovraccarico maggiore del lavoro svolto, che era controproducente e non aveva senso a lungo termine.

Brad Williams

Brad Williams
CEO presso WebDevStudios
I nostri clienti preferiti sono quelli che vengono da noi appositamente per la nostra competenza in WordPress e nella creazione di siti Web. Sanno che siamo gli esperti e diamo piena fiducia alle nostre raccomandazioni sull’approccio al progetto, sull’architettura, sulle tecnologie da utilizzare, ecc.

Questi clienti ci vedono come un partner prezioso, un’estensione del loro team, che aiuta sempre al successo di un progetto e agli obiettivi futuri.

I clienti con cui ci piace lavorare con il minimo sono l’opposto di quelli con cui ci divertiamo di più a lavorare, e sarebbero clienti che non accettano i nostri consigli e i consigli degli esperti.

Alla fine il loro progetto soffre a lungo termine. Facciamo ogni sforzo per controllare i clienti in anticipo e assicurarci di essere idonei gli uni agli altri per evitare una situazione problematica.

Tim Cantrell

Tim Cantrell
Ingegnere dell’assistenza clienti a Wordfence
In Wordfence cerchiamo di offrire a tutti i nostri clienti la stessa attenzione e lo stesso supporto di qualità. Non etichettiamo i clienti come buoni o cattivi, ma vediamo ogni cliente come un individuo con esigenze individuali. Gli umani sono diversi e se c’è un problema di comunicazione, proviamo a vederlo come un’opportunità di apprendimento e una sfida per noi da migliorare. Nella nostra linea di lavoro, la sicurezza, scopriamo che spesso un cliente è spesso già stressato e frustrato quando si rivolge a noi per chiedere aiuto e proviamo a consentirlo. Non significa necessariamente che sono un “cattivo cliente”, ma quando alcuni clienti hanno un sito Web violato, si sentono violati e feriti. Quando creano un caso, tali sentimenti possono manifestarsi nel fruscio del cliente. Cerchiamo sempre di concentrarci sulla risoluzione del problema invece di rispondere alla negatività. Detto questo, abbiamo una rigida norma contro gli abusi e non tolleriamo i clienti che insultano o cercano di sminuire il nostro personale.

Tutti i membri del nostro team hanno diversi punti di forza e cerchiamo di supportarci a vicenda per rendere alla fine tutte le interazioni con i clienti. Se si verifica un problema, passare il caso a un altro tecnico dell’assistenza cambierà quasi sempre la situazione. Lavoriamo a stretto contatto l’uno con l’altro e chiediamo spesso consulenza. Avere un buon posto di lavoro in cui incoraggiare la collaborazione e il lavoro di squadra ci aiuta in questo. Il nostro team è selezionato a mano per adattarsi alla nostra cultura. Non riesco a pensare a nessun membro del team che non sia abbastanza umile da chiedere aiuto o offrire consigli quando la situazione lo richiede. Ciò avvantaggia i nostri clienti e mantiene anche il nostro team libero da stress.

Essere un "buon cliente" tutto quello che devi fare è rimanere calmo, spiegare la tua situazione nel modo più dettagliato possibile e fidarti di noi per fare tutto il possibile per risolvere il tuo problema o in alternativa fornirti informazioni che ti aiutano a risolverlo da solo.

Rod Austin

Rod Austin
Director of Marketing presso Pagely
Il cliente ideale di Pagely è quello che comprende il valore che apportiamo al loro progetto WordPress.

Mettiamo molto talento e impegno alla base della nostra attenzione per la sicurezza, l’alta disponibilità e l’hosting WP gestito complessivamente affidabile e la maggior parte dei marchi con cui collaboriamo comprende quanto possa essere vitale la collaborazione con un team che ha le giuste priorità.

Non tutti i siti WordPress sono adatti a Pagely, e quelli con minori esigenze in termini di uptime e sicurezza probabilmente non sono adatti, ma ciò spesso cambia man mano che il loro sito cresce.

Abbiamo ospitato diversi siti apparsi su Shark Tank ed è sempre divertente guardare i picchi di traffico e come la nostra piattaforma li gestisce con facilità.

Jolissa Skow

Jolissa Skow
Content Strategist presso Thrive Internet Marketing
Il mio tipo di cliente preferito è quello che è reattivo e si fida di noi per il lavoro che siamo stati assunti per fare! Il cliente ideale è sufficientemente coinvolto nella relazione per comunicare regolarmente e risponde alle nostre domande in modo tempestivo. Ci danno anche l’accesso agli account di cui abbiamo bisogno per svolgere il nostro lavoro nel miglior modo possibile e si fidano di noi per essere gli esperti e fare un ottimo lavoro.

Un cliente con cui mi diverto a lavorare con il minimo è uno che è scettico nei nostri confronti fin dall’inizio e non si fida abbastanza di noi da lasciarci fare il nostro lavoro. Questo cliente o ci contatta costantemente, esaurendo il tempo a disposizione per domande e assicurazioni, oppure non risponde, entrambe queste situazioni possono rendere il nostro lavoro più difficile! Questo cliente non si fida di noi e non fornisce pieno accesso alla modifica delle impostazioni di Google Analytics, ad esempio, né ci consente di effettuare gli aggiornamenti necessari al proprio sito Web per implementare le nostre migliori strategie.

tom zsomborgi

Tom Zsomborgi
CFO presso Kinsta
In Kinsta, lavoriamo con molti clienti provenienti da tutto il mondo. Siti di piccole imprese, agenzie web, liberi professionisti e aziende in rapida crescita come Drift o Adespresso. La nicchia dell’hosting web è un’industria molto ricca di risorse e quando si tratta di siti WordPress, ci sono decine di migliaia di temi, plugin e integrazioni di terze parti in cui molte cose possono andare storte.

I nostri clienti preferiti sono quelli che sanno e capiscono che siamo "solo una società di web hosting" e principalmente siamo responsabili delle cose lato server. Questi clienti comprendono che non possiamo aiutarli a scrivere o modificare il codice, aggiungere o rimuovere funzionalità extra o personalizzare i loro siti. Di solito lavorano con uno sviluppatore esperto di WordPress, apprezzano i nostri suggerimenti e risultati e lasciano che lo sviluppatore faccia il lavoro di sviluppo.

A volte non è così facile come pensano alcuni clienti "gestito WordPress" significa molto di più della gestione del server. Riceviamo richieste di supporto come "Ho bisogno che tu costruisca la mia sezione negozio o "puoi installare e personalizzare il mio nuovo tema" tutto il tempo. Dobbiamo tracciare la linea e gestire le aspettative dei clienti sin dal primo giorno, altrimenti il ​​supporto dei clienti non è sostenibile a lungo termine. Per tale motivo, abbiamo creato una knowledge base dettagliata sull’ambito del supporto e ti consiglio vivamente di fare lo stesso!

Alcuni clienti non comprendono e accettano questa politica e continuano ad aprire nuovi biglietti e ti chiedono di aiutarli in queste attività di sviluppo. Si rifiutano di assumere uno sviluppatore e non sono aperti ad accettare i tuoi suggerimenti. Di tanto in tanto dovrai prendere una decisione e chiedere a questi clienti di andarsene e trovare un altro fornitore. Non dovresti aver paura di farlo, devi concentrarti sugli altri tuoi clienti che comprendono ciò che è coperto dal tuo team di supporto e ciò che è fuori dal campo di applicazione (tra l’altro, rappresentano il 99,9% della tua base di clienti!). In questi casi, questo è il modo migliore per aiutarti a far crescere la tua attività.

David Coveney

David Coveney
Direttore presso Collegamenti / it
Il nostro tipo di cliente preferito è quello che comprende ciò che facciamo e può chiaramente accettare che anche loro hanno responsabilità e abilità che devono acquisire per rendere il progetto un successo. Il peggior tipo di cliente è essenzialmente l’opposto di ciò: credono che abbiamo una bacchetta magica, che sistemeremo il loro contenuto, trasferiremo magicamente le abilità a loro in un breve lasso di tempo e saranno lì per consigliarli su come gestire il proprio business online.

Oggigiorno la maggior parte dei nostri clienti è piuttosto abile: vengono da noi perché hanno già siti di grandi dimensioni e vogliono che le cose siano più veloci o più funzionali o ci chiedono di sviluppare risposte specifiche ai problemi che ci portano molto al di fuori cosa si può fare anche in WordPress. Ma ai nostri primi giorni avremmo clienti che avevano davvero solo la più vaga comprensione di come funziona Internet e che potrebbe essere davvero stancante.

Ne avevamo uno che non capiva cosa significasse l’hosting. "Ma i siti web vivono solo su Google, non è così?" arrivò la risposta quando provai a spiegare che dovevamo mettere un sito su un server da qualche parte. Per quanto li riguardava, Internet era Google e basta. Il loro modello mentale era quello delle Pagine Gialle, ed erano molto bloccate su questo. Detto questo, una volta sistemati, il sito ha fatto il suo lavoro e sono stati praticamente il cliente perfetto per molti aspetti.

Alla fine, però, il mio cliente preferito è quello che è * il nostro * cliente e non * il suo * cliente. Finché possiamo realizzare un profitto, siamo bravi. ��

daniel corin stig

Daniel Corin Stig
CEO presso Agenzia White Label
Per impostare il contesto, lavoriamo solo in partnership a lungo termine come subappaltatore di agenzie digitali per creare siti Web WordPress personalizzati dai loro file di progettazione. Quindi un cliente per noi è un partner affermato o un nuovo partner con cui abbiamo appena iniziato a lavorare.

Grandi partner

La risposta rapida è che è più facile lavorare con agenzie organizzate, comunicative, valorizzare il successo a lungo termine della nostra collaborazione e pagare le fatture in tempo. Ma oltre a ciò, i grandi partner per noi sono davvero quelli che ci aiutano a fare un ottimo lavoro per loro.

Ad esempio, ci inviano specifiche che soddisfano le loro aspettative su come costruiamo siti per loro. Avrei potuto dire "scrive specifiche dettagliate", ma non è sempre vero. È interessante notare che uno dei nostri migliori partner ci dà pochissime istruzioni oltre ai loro file di progettazione. Ma poiché sono molto soddisfatti delle nostre interpretazioni predefinite su come implementare i loro progetti come sito codificato, sono molto soddisfatti del risultato. All’altra estremità dello spettro, abbiamo ottimi partner che ci scrivono istruzioni molto dettagliate su come costruire siti dai loro progetti (framework css, effetti di animazione, configurazione back-end, ecc.) E che funzionano altrettanto bene.

Partenariati che non funzionano

Ci sono due motivi tipici per cui le partnership non funzionano come speravamo:

1. Non riusciamo a soddisfare le loro aspettative sulla scadenza, sul prezzo o su come codificare i loro siti. Un buon esempio è quando riceviamo pochissime istruzioni, ma l’agenzia in realtà ha preferenze molto specifiche su come avremmo dovuto costruire il sito per loro.

2. L’agenzia non ha abbastanza esperienza per soddisfare i propri bisogni con i nostri servizi.

I due sono spesso correlati e mi sono reso conto con il tempo che il nostro profilo e le nostre azioni come azienda sono principalmente la causa principale di tali problemi piuttosto che i nostri partner.

catalin matei

Catalin Matei
CEO di Aumenta i media
I migliori tipi di clienti sono quelli che si fidano di te e comprendono che esiste un processo: ti danno il loro obiettivo (il loro punto B) e ci fanno capire la loro situazione attuale (il loro punto A) e poi – la magia – ci lasciano fare il nostro lavoro, capire e adeguarci fino a quando non li portiamo lì. Con questi clienti, consegniamo in eccesso e ci assicuriamo che siano incredibilmente soddisfatti di ciò su cui lavoriamo insieme. Amiamo le persone, quindi è facile per noi fare questo haha. Può sembrare semplice, ma è più difficile applicarlo in particolare con il segmento aziendale in cui hai a che fare con infrastrutture, middle management e altre cose. Ma questo è il nostro ideale.

E quelli a cui ci piace lavorare di meno (che è un modo gentile di dire che non ci piace lavorare con loro) sono l’opposto di quello che ho detto. Non ci allineiamo prima come persone – per quanto riguarda i valori, non ci allineamo agli obiettivi e loro micromanage – una ricetta per il disastro – e sono così felice che posso licenziare quei clienti quando perseguono costantemente quella strada. Non per il mio interesse – poiché crea molto caos e infelicità nella vita della mia squadra – e amo la mia squadra.

Un’esperienza divertente qui è stata quando ho ricevuto un feedback costante dal mio team sul fatto che il cliente era iper-reattivo e stava gestendo micromanaged tutto ciò che stavano facendo per circa 1 mese – facendoli ricreare il loro lavoro un paio di volte a causa di riassunti poco chiari. Anycase, ho sentito che dovevamo porre fine al fidanzamento, quindi ho fatto una telefonata con il loro direttore del marketing che quando ha saputo che volevamo terminarlo – era completamente scioccato e meravigliato – come se ciò non potesse accadere a lui – e ancora più interessante è che ha offerto a 3 volte le nostre tasse se fossimo rimasti solo per essere scioccati dal fatto che ho detto di no. Il denaro è solo un veicolo. Le persone sono il vero valore.

austin iuliano

Austin Iuliano
Formazione aziendale e Keynote Parlando a d.science
Il miglior tipo di clienti sono quelli che sono realistici nelle aspettative e comprendono ciò che è importante per far progredire la propria attività. Ad esempio, alcuni attori con cui ho lavorato avevano bisogno di far crescere il loro seguito sociale perché li aiutava a prenotare più concerti. Erano grandi clienti perché conoscevamo la metrica di cui avevano bisogno e non ci aspettavamo che il successo accadesse dall’oggi al domani. Sono stato in grado di aiutarli a crescere di 2-3000 nuovi follower su Instagram e sono felici.

La formazione aziendale può essere eccezionale anche quando le aspettative sono chiare. Andare a una fortuna 1000 e aiutare un team di marketing a costruire una singola campagna dall’idea all’esecuzione, fornendo una guida sulle migliori pratiche e supporto. Ma anche avere chiare aspettative su ciò che accadrà e non accadrà.

Di gran lunga i peggiori tipi di clienti sono quelli che iniziano a tagliare i prezzi. Ho scoperto che chiunque tenti di combattermi sui prezzi finisce per essere un cliente problematico. Inevitabilmente, cercano di prenderne sempre di più senza ulteriori compensi. Mi piace che ogni altro imprenditore voglia avere clienti entusiasti e offrirà servizi extra e supporto per creare un cliente entusiasta. Quando le persone si aspettano e lo richiedono, rimuovono la mia capacità di superare le aspettative. I cattivi clienti eseguono la micromanage e hanno il processo decisionale tramite il comitato.

Perciò estrometto completamente chiunque mostri i segni di un cattivo cliente. Sono abbastanza fortunato da avere un lavoro più che sufficiente da poter scegliere di non assumere quel tipo di clienti. Detto questo, anche se non lo fossi, non accetterei quei clienti che sanno quello che so adesso.

mazdak mohammadi

Mazdak Mohammadi
Fondatore di Blueberrycloud
Il nostro tipo preferito di cliente è un cliente con una fantasia e una mente aperta. I clienti che vengono nella nostra agenzia pronti a immaginare nuove possibilità con una mente aperta sono i clienti che amano lavorare di più con noi e ottenere il massimo dal processo.

I nostri clienti meno favoriti sono quelli che si avvicinano alla nostra agenzia con un forte bisogno di essere dominanti e credono di sapere tutto quello che c’è da sapere e nessuno al di fuori di loro può migliorare le proprie idee. Questi clienti hanno difficoltà a raggiungere il successo con e senza l’aiuto dell’agenzia e nessuno gode del processo. È un tipo di situazione perdente, purtroppo. Il mio suggerimento è di consentire agli esperti di essere gli esperti. Dai loro la tua visione per il futuro dell’azienda insieme al motivo per cui la visione è progettata per funzionare e fornire promemoria della visione per l’agenzia qualora dovessero deviare dal corso. Lascia a loro il resto (creatività e altro). Ti piacerà di più il processo e la tua attività ne trarrà il massimo beneficio anche se non sei d’accordo.

rubare ungar

Rob Ungar
Partner presso Gruppo Copa Digital
In termini di migliori tipi di clienti con cui lavorare, generalmente vediamo che hanno una mentalità aperta sulla tecnologia, sono privi di fiducia e si fidano di noi per prendere decisioni che sono nel loro interesse e che non colpiscono si dirige quotidianamente. Naturalmente, li teniamo regolarmente aggiornati sull’andamento delle campagne in corso e sui progressi di qualsiasi progetto, ma non è una cosa di tutti i giorni. Chiediamo il loro feedback quando ne abbiamo bisogno, ma non ci danno fastidio con suggerimenti o domande costanti. Comprendono anche il valore di ciò che stiamo facendo e non contraggono il budget. Finché forniamo risultati, tutti sono felici.

I peggiori tipi di clienti sono, beh, hai indovinato – praticamente il contrario! Si contraggono sul prezzo e provano a parlarti e non sono nemmeno sicuri di voler fare qualsiasi tipo di pubblicità o marketing. Sono scettici a pensarci. Micromanage e vogliono approvare ogni piccolo dettaglio e lanciare le proprie idee, anche se non hanno alcun senso. È difficile dire a un cliente che la sua idea non va bene. Spesso, non sono persone simpatiche e sono un dolore con cui lavorare. Abbiamo licenziato clienti con cui non volevamo più lavorare e non ce ne siamo mai pentiti.

Austin Mahaffey

Austin Mahaffey
Specialista SEO presso Marketing digitale di potenza
Il mio tipo di cliente preferito è quello che si fida della nostra agenzia per apportare modifiche significative.

Quando un’azienda consente alla nostra agenzia di dettare e attuare una strategia, ci concede molto più tempo per affinare tale strategia e, in definitiva, vedere il successo su una scala più ampia rispetto a se veniamo frenati da una mancanza di fiducia.

Il mio cliente preferito con cui lavorare dovrebbe essere uno che non ha una visione chiara di dove siano diretti i loro affari.

Il nostro lavoro di marketing su Internet è sostanzialmente più efficace se le nostre campagne si allineano costantemente agli obiettivi del business. Gli obiettivi a lungo termine dettano dettagli minuti come la selezione delle parole chiave, quindi se un’azienda non sa dove vuole essere tra 1 anno e più, può far deragliare un’intera campagna.

chris pontine

Chris Pontine
Proprietario di Creare un sito Web oggi
I migliori clienti: per me, sono i clienti che hanno una solida comprensione dell’importanza di una presenza di marketing e la comprensione del periodo e della suddivisione che offriamo loro. Quindi, questi clienti ottengono l’importanza, ma devono anche capire che dobbiamo iniziare a sviluppare il piano per andare avanti con la loro attività per crescere.

I clienti peggiori: per me sono le aziende che desiderano risultati immediati e non comprendono l’investimento in questo metodo. Quindi, non vogliono pagare nulla e quindi ottenere risultati enormi. In conclusione: lo disponiamo completamente e di solito possiamo dire rapidamente quale tipo di clienti è, quindi possiamo impostare subito le aspettative.

adam-Thompson-200

Adam Thompson
Responsabile SEO / PPC presso Negozio SSL Comodo
Il miglior tipo di cliente è quello che collabora con te per stabilire obiettivi chiari e realistici per il progetto, quindi ti consente di fare ciò di cui hai bisogno per raggiungere tali obiettivi. Il miglior tipo di cliente è un compagno di squadra: stai lavorando insieme come squadra per risolvere i problemi, affrontare le sfide e ottenere risultati migliori.

Ecco alcuni dei cattivi tipi di clienti che ho avuto negli anni:

  • Il "progettato dal comitato" cliente. Questo cliente nomina un gruppo di persone per supervisionare il progetto (di solito un progetto di design) senza obiettivi chiari. Ognuno ha un’opinione diversa, nessuno è responsabile e nulla di ciò che fai può soddisfare tutti. Il progetto richiederà il doppio del tempo necessario e il risultato finale è scadente. (Una volta apportate 50 modifiche cercando di rendere tutti felici, il design è solo un casino.)
  • Il "Ti trufferò se riesco a cavarmela" cliente. Una volta ho ricevuto una richiesta da parte del cliente di svolgere alcune attività di sviluppo web oltre al design grafico che ci era stato assegnato. Dopo averlo informato del costo associato, ci ha chiesto di fornire i servizi extra gratuitamente. Dopo aver spiegato che gli articoli richiesti non erano inclusi nel contratto che aveva firmato e pagato, ha detto che non aveva importanza perché "Ho intenzione di riscrivere il contratto e aggiungerlo". Non ho mai capito se fosse così ingenuo su come funzionano i contratti o se non gli importava.
  • Il "visionario" cliente. Ho perso il conto anni fa del numero di volte in cui un cliente ha cercato di vendermi sulla loro visione, di farmi ridurre i prezzi, di lavorare gratuitamente, ecc. Stavano lavorando a qualcosa di sconvolgente e se li avessi aiutati io ‘ sarei in un grande giorno di paga una volta che hanno colpito alla grande. Se hai sempre lo stesso tono, ricorda che il 90% + di loro non lo farà diventare grande. Se lo rendono grande, la verità schietta è che è incredibilmente improbabile che inizino a pagarti troppo per compensare tutto il lavoro per cui ti hanno pagato. Lo scenario più probabile è che si renderanno conto che ora sono un grosso pesce e passeranno a una grande agenzia e / o inizieranno a negoziare uno sconto.

Jason Parks

Jason Parks
presidente di Il capitano dei media
Il nostro tipo di cliente preferito con cui lavorare è uno che ha pazienza e si fida del nostro piano di gioco. In natura, le persone pensano che i risultati arriveranno dall’oggi al domani quando si tratta di marketing digitale. Questo non è vero in quanto ci vuole tempo per sviluppare una strategia ed eseguire. I nostri clienti che credono nel processo sono divertenti con cui lavorare perché siamo in grado di ottenere risultati.

Al contrario, il peggior tipo di cliente con cui lavorare è quello che cerca di dettare completamente la strategia. Dobbiamo utilizzare ogni responsabile marketing o imprenditore come risorsa per comprendere l’attività con cui stiamo lavorando e consolidare una strategia. Le persone conoscono internamente il business meglio di noi, quindi è fondamentale lavorare al loro fianco. Detto questo, la nostra competenza è il design e il marketing digitale. Se qualcuno sta cercando di dirci come eseguire una campagna pubblicitaria a pagamento o progettare una home page con conversioni elevate, un’agenzia potrebbe non essere stata la migliore.

Ryan Scollon

Ryan Scollon
SEO & Libero professionista PPC a RyanScollon.co.uk
Il nostro tipo di cliente preferito sarebbe quello a cui non dispiace rimanere bloccati quando abbiamo bisogno di qualcosa da loro, ma siamo anche felici di sederci e lasciarci andare avanti con le cose. Molti dei nostri lavori di sviluppo di siti Web si interrompono a causa della richiesta di contenuti da parte del cliente. Anche se lo chiediamo con largo anticipo, è ancora il punto di attacco numero uno.

Il peggior tipo di cliente per noi sarebbero quelli che ti assumono in quanto richiedono una consulenza professionale, ma scelgono di ignorarlo completamente. Recentemente abbiamo avuto un progetto che stava lavorando su quello che avrebbe potuto essere un sito web davvero bello per un ristorante elegante a Londra, Regno Unito. Ma dato che hanno deciso di ignorare i nostri consigli, non è andata così bene.

Custis Boyd

Curtis Boyd
Direttore delle operazioni presso Future Solutions Media
Il miglior tipo di cliente con cui lavorare sono aziende affermate che offrono esperienze a 5 stelle ai propri clienti. Ciò semplifica il nostro lavoro poiché i nostri protocolli software e IoT ci consentiranno di generare tonnellate di contenuti generati dagli utenti.

Il peggior tipo di clienti per noi, sono le aziende a cui non interessa davvero il servizio clienti. Normalmente possiamo dire quando li accediamo per la prima volta e daremo loro sempre il vantaggio del dubbio, ma i tassi di conservazione sono davvero bassi perché non siamo in grado di generare contenuti utente a causa della mancanza di soddisfazione del cliente.

Una storia divertente che posso condividere è quando un cliente ha chiamato il mio cellulare personale, urlando che un cliente ha appena scritto una recensione negativa per la propria attività. Ho detto loro che stavo per scrivere una brutta recensione per avermi chiamato così tardi.

Allora non è stato divertente per me, ma ora posso ridere. ��

Steph Taylor

Steph Taylor
direttore di Wildbloom
Il miglior tipo di cliente è quello che si fida della nostra direzione creativa e non cerca di gestirci micro. Sono coinvolti nel processo e ci forniscono istruzioni e feedback chiari, ma sono aperti a provare nuove cose. Sono flessibili e comprendono che non sono il nostro unico cliente.

Il peggior tipo di cliente è chi ha una mentalità chiusa e rifiuta di fidarsi della nostra direzione o delle nostre idee. Chiedono revisioni, solo per decidere di preferire l’originale. Pensano di sapere meglio di noi e si comportano come se fossero il nostro unico cliente e che dovremmo essere grati di lavorare con noi. Contrattano i prezzi e cercano costantemente di ampliare il campo di applicazione.

Uno di questi clienti è uno che ha negoziato i nostri prezzi, ha richiesto 10 round di revisioni sulla copia del loro sito Web (anche se stipuliamo che le modifiche alla copia includono un massimo di 3 round) e mi ha inviato un messaggio a mezzanotte di domenica per chiedere un periodo aggiuntivo a essere aggiunto alla loro copia del sito Web!

marius vetrici

Marius Vetrici
CEO di WPRiders
Preferiamo lavorare con clienti che:

  • sapere cosa vogliono, la loro destinazione è chiara. E se non sono chiari al riguardo, sono disposti a essere consultati al riguardo. Il che porta al prossimo
  • sono interessati alle persone con cui lavoreranno, non semplicemente al prezzo; sono disposti a trascorrere del tempo e a connettersi; non stanno solo facendo acquisti per la prossima agenzia.

Ci avviciniamo ai nostri progetti come partner di pensiero che comprende sia gli obiettivi aziendali sia la tecnologia e può collegare i due in modo efficace. Pertanto, il motivo per cui la qualificazione del cliente è un passo così importante per noi è che il valore che forniamo non è adatto a tutti i clienti. Allo stesso tempo, non tutti i clienti comprendono o percepiscono il valore che offriamo.

Swann cody

Cody Swann
Amministratore delegato, Tecnologia Gunner
La fiducia dei tuoi clienti è fondamentale e costituisce il miglior tipo di cliente. In effetti, fidarsi è un complimento più grande dell’essere amati. Con fiducia, sei libero di fare ciò che sai fare meglio senza cercare, stimolare e interrogare costantemente. Tutto il resto è secondario rispetto alla fiducia, quindi è facile. Sarebbe facile dirlo "mancanza di fiducia" crea cattivi clienti, ma penso che l’agenzia dovrebbe assumersi la responsabilità per questo, quindi sto per dire che la mancanza di prospettiva crea una relazione difficile. Ciò che intendo con ciò è che Internet è intrinsecamente un maestro volubile.

A volte, succede qualcosa e indipendentemente da quanto pianificato, testato e sottoposto a backup, l’app si arresta in modo anomalo o il sito non viene caricato. In effetti, un’interruzione o un arresto potrebbe non avere assolutamente nulla a che fare con lo sviluppatore. Un interruttore potrebbe essere offline o una torre cellulare potrebbe cadere. Ci sono un milione di possibilità diverse. Voglio dire, anche i più grandi sistemi del mondo come Facebook, Twitter, AWS e Bank of America hanno i loro difetti.

A dire il vero, prendiamo a cuore qualsiasi interruzione e difetto e nessuno è un critico più duro di noi di noi, ma se ogni volta che si verifica un piccolo blip, il cliente diventa più arrabbiato di una gallina bagnata, la relazione può diventare un freno.

alex andrade

Alex Andrade-Walz
Responsabile Marketing presso spazialmente
I miei clienti preferiti sono quelli che mi sfidano a spingere un po ‘i confini. Dopo un po ‘, i progetti freelance iniziano a fondersi insieme, ma ci sono sempre alcuni clienti che sono sinceramente entusiasti del lavoro e arrivano ad ogni incontro pieno di idee da testare. Vogliono costruire una strategia invece di cancellare qualcosa da una lista di controllo e vogliono testare ed esplorare fino a quando, insieme, non troviamo ciò che funziona meglio per loro. Questi sono i clienti che rendono la mia giornata.

I miei clienti meno favoriti sono quelli che arrivano senza un obiettivo chiaro. Alla fine di ogni trimestre, i dipartimenti con budget eccessivi cercano nuovi progetti; tuttavia, quando arrivano senza un chiaro obiettivo da ottimizzare, è quasi impossibile dimostrare il tuo valore e renderli felici.

Harris Brown

Harris Brown
Fondatore di Pubblicità HFB
Il miglior tipo di cliente con cui lavorare è il tipo a pagamento. Un cliente che lavora con te ti aiuta a rispondere alle domande e ai dubbi che hai subito per spostare il progetto.

Il tipo peggiore è chi non paga o devi inseguire ogni piccola cosa e trascinarla fuori per mesi. Come in questo momento ho un cliente che sta ancora aspettando il team di conformità per un mese.

Brock Murray

Brock Murray
COO e co-fondatore di seoplus+
Il miglior tipo di client è quello che:

  1. Comunica ed è reattivo. Sono disposti a insegnarti i loro prodotti, servizi e il loro settore. Ti faranno anche sapere se sono o non sono soddisfatti dei tuoi servizi e ti spiegheranno le ragioni.
  2. È disposto a provare nuove cose per trarre vantaggio da nuove strategie che possono rivelarsi utili. Un esempio potrebbe essere un nuovo formato di annunci su Facebook o un nuovo social network.
  3. È paziente e ha aspettative realistiche. Non si aspettano di posizionarsi al primo posto dopo due mesi di ottimizzazione SEO. Sono disposti a lavorare su una strategia a lungo termine e non si concentrano su guadagni a breve termine.
  4. Valorizza il tuo tempo e le tue competenze. Non c’è niente di peggio di un cliente che non ascolta la tua esperienza o i tuoi consigli. Puoi finire per pagare per questo errore in seguito.

tena pettis

Tena Pettis
Proprietario presso TenaPettis.com
I migliori »quelli che sono chiari su chi servono e cosa fanno per questi clienti / clienti. Quando i clienti vengono da noi per il (re) branding e si stanno ancora restringendo su uno di questi due, di solito porta alla confusione del marchio e finiamo per andare avanti e indietro 100 volte troppe volte. Quando sono chiari, il progetto è divertente per entrambe le parti e il cliente di solito ottiene immediatamente ciò che desidera senza passare dolorosamente attraverso il temuto processo di modifica.

Peggiore »quelli in una corsa estrema. All’improvviso credono di essere l’unica persona che esiste sul pianeta terra e ora abbandoniamo le nostre vite per essere al loro richiamo / testo / email / telefono / messenger / instastory.

Chris Powell

Chris Powell
Actify Media
I clienti che mi piacciono di più lavorare hanno 2 tratti chiave:

  1. hanno una buona idea di ciò che vogliono,
  2. vogliono spendere un po ‘di più per la qualità. Questi progetti di solito hanno un attrito minimo e si muovono rapidamente.

Detto questo, penseresti che il peggior tipo di cliente sarebbe uno che non sapeva cosa voleva e non era sicuro del budget. Ciò non è particolarmente vero, ma è un’opportunità per educarli, consultarli e promuoverli. Il tipo di client meno piacevole per me è quando 3 elementi si uniscono per creare una perfetta tempesta di frustrazione:

  1. vogliono un sacco di funzionalità,
  2. hanno letto alcuni articoli di web design o il fratello di loro nipote è uno sviluppatore, quindi pensano che li rende qualificati per
  3. dimmi cosa dovrei caricare, che è fondamentalmente noccioline. Accadono così tante cose orribili con questo tipo di progetti: strisciamento dell’oscillazione, nichel e oscuramento, enormi cambiamenti definiti come "piccole modifiche"… Tutti possiamo percepirlo quando parliamo con questo tipo di clienti e quando gli affari sono lenti, a volte li affrontiamo, pensando "questa volta sarà diverso." Ma non lo è, e finiscono tutti allo stesso modo: a faccia in giù in una pozza di lacrime, liquori e disprezzo di sé.

Craig Andrews

Craig Andrews
Fondatore di Allies4me
"Se fornisci quel tipo di crescita per noi, si romperà l’azienda." Queste sono le parole che mi ha detto il direttore globale del marketing. Dirige il marketing per un’azienda tecnologica leader nello spazio dello spettro elettromagnetico. È comune per noi fornire guadagni a tre cifre sulle metriche chiave per i nostri clienti e questo la spaventa. È una delle poche volte in cui ho sentito qualcuno dire che non volevano raddoppiare le vendite. Ma hanno solo un tasso di consegna puntuale del 50%, quindi ha senso. Attualmente stiamo cercando un po ‘di lavoro in un’altra parte del business che non si spezzerà se aumenteremo le vendite. Stipulano hardware, software e offrono contratti di assistenza. Vedremo cosa possiamo fare per aumentare i contratti di servizio.

Ho trovato quella storia divertente perché avevano paura della crescita. Non comune nel mio mondo.

Tipo preferito di cliente: i clienti che sono apprezzati e disposti a cogliere l’occasione in mosse audaci sono in cima alla mia lista.

Le cose che mi piacciono di meno: Indecisione, commissioni, persone che non sono mai state misurate sulla produttività del sito Web che ti dicono come progetterebbero un sito Web.

Aleksander Ratkovic

Aleksandar Ratkovic
Fondatore di Neparno 10
Nella nostra agenzia, abbiamo scoperto che è più facile lavorare con clienti che si fidano di noi e hanno la pazienza per i risultati. Dal momento che siamo nel settore SEO, c’è un periodo di attesa per i migliori risultati. A volte sono pochi mesi, a volte anche un anno. Se il cliente non può aspettare abbastanza a lungo o non si fida di noi, succede che ci fermiamo solo un mese prima di raddoppiare le visite al suo sito Web, o giù di lì.

E riguardo alla fiducia, a volte abbiamo clienti che vogliono approvare ogni articolo che scriviamo per lui, indipendentemente da dove l’articolo verrà pubblicato, per approvare ogni immagine che pubblicheremo sui social network, quasi ogni piccola cosa che facciamo. Ciò richiede molto tempo e rallenta il lavoro praticamente. La loro fiducia sta accelerando il processo e il periodo di attesa per i risultati reali che inseguiamo.

daniel kuipers

Daniel Kuipers
Proprietario di Agenzia di marketing online
Come agenzia di marketing online relativamente piccola, lavoro molto con aziende relativamente piccole. Negli ultimi anni ho imparato a distinguere due tipi di proprietari di piccole imprese: quello che è coinvolto e impegnato nel progetto e il sapere tutto.

Certo, il cliente coinvolto è il mio preferito. Questi tipi sono generalmente di mentalità aperta e non hanno problemi a fidarsi della mia esperienza. Anche se potrebbero voler sapere tutto quello che sto facendo, sono felice di dirglielo. Semplicemente perché stanno cercando di imparare da esso e non perché mi stanno controllando. Questi clienti di solito sono davvero utili.

Il know-how-all, d’altra parte, è il mio cliente meno preferito. Quando questo tipo di clienti non può essere trovato nei primi punti delle SERP entro una settimana, ad esempio, potrebbero semplicemente annullare le modifiche che ho apportato al loro sito Web per migliorare le loro prestazioni su Google. O quando provo ad aumentare il tasso di conversione, dichiarano di conoscere meglio i loro clienti e che dovrei attenermi alle loro idee. Anche se i dati dicono diversamente !! Secondo me, questi sono i veri clienti dall’inferno.

David Alexander

David Alexander
Designer, sviluppatore & Marketer digitale a Mazepress
Il mio tipo preferito di cliente con cui lavorare è quello che mi dà carta bianca per immaginare il loro progetto e idea con la mia esperienza e competenza. I peggiori tipi di clienti sono quelli che non sono organizzati e cambiano costantemente il brief e non confidano in te per guidare il progetto nella migliore direzione.

Il caso peggiore di un cliente che non ha le capacità organizzative è quando ci sono troppi cuochi e non un singolo decisore. Questo è il motivo per cui è importante stabilire un piano e assicurarsi che il cliente capisca che potrebbero esserci costi aggiuntivi se vogliamo andare avanti e indietro testando idee piuttosto che seguire la tabella di marcia iniziale.

Imparare a qualificare i clienti è l’abilità che mi ha aiutato a far crescere la mia attività migliorando l’efficienza anziché perdere il controllo. Quest’ultimo lo conosco fin troppo bene.

Conclusione

È ora di concludere. È stata piuttosto un’avventura fare questa carrellata e avere così tante persone a condividere le loro opinioni con noi!

Cosa ne pensi? Se sei nella stessa barca, ci piacerebbe anche sentire i tuoi pensieri. Se hai storie intriganti o divertenti basate sulle tue esperienze con i clienti, non esitare a commentare! ��

Non dimenticare di partecipare al nostro corso intensivo per accelerare il tuo sito WordPress. Con alcune semplici correzioni, puoi ridurre i tempi di caricamento anche del 50-80%:

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Это интересно
    Adblock
    detector